Est Irlandaeroddy02, Pixabay

Un viaggio nell’Est Irlanda sarà sicuramente indimenticabile: avrete l’opportunità di confrontarvi con un posto magico e mitologico che si snoda intorno alla capitale. Numerosi posti da visitare ai quali sommare le tante attività praticabili da fare in un gruppo, a coppia o da soli.

Nell’Est Irlanda c’è una particolarissima regione avvolta dal mistero, un’area che nessun’altro posto d’Irlanda può vantare. Ne vale la pena di andare? Sì, eccome. Potrete ammirare pezzi di storia, tornare indietro nel passato e celebrare antichi riti. Apprezzata da coloro che amano la cultura celtica e i Celti, il Meath conserva la straordinaria Boyne Valley, patria dove emergono la tomba di Newgrange e altri tumuli dal valore inestimabile.

Scoprire l’Est Irlanda significa percorrere meravigliosi itinerari e concedersi a panorami mozzafiato. Ovviamente, la parte mitologica non è l’unica cosa da vedere. Basta guardarsi intorno per scoprire altre contee di grande valore. A cominciare dalla Contea di Dublino e dei tanti villaggi che si trovano nelle vicinanze della capitale raggiungibili con i mezzi di trasporto locali.

Procediamo in ordine e scopriamo le bellezze de l’Est Irlanda. Abbiamo appena citato l’area intorno a Dublino e in particolare, entrando nel dettaglio, indichiamo cosa vedere vicino la celebre capitale. Da non perdere assolutamente c’è il James Joyce Tower e Museum e il Castello di Malahide. Affascinante e romantico, quanto caratteristico, spicca il piccolo porticciolo di Howth e la spiaggia dei dublinesi, Bray. Peculiarità di queste piccole realtà locali sono cibo, pesce fresco, passeggiate e benessere per il corpo e per lo spirito. Valutate queste mete sia se disponete di poco tempo e volete restare in zona sia per visite più accurate.

Passiamo a conoscere le varie contee che animano le zone Est Irlanda. Ad esempio, la Contea di Wicklow regala delle ottime spiagge e delle celebri montagne conosciute con il nome di Wicklow Mountains. L’area è contraddistinta dalla città di Wicklow, nota per ospitare dei giardini spettacolari ed eleganti, tra cui quello famosissimo di Powerscourt. Ad attendervi ci sarà persino la cascata più alta dell’Isola oltre a delle splendide colline, brughiere, boschi e laghi.

La Contea di Wexford è capeggiata dall’omonima città di Wexford che si presenta con la caratterizzata Piazza del mercato, meglio conosciuta come Bull ring per via delle corse dei tori. Troverete, una volta sul posto, la statua del commodoro John Barry, emigrante irlandese che fondò la prima flotta americana per combattere contro gli inglesi; West Gate, un’antica porta accanto alle rovine di Selskar Abbey: la Wexford Opera House e il Wexport Arts Centre.

Non certo secondaria è la Contea di Kilkenny, che fa parlare di sé facendo tornare il visitatore al XIV secolo. Precisamente a quando l’Inghilterra, che temeva le forti capacità di assimilazione degli irlandesi, emanò gli “statuti di Kilkenny”. Di cosa si trattava? Delle vere e proprie leggi che proibivano i matrimoni con gli irlandesi, l’uso di costumi tradizionali e l’uso del gaelico. Reminiscenze sono tutt’ora presenti nel quartiere identificato come Irishtown, ovviamente le leggi sono oramai in disuso ma i ricordi restano accesi.

Lo abbiamo già nominato durante la presentazione di questa sezione e ci teniamo a nominarla nuovamente. La Contea di Meath è un posto dell’Est Irlanda davvero unico e speciale. Se non fosse che da queste parti accadono “cose speciali”. Dulcis in fundo citiamo la Contea di Westmeath, sicuramente meno conosciuta rispetto ad altre, che si presenta con le proprie peculiarità. Da queste parti l’agricoltura e l’allevamento sono fonti di rendita e sostengono l’economia. Non è difficile trovare carne e latte, ce ne sono in abbondanza, di ottima qualità.

Ne abbiamo citate molte, ma l’elenco non è affatto ultimato. Anzi. Ad esempio, durante il vostro soggiorno nel Est Irlanda potrete visitare la Contea di Kildare, in gaelico Cill Dara, patria di oltre 4 mila abitanti e celebre nel mondo per il commercio e l’allevamento dei purosangue irlandesi. Da queste parti gli amanti dei cavalli troveranno centri di equitazione, scuderie e tutto ciò di cui avranno bisogno per montare a cavallo.

Più grande della precedente è la Contea di Offaly, i cui confini sono marcati dal fiume Shannon a ovest e dalle Slieve Bloom a sud-est. Natura, con paesaggi da capogiro, rendono la località ospitale e molto apprezzata dagli europei. Aggiungiamo la Contea di Louth, una regione facilmente raggiungibile dall’aeroporto di Dublino e al contempo facilmente accessibile anche dalla città di Belfast. Ancora, la Contea di Laois si presenta quasi completamente pianeggiante ed è l’unica area che non confina con contee costiere.

La Contea di Carlow, che ospita circa 30 mila abitanti, ed è bagnata dai fiumi “Barrow” e “Slaney”. Cavan è conosciuta come la regione dei laghi, un vero e proprio paradiso per i pescatori irlandesi e per gli appassionati in generale. Nei laghi si possono pescare anguille, lucci e altre varietà di pesce, in un meraviglioso paesaggio che si alterna tra acqua e Drumlins. La Contea di Longford è piuttosto piccolina e la maggior parte dei cittadini di quest’area dell’Est Irlanda vivono nell’omonima cittadina di Longford.

 

Mappa


Visualizzazione ingrandita della mappa

 

Informazioni utili

Hai trovato utile questo articolo?
5/519 voti