Il Municipio di Belfast o meglio noto come City Hall è uno degli edifici storici dell’Irlanda del Nord e ospita il City Council, ossia è sede del comune locale. Si trova in posizione centrale: a Donegall Square North, nel centro cittadino. La sua maestosità lo rende unico. William Pirrie (presidente della Harland and Wolff, l’industria navale che realizzò l’RMS Titanic, con un trascorso di sindaco) definì la meraviglia come “il Titanic di pietra”.

Inaugurato il 1 agosto 1906, il City Hall tiene conto delle nascite, decessi, matrimoni e unioni civili. Un vero e proprio comune che vale la pena visitare. Durante il vostro tour panoramico potrete ammirare l’arte pubblica e fermarvi a sorseggiare un caffè, magari commentando la decisione del Consiglio del 3 Dicembre 2012, con la quale si ridusse lo sventolamento della Union Jack (bandiera del Regno Unito) per non più di 18 giorni l’anno. Decisione che mise fine a una consolidata tradizione perseguita fin dal 1906, ossia dal giorno d’apertura.



Riprendete fiato al Memorial Gardens Titanic, magari concedendovi un pic-nic sul prato (6mila acri), alla vista della pietra di Portland: è questo il materiale scelto per la realizzazione del City Hall. Lo stesso che ritroverete in moltissime edifici del Regno Unito: Buckingham Palace, la Cattedrale di San Paolo a Londra e il Greenwich Hospital.

City Hall: il municipio di Belfast

Belfast City Hall

L’edificio è dotato di quattro torri e domina lo skyline del centro città. Ai quattro angoli del Municipio di Belfast potrete distinguere facilmente quattro torri cui va aggiunta una centrale coronata da una lanterna. Come con altri edifici vittoriani, dove spiccano cupole in rame rivestite, il Municipio in stile barocco si contraddistingue per il verde e per gli interni. Notevoli. Ampi e sfarzosi, gli interni del City Hall sono caratterizzati sin dall’ingresso. Varcata Porte-Cochère si resta affascinati dalla Grande Scala addobbata con tappeto rosso e impreziosita dai marmi di Carrara e Paonazzo.

Al primo piano le balaustre sono composte da un colonnato di marmo greco cippalino, addolcite dal murale di John Luke, un dipinto del 1951 realizzato a celebrazione delle fiorenti industrie locali. Entrate nella Council Chamber (Sala del Consiglio) sede dove i 51 membri delegati prendono decisioni sul futuro della città. L’altra sala importante è la Great Hall, sfarzosa e segnata da sette vetrate colorate e dai ritratti dei monarchi che fecero visita alla città prima dell’inaugurazione, ospita serate di gala.

Il Titanic Memorial Garden è situato sul lato est del City Hall ed è stato eretto per commemorare le vite perdute nel naufragio del Titanic il 15 aprile 1912. Il monumento è stato finanziato con i contributi pubblici, dai lavoratori dei cantieri navali e dalle famiglie delle vittime. Su una placca di bronzo lunga nove metri, compaiono, in ordine alfabetico, i nomi delle 1512 vittime del disastro. Per la prima volta i nomi delle vittime furono scritti a ridosso di un monumento. Correva l’anno 1920 e ciò precedette di gran lunga la costruzione del Titanic Belfast Visitor Center. A questo si aggiunge la statua della regina Vittoria, opera di Thomas Brock e una colonna di granito, in memoria dell’American Expeditionary Forces (AEF) che si insediarono a Belfast prima del D-Day.

Le visite al Municipio di Belfast sono gratis tutti i giorni. Inoltre, dal 1° ottobre al 31 maggio c’è la possibilità di prendere parte a dei tour sempre in forma gratuita:



  • Lunedì a Venerdì alle 11, 14 e 15
  • Sabato e Domenica alle ore 12, 14, e 15

Nei mesi estivi il City Hall sbisce un mutamento agli orari a garanzia di più flessibilità per coloro che intendono farvi visita.

  • Lunedì a Venerdì: 10, 11, 14, 15, 16
  • Sabato e Domenica: ore 12, 14, 15, 16

City Hall a Belfast

Titanic Belfast

Ubicato nell’omonimo quartiere, il Titanic Belfast è stato inaugurato nel centenario del naufragio del celebre transatlantico. Si tratta dell’attrazione dedicata al Titanic, nata nella zona dei cantieri navali dove fu costruita l’imbarcazione.

Cosa vedere a Belfast

C’è stato un tempo in cui Belfast era al centro di notizie terribili. Le peacelines, durante gli anni dei Troubles, hanno purtroppo dato espressione alle divisioni. . Nel ventunesimo secolo, però, questa città è cambiata profondamente. I problemi del passato sono lontani, così come le divisioni politiche e religiose. Una storia che in qualche modo è ancora tracciabile su alcun delle pareti ricoperte dai murales di Belfast, ma solo a titolo di memoria.

La città di Belfast ha voltato pagina. Lo storico porto è stato rivitalizzato dal Titanic Quarter, il quartiere dedicato al Titanic, dove si trovano due di una serie di musei avvincenti. I turisti possono ammirare Stormont, il Municipio e molti altri monumenti vittoriani, tutti delimitati ad ovest da preziose colline di basalto. Ammirate la Cathedral Quarter, la City Hall, la Linen Hall Library, l’Odyssey Arena, il Castello di Belfast, il Belfast Zoo e la St Anne’s Cathedral.

Hai trovato utile questo articolo?
5/54 voti