Enda Kenny

Dopo lo stallo, Enda Kenny è di nuovo premier

L’Irlanda supera lo stallo politico e a due mesi dal post elezioni, Enda Kenny torna a governare con una formazione di minoranza. Il premier godrà dell’appoggio dei voti di alcuni deputati indipendenti e del Fianna Fail di centrodestra, che tuttavia non entrerà nell’esecutivo.

Terminata l’impasse politica, durata oltre due mesi, il primo ministro irlandese è tornato al suo posto con un governo di minoranza. Kenny, 59 anni, è di nuovo il premier della Repubblica d’Irlanda.

Dopo lo stallo che si è creato in seguito alle elezioni dello scorso 26 febbraio, per l’Irlanda è cominciata una nuova fase, fatta soprattutto di contrattazione politica.

Kenny è di nuovo premier

Con 59 voti favorevoli e 49 contrari, col sostegno degli indipendenti, alla quarta votazione, Kenny, a capo del partito liberale Fine Gael, è di nuovo al comando. Il capo dell’esecutivo potrà godere dell’appoggio del Fianna Fail, il principale partito di opposizione, che ha concesso il voto di fiducia in cambio di alcune riforme. Contrario al sostegno il Sinn Féin, partito repubblicano irlandese. Il nuovo assetto parlamentare – 158 seggi disponibili – vedrà il Fine Gael occuparne 50, il Fianna Fail 44 e il Sinn Fein 23.

 

Altre risorse