Aborto in Irlandahhach, Pixabay

L’Aborto in Irlanda è sempre stato un tabù. Tanto che molte ragazze irlandesi erano costrette a lasciare il paese per abortire. La maggior parte di loro sceglieva Londra.

Fortunatamente, negli ultimi anni ci sono stati notevoli cambiamenti. Con un governo che molto ha spinto, e con la chiesa cattolica in brutte acque per via degli abusi sessuali, la popolazione ha optato per legalizzare l’aborto.

Dal 2018, l’aborto è diventato legale. Un segnale di cambiamento in una delle nazioni più cattoliche al mondo. Si stima che circa il 90% della popolazione professi la religione cattolica.

 

L’aborto è legge

L’aborto è stato un problema nell’isola. Questo perché l’età media delle madri è di circa 30 anni. Inoltre, il 31% delle nascite nella Repubblica avviene fuori dal vincolo del matrimonio. Negli ultimi anni sono cambiate anche altre cose. La legalizzazione del divorzio, correva il 27 febbraio 1997, ha di fatto impennato il numero delle persone divorziate. Inoltre, sono aumentate le coppie di fatto.

 

 

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti