Wicklow è città marittima molto vicina a Dublino, capoluogo di regione e consigliata per chi pratica sport acquatici e amanti del trekking. Estati fresche e inverni miti, la rendono sempre appetibile.

Wicklow, in irlandese Cill Mhantáin, significa “chiesa di San Mantan”. Situata a breve distanza a sud della capitale, nella costa orientale dell’Irlanda, la cittadina ha una popolazione inferiore ai diecimila abitanti. Con una una mancanza di temperature estreme, al massimo ad agosto si raggiungono 21 gradi, questa località è molto apprezzata da chi ama o sogna fare golf, surf, kayak o più semplicemente fare delle rilassanti passeggiate. Altre particolarità di Wicklow risiedono nella sua cultura artigiana, gente che ha realizzato le proprie case ricavando denaro dall’arte della ceramica, dalla tessitura, dalla pelle di pecora o dalle lavorazioni del vetro e di gioielli. A sostenere l’economia locale ci pensa anche l’agricoltura, con coltivazioni di cereali, e gli allevamenti di ovino.

Cosa vedere

Wicklow

L’incantevole Wicklow vanta una storia interessante, essendo stata fondata nell’VIII secolo dai Vichinghi. Le rovine del Castello Nero, il Black Castle, si affacciano sul porto e ricordano l’invasione normanna. Nonostante questo l’attrazione principale resta la famosa prigione Wicklow Gaol, presumibilmente uno dei luoghi più infestati in Irlanda. In realtà la località è un buon punto di appoggio per muoversi nella contea. Una meta per chi intende fare del trekking sul Sugarloaf, un picco di 552 metri a ovest di Wicklow, che si allunga al cielo sul bordo settentrionale del Glen of Imaal. Così come gli amanti delle passeggiate trovano riparo in posti incantevoli e magari sbalordirsi delle proprie capacità fisiche percorrendo testardamente la Wicklow Way che porta nella Contea di Carlow (131 Km). Gli appassionati della bici da corsa potranno scoprire la Wicklow 200!

Wicklow Gaol

1 Kilmantin Hill, Corporation Lands

Wicklow Gaol

La Wicklow Goal (sito ufficiale) è una prigione museo, aperta da aprile a ottobre. Non è sicuramente un posto allegro, perché ricostruisce la sofferenza dei protagonisti che un tempo vi erano rinchiusi. Come nel resto d’Irlanda, molti luoghi di detenzioni sono diventati dei veri e propri musei, con tanto di statue di cera e guide in costume che illustrano le disumane condizioni che i detenuti hanno dovuto sopportare durante la loro permanenza in cella. Bestialità, in certi casi, successivamente limitate tramite delle leggi ad hoc. La storia della prigione è travagliata tanto che il carcere fu chiuso e riaperto secondo le necessità. Dapprima la sorte di restare dietro le sbarre toccò ai prigionieri della Ribellione del 1798, successivamente nel 1900 fu chiusa e riaperta per trattenere prigionieri repubblicani durante la guerra civile irlandese. Gli ultimi detenuti risalgono al 1924. Nel 1995 sono iniziati i lavori di ristrutturazione e nel 1998 è stato inaugurato il museo.

Black Rock

S Quay, Corporation Lands

Black Castle

Le rovine del castello nero si trovano su un promontorio roccioso a picco sul mare, nella parte orientale della città di Wicklow. Dopo l’arrivo dei Normanni nel 1169, Earl Strongbow ottenne le terre lungo la costa orientale che a sua volta concesse al barone Maurice Fitzgerald a condizione che costruisse castelli per proteggere il centro cittadino. Il Black Castle era costantemente sotto attacco da parte dei capi locali, in particolare dai clan O’Byrne e O’Toole che nel 1301 riuscirono a distruggere completamente. Il Black Castle è raggiungibile a piedi da Wicklow Town svoltando, da Main Street, su South Quay e camminando su per la collina.

Informazioni

Da Dublino a Wicklow, la direzione porta alla Stazione di Greystones che è il capolinea meridionale della Dart. Dunque occorre prendere in considerazione il riferimento nel cao viaggiaste in treno. Per chi si sposta in auto, la città è attraversata dalla strada nazionale N11 che collega il centro urbano a Dublino e anche alla vicina Wexford. Esistono linee aggiuntive, treno e bus, per i collegamenti con Arklow e Rosslare, ovvero il porto principale dove attraccano i traghetti provenienti da Francia, Inghilterra e Spagna. Consigliamo di dormire in una delle tante strutture che abbiamo accuratamente selezionato e che identifichiamo come di migliori hotel cittadini. Per mangiare sul posto in uno dei tanti ristoranti irlandese consigliamo, tra gli altri, The Bridge Tavern, Philip Healy, Jailer’s Rest, Chester Beatty Inn Restaurant e Halpin’s Bridge Cafe Deli & Dainties.

Nei dintorni

Dai giardini Mount Usher Garden alla Leamore Strando, ci sono tantissimi punti di interesse da poter visitare nelle vicinanze di Wicklow. Soltanto la Brittas Bay, un tratto di spiaggia di 4 chilometri sulla costa del Mare d’Irlanda, offre panorami unici e tantissime attrazioni che coinvolgono anche i centri di Bry e Arklow. Salendo verso nord c’è la spiaggia di sassi Leamore Strand, dove va forte la vela e il windsurfing. Non molto lontano da Wicklow c’è Russborough House: una casa signorile situata vicino ai laghi Blessington, tra le città di Blessington e Ballymore Eustace, considerata la dimora più lunga d’Irlanda. La facciata è poco più di duecento metri. La villa è un esempio di architettura palladiana progettata da Richard Cassels per Joseph Leeson, 1º conte di Milltown e costruita tra il 1741 e il 1755. L’interno della casa contiene alcuni stucchi decorati sui soffitti dei fratelli Lafranchini, che collaborarono con lo stesso Cassels su Carton House. Il giardino è un labirinto: una sfida da affrontare.