Dublino e il nord Irlanda

Un travolgente itinerario sulle mete più note del nord Irlanda: scorci unici, coste e scogliere selvagge, villaggi di pescatori e brughiere.

Un percorso di 1450 km da vivere possibilmente in estate, della durata di 2 settimane.

Tappe

  • Dublino
  • Dublino – Valle del Boyne – Kells
  • Kells – Belfast
  • La costa di Antrim e le Giants Causeway
  • Derry e i laghi del Fermanagh
  • The Rosses e la penisola di Inishowen
  • Glenties – Donegal Town – Ballyshannon
  • Sligo e le terre di Yeats
  • Achill Island
  • Westport – Leenane – Clifden
  • Connemara
  • Galway – Moher Irlanda – Doolin
  • Doolin – Dublino

Il viaggio

Rare tappe prevedono degli spostamenti superiori ai 200 km, per il resto abbiamo considerato delle distanze piuttosto piacevoli e poco stressanti.

Giorno 1 e 2: Dublino

La capitale irlandese è il primo approdo del vostro viaggio, una tappa cui dedicare due giorni concentrandovi tra divertimenti, storia e cultura. Avrete modo di conoscere la città e tante attrazioni. Scopri tutto su Dublino, compreso il Book of Kells, per poi lasciarsi ogni cosa alle spalle e puntare verso nord.

Giorno 3: Drogheda, Kells

Tornare indietro alla scoperta di monumenti storici, misteriosi, tombe antichissime risalenti fino a cinque mila anni prima di Cristo. Da vedere vicino Dublino ci sono il Brú Na Boinne Visitor Centre, Monasterboice, Newgrange, Dowth, Knowth, Kells e lo Slane Castle. Un percorso di circa 80 Km.

Giorno 4: Belfast

Belfast è una città particolare con un trascorso importante, in parte visibile nei quartieri cattolici e protestanti separati dalle Peace Lines. Al passato, però, si contrappone un futuro fatto di attrazioni turistiche e di divertimento nei tanti pub, ristoranti e locali serali. Tra i centri dove si concentra musica e relax ci sono Golden Mile, Lisburn Road e il Queen’s Quarter. La potrete raggiungere percorrendo oltre 130 Km.

Giorno 5: costa di Antrim e Giant’s Causeway

Con un giro di poco più di 100 Km potrete assistere a qualcosa di veramente unico con tante attrazioni da visitare. A partire dalle Glens di Antrim, ovvero nove vallate incantevoli che strette scendono ripide fino a incontrare il mare e le meravigliose Giant’s Causeway. Consigliamo la visita ad alcuni dei villaggi delle Glens e sono: Glenariff, Glenarm e Carnlough, Glenariff. Nei pressi ci sono Cushendun, Murlough Bay e Carrick-a-Rede Rope Bridge.

Giorno 6: Derry e Fermanagh

Derry è vincolante se non obbligatoria durante un tour in Irlanda del Nord, tanto da far parte in maniera decisiva della storia irlandese. Da vedere c’è il Bloody Sunday Centre, il quartiere Bogside, Strabane Loop, The Sperrins Loop, una gita lungo il Lough Erne e i laghi dei fiume Erne sconfinando nella zona di Fermanagh, caratterizzata proprio dai laghi. Tutti i posti sono racchiusi in circa 70 Km.

Giorno 7: The Rosses e la penisola di Inishowen

Le zone del nord sono molto apprezzate dai viaggiatori perché ospitano posti unici e selvaggi. Con meno di 50 Km da percorrerete ci sono la consigliata Tory Island, ma anche piccoli centri quali Crolly e Gweedore (Gaoth Dobhair), oltre alla strada panoramica “Inishowen 100 Drive” e la più nota Malin Head.

Giorno 8: Glenties, Donegal Town e Ballyshannon

Non c’è nulla di più selvaggio di un itinerario lungo la costa del Donegal che guarda in direzione degli Stati Uniti, dunque dell’Oceano Atlantico. Questi luoghi a tratti incontaminati, occorre percorrere circa 200 Km per visitarli – regalano spiagge uniche sia per grandezza sia per bellezza, tra le più note di tutto il nord. Non perdete Rossnowlagh, Donegal Town, Lough Eske, Slieve League, Glencolumbkille e Portnoo.

Giorno 9: Sligo e la contea omonima

Tra le più belle terre d’Irlanda: la città di Sligo e la contea raccoglie la grandezza del poeta nazionale W.B. Yeats, le cui spoglie si trovano alle pendici delle Benbulben Mountains. Oltre al capoluogo consigliamo in circa 40 Km anche il Knocknarea, la tomba della regina Maeve, Carrowmore e Strandhill.

Giorno 10: Achill Island

L’Isola di Achill è remota rispetto alle tappe proposte ma sicuramente renderà la vostra giornata indimenticabile. Non dovrete imbarcarvi da nessuna parte visto che un ponte collega l’isola alla terraferma. Ci arriverete proseguendo lungo l’incantevole Atlantic Drive, parte conclusiva dei 140 Km da fare. Nel mentre segnaliamo le spiagge di Trawmore e Keem Strand.

Giorno 11: Westport, Clifden

Dopo la visita della bella Achill Island è tempo di proseguire in direzione del Connemara, territorio che ospita panorami mozzafiato con scorci davvero spettacolari. Ci sono molte cose da vedere in zona come la città di Wesport, ma anche Clew Bay e Croagh Patrick, il fiordo di Leenane, la dimora Kylemore Abbey, Renvyle Peninsula, Sky road e Clifden. Un tratto di circa 110 Km.

Giorno 12: Galway, Connemara

130 Km permettono di visitare una delle cittadine più incantevoli dell’Isola e una zona meravigliosa: il Connemara, citata da una celebre canzone interpretata da Fiorella Mannoia. Ci sono molte cose carine da non perdere sia sulla costa sia nell’entroterra. Oltre alla città di Galway, rinomata per i pub e ristoranti anche le spiagge di Carraroe, Carna, Maam Cross, Cong e Lough Corrib.

Giorno 13: Cliffs Of Moher, Doolin

Occorre fare più di 250 Km per ammirare qualcosa di meravigliosamente unico. Dal villaggio di Doolin si accede alle Cliffs of Moher, la prima attrazione dell’isola. Nel contempo visitate Loop Head, Spanish Point e Turlough O’Brien. Da queste parti potreste pensare persino di fare un salto alle Aran Island e nel Burren.

Giorno 14: ritorno a Dublino

È tempo di tornare a casa e di riavvolgere il nastro. Nei 250 Km da percorrere, però, si possono visitare ancora alcune zone importanti nei pressi del Burren come Kinvara, Black Head, la fortezza in pietra risalante all’età del ferro Cathair Dhun Iorais e il Clare Heritage and Genealogy Centre.