Kilkenny

Kilkenny è una graziosa città irlandese e tra le più popolari destinazioni turistiche in Irlanda e, per molti irlandesi, ottima meta da fine settimana. Circondata da foreste e fiumi, con percorsi panoramici mozzafiato, si contraddistingue per essere luogo ideale di piacevoli passeggiate all’aria aperta. La cittadina rientra nell’elenco delle mete da vedere in Irlanda o da vedere assolutamente.

Allo stesso tempo, Kilkenny è divenuta famosa per l’intrattenimento notturno. Divenuta famosa per i suoi pub, se ne contano circa un centinaio, la vita notturna è un incentivo che non dispiace affatto ai visitatori. Questo aspetto, di fatto non trascurabile, ha reso popolare l’inclinazione della città: qui c’è tutto, relax o divertimento. Se siete interessati a vedere la corsa dei levrieri, andate a Saint James Park.

Il clou della festa si raggiunge a metà agosto quando entra nel vivo l’Arts Week, ossia un vero e proprio centro culturale degli artisti irlandesi. Si tratta di un momento magico in cui Kilkenny risplende tra i suoi edifici medievali, che le hanno procurato il soprannome di marble city (“città di marmo”), anche se la pietra nera fossile che compone l’ossatura principale dei tanti palazzi è di roccia calcarea importata dalle zone vicine da secoli.

 

Cosa vedere a Kilkenny

Come abbiamo già sottolineato poc’anzi, Kilkenny è una località dell’Est rinomata per molti suoi edifici medievali. Tra tutti spicca il Kilkenny Castle, imponente maniero che fu antica dimora dei Butler (già FitzWalter), acquistato dal governo irlandese nel 1967 per la cifra irrisoria di 50£ e oggi visitabile dai turisti: nei suoi interni c’è anche parte della National Art Gallery. Da non perdere la Cattedrale anglicana di Saint Canice, santo che dà il nome anche alla città (Cill Chainnigh, che significa “chiesa di Canizio”), che offre una torre slanciata dalla cui sommità si gode una splendida veduta sulla città.

E ancora l’abbazia dominicana di Kilkenny, situata lungo Parliament Street, conosciuta come Black Abbey. Fondata da Guglielmo il Maresciallo, II conte di Pembroke nel 1225, l’Abbazia prende il nome dall’abito scuro dei monaci. Nel 1543, sei anni dopo la soppressione dei monasteri voluta da Enrico VIII, fu trasformata in un palazzo di giustizia. Con l’arrivo di Oliver Cromwell nel 1650, Kilkenny  fu quasi totalmente distrutta e solo nel 1866 furono avviati i lavori di ricostruzione. Perciò, quello che oggi si può vedere dell’abbazia, in realtà risale quasi completamente al XVIII e XIX secolo.

Ancora da non perdere il Green’s Bridge, che è un ponte del 1766 che attraversa il fiume Nore. Visitate Rothe House & Gardens, la trovate sempre su Parlamient street, la casa di un ricco mercante di nome John Rothe. Costruita tra il 1594 e il 1610, è divenuta una sorta di museo con 2.500 manufatti. Altro da vedere in città: il The Tholsel, il municipio, la Kyteler’s Inn, una vecchia casa di Kilkenny in pietra e la Shee Alms House.

 

Il castello

Residenza della famiglia FitzWalter e poi Butler, è stato la sede dell’assemblea dell’Irlanda confederata nel 1640. La prima struttura storica sorta nell’area del castello è stata una torre in legno costruita nel 1172 da Richard de Clare, il conquistatore anglo-normanno meglio conosciuto come Strongbow. La zona, lungo il fiume Nore era strategicamente importante e venti anni più tardi il genero di Trongbow, William Marshall, fece erigere un castello di pietra con quattro torri, tre delle quali ancora intatte. Fu acquistato nel 1391 dalla famiglia Butler; nobile e potente famiglia locale, e rimase di loro possesso fino al 1935. Ma le troppe spese di manutenzione, resero questa residenza un luogo privo di ogni valore. Finito all’asta, il Castello di Kilkenny venne battuto per 50 sterline irlandesi. Una miseria.

 

La birra di Kilkenny

La fabbrica della birra, fondata nel 1710, si trova nell’abazia di Saint Francis Abbey. Qui viene prodotta la famosa rossa, che noi conosciamo col nome di Kilkenny, e la Smithwick’s molto più forte e amara, concepita per accontentare i turisti che non erano abituati al gusto amaro della Guinness. Purtroppo, la St.Francis Abbey brewery, dei signori Cole e Smithwick, dopo secoli di produzione tradizionale, è stata acquistata negli anni ’60 dal gruppo Diageo, lo stesso della nera irlandese. Dal 2013, l’abbazia è un centro turistico che spiega la storia della birreria.

 

Dormire vicino i luoghi di interesse

Dormite a Kilkenny in un hotel della zona. Per offrire un servizio maggiore, abbiamo redatto un elenco di hotel che sorgono nelle vicinanze dei luoghi più interessanti.

 

Altre risorse interessanti

Vogliamo segnalarvi oltre alla città di Kilkenny, altre proposte che potrebbero interessarvi.

Hai trovato utile questo articolo?
5/537 voti