Aidan Cotter e Enda Kenny

Viaggio all’Expo del Primo Ministro irlandese

Qualche giorno fa, Enda Kenny ha visitato il Padiglione Irlanda a Expo Milano 2015 e poi è stato ricevuto dal premier italiano Matteo Renzi a Roma.

Il Primo Ministro ha visitato il Padiglione Irlanda, dove è stato accolto dall’Ambasciatore d’Irlanda, Bobby McDonagh, e dal CEO di Bord Bia, Aidan Cotter, che ha presentato gli ultimi sviluppi del progetto Origin Green.

Il programma è stato avviato dall’Irish Food Board nel giugno 2012 al fine di rendere l’Irlanda leader mondiale nella produzione sostenibile di alimenti e bevande di alta qualità, e tema cardine della partecipazione irlandese a Expo.

Origin Green, in perfetta sintonia con i valori al centro di EXPO Milano 2015, si inserisce nel quadro delle numerose iniziative sviluppate dall’Irlanda per promuovere una produzione sostenibile, tra le quali spicca Food Wise 2025 – strategia recentemente lanciata dal Primo Ministro Enda Kenny insieme al Ministro dell’Agricoltura Irlandese, Simon Coveney, per rilanciare il settore agroalimentare irlandese al fine di aumentare le esportazioni e creare nuovi posti di lavoro.

Obiettivi del progetto sono, infatti, l’incremento delle esportazioni dell’85%, che raggiungerebbero così il valore totale di 19 miliardi di euro, con un aumento del valore aggiunto complessivo del settore del 70%, corrispondente a 13 miliardi di euro. L’obiettivo per il settore primario è di una crescita del 65%, per un valore stimato di circa 10 miliardi di euro. Food Wise 2025 mira a creare 23.000 nuovi posti di lavoro nel settore agricolo entro il 2025.

Il Padiglione Irlanda e Origin Green

L’esperienza all’interno del Padiglione Irlanda, che si sviluppa su una superficie complessiva di 1.175 mq distribuita su tre livelli, ha il suo focus principale nello spazio collocato al piano terra, che offre un’esperienza memorabile: un filmato coinvolgente permetterà ad ogni visitatore di fare un tour virtuale in Irlanda e imbattersi nei suoi paesaggi marini mozzafiato, nelle sue campagne incontaminate e nelle sue praterie rigogliose, mostrando come gli irlandesi riescano a gestire un clima mite ma in continuo mutamento, per dar vita ad un’agricoltura esemplare e sostenibile, promossa dal programma Origin Green.

Il cuore del progetto, avviato dall’Irish Food Board nel 2012, è la carta della sostenibilità, che afferma l’impegno dell’industria food&beverage irlandese a ridurre i consumi di energia, minimizzando l’impronta di CO2 e mitigando l’impatto sull’ambiente. Ad oggi, l’Irlanda ha valutato le emissioni di 43.000 fattorie dedicate all’allevamento di bovini e 18.000 aziende casearie, raccogliendo dati su CO2, risorse idriche e biodiversità. L’Irlanda è il primo paese al mondo ad intraprendere questa iniziativa a livello nazionale e a livello delle singole fattorie. Attualmente, 460 aziende irlandesi hanno aderito al progetto Origin Green.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti