David Byrne, funerali

Limousine e carrozze per i funerali del boss

I funerali di David Byrne,ucciso in un agguato nella capitale, ricordano quelli di Vittorio Casamonica a Roma, con limousine, auto ricoperte di fiori e carrozze. Byrne è stato ucciso da tre uomini armati di kalashnikov durante un evento di boxe. La sua morte è una vendetta per l’esecuzione di Gary Hutch, una presunta spia uccisa sulla Costa del Sol in Spagna. Un regolamento di conti tra gang della capitale.

Bottiglie di alcol, le sue preferite, fiori, carrozze trainate da cavalli, auto ricoperte di fiori, una bara lussuosa, tanti fotografi e curiosi, sono gli elementi che ritraggono l’ultimo saluto a David Byrne, 34 anni, ucciso durante un agguato al Regency Hotel a Dublino.

L’omicidio, avvenuto in una sala dell’albergo dove era in corso la pesatura di alcuni pugili, è stato portato a termine da tre uomini armati di kalashnikov vestiti da poliziotti. Ai funerali del boss, che si sono svolti nella Cattedrale di St. Nicholas of Myra, c’erano anche una decina di poliziotti armati, in un clima di tensione, pronti a garantire la sicurezza.

Alla celebrazione hanno partecipato altre figure della malavita irlandese e gangster ‘anziani’. Molti degli uomini indossavano abiti e camicie blu, accompagnati da cravatte blu scuro, mentre alcune donne si coprivano il viso con le sciarpe. La bara era in stile americano, con due carri funebri, uno che trasporta il feretro e l’altro omaggi floreali dove c’era inciso ‘zio’, ‘migliore amico’, ‘Dots’ e uno aveva la forma di un ring con due guantoni da pugilato. E poi ancora, dieci limousine Mercedes nere sono state utilizzate dai parenti della vittima.

 

Altre risorse