Eurostat

Eurostat, Italia in coda per laureati

L’ultimo rapporto Eurostat ha fatto emergere l’Italia come fanalino di coda relativamente al numero di laureati che hanno completato gli studi entro i 34 anni.

L’Irlanda invece detiene il primato con una percentuale ben al di sopra della media Europea (51,5%), rispetto al 36% dei paesi della comunità.

Subito dietro l’Irlanda, seguono Cipro (49,9%), Lussemburgo (49,6%), Lituania (48,7%), Malta (22,4%), Romania (21,8%) mentre l’Italia presenta un dato poco rassicurante, 21,7% (26,3% donne e 17,2% uomini). Inutile a dirlo che il sesso femminile, risulta essere più brillante, conseguendo il successo con il 40% rispetto al 31,6% degli uomini.

 
Eurostat

 
I giovani che invece abbandonano gli studi, sono stati circa il 13% nel 2012, ma l’obiettivo europeo nel 2020, sarà quello di raggiungere almeno il 40% della popolazione compresa nella fascia sopracitata al raggiungimento completo dell’istruzione terziaria. Otto Stati membri hanno già incontrato o superato gli obiettivi del 2020 e sono appunto Danimarca, Cipro, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Finlandia e Svezia.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti