Harland and Wolff è l’industria cantieristica navale di Belfast in Irlanda del Nord, fabbrica del transatlantico Titanic.

Harland and Wolff, i cantieri navali di Belfast

Le gru gialle svettano sopra gli antichi edifici vittoriani di Belfast più alti dei moderni palazzi del XXI secolo e stanno a indicare gli storici storici cantieri navali della città Harland & Wolff. Un tempo fiorenti, ora acciaccati, ricordano l’era dell’inaffondabile Titanic che da qui prese vita nel 1912.

Storia

I cantieri navali Harland and Wolff costruirono il Titanic, la più celebre nave passata alla storia. L’azienda era già attiva dal lontano 1861 e prosperò proprio perché Belfast era identificata come città mercantile. Nel XIX secolo, Belfast divenne la principale città industriale dell’Irlanda con una economia in parte sorretta proprio dalle costruzioni navali. Dopo la metà del 1800 a Belfast furono costruite RMS Titanic, RMS Olympic e RMS Britannic.

Oggi il Titanic Belfast Quarter

Titanic Quarter

Il Titanic Experience è il luogo più adatto per fare amicizia con il Gigante dei Mari. Nonostante la crisi, le conseguenze della Brexit e la concorrenza spietata di Cina, Corea del Sud e Giappone, i cantieri di Belfast sono ancora un caposaldo cittadino, simbolo di Belfast e prestigio delle capacità ingegneristiche navali. Nel 2021 il rischio di una chiusura di Harland and Wolff è stata più vicina che mai. La nazionalizzazione degli anni Settanta, risposta alla decrescita della domanda di navi transatlantiche, negli anni la domanda è tornata. Attualmente sono le compagnie asiatiche ad affossare i cantieri di Belfast, difesi con le unghie e con i denti dai poco più di 100 portuali ancora rimasti. Fortunatamente la rigenerazione del lungomare Titanic Quarter di Belfast ha dato un nuovo volto alla città, garantendo turismo e investitori. Il quartiere costituisce ad oggi il futuro di Belfast candidato ad ereditare il passato marittimo e industriale cittadino, con la speranza che tornino tempi fiorenti.