2-3 settimane in Irlanda

Girare per l’Irlanda immersi tra parchi, boschi, brughiere, scogliere, siti archeologici e monastici, aeree archeologiche, città e borghi.

Un percorso di circa 2000 km da vivere possibilmente in estate, della durata di due o tre settimane.

Tappe

  • Dublino
  • Dublino – Drogheda – Kells
  • Kells – Belfast
  • La costa di Antrim e le Giants Causeway
  • Derry e i laghi del Fermanagh
  • The Rosses e la penisola di Inishowen
  • Glenties – Donegal Town – Ballyshannon
  • Sligo
  • Achill Island
  • Westport – Leenane – Clifden
  • Connemara
  • Isole Aran
  • Cliffs of Moher – Doolin
  • Kilrush – Tralee – Dingle
  • Dingle Peninsula
  • Ring of Kerry
  • Killarney National Park
  • Bantry – Cork
  • Isole Aran
  • Cork – Cashel – Kilkenny
  • Kilkenny – Glendalough – Dublino

Il viaggio

Alcune delle tappe sopracitate sono percorribili macinando in una giornata almeno 200 km, per il resto gli spostamenti sono sempre piacevoli e comodi.

Giorno 1 e 2: Dublino

Un giro completo d’Irlanda ha come fulcro la capitale, Dublino. Una città capace sempre di stupire caratterizzata da scorci unici, vicoli pittoreschi e attrazioni a volontà. Scopri tutto su Dublino prima di iniziare un viaggio di due o tre settimane.

Giorno 3: Drogheda, Kells

La valle del Boyne è un’area davvero ricca di storia e archeologia. Il centro visitatori Brú Na Boinne Visitor Centre è soltanto una delle tappe insieme a Monasterboice, la più antica tomba a corridoio di Newgrange, Dowth, Knowth, Kells e lo Slane Castle. Un percorso di circa 80 Km.

Giorno 4: Belfast

Belfast è una città che racchiude in sé aree lealiste e repubblicane da visitare, contestualizzando la natura dei murales a forte impatto con connotati ispirati alla politica e all’aspetto religioso. Al passato si contrappone un futuro fatto di attrazioni turistiche e di divertimento nei tanti pub, ristoranti e locali serali. L’area è raggiungibile percorrendo oltre 130 Km.

Giorno 5: costa di Antrim e Giant’s Causeway

Con un giro di poco più di 100 Km lo scenario cambierà molto e puntando in direzione del mare avrete modo di ammirare le famosissime Giant’s Causeway tutt’intorno aggraziate dalla visuale delle vallate conosciute come Glens of Antrim. I villaggi delle Glens, Murlough Bay e Carrick–a-Rede Rope Bridge sono tappe obbligatorie in questo itinerario che coinvolge l’Irlanda del Nord.

Giorno 6: Derry e Fermanagh

Derry è tappa obbligata e oltre alle mura racchiude un passato politico visibile attraverso i suoi murali. Una travagliata storia irlandese da ripercorrere attraverso la visita al Bloody Sunday Centre, il quartiere Bogside. E poi sgomberate la mente puntando verso Strabane Loop, The Sperrins Loop, un giro lungo il Lough Erne e i laghi dei fiume Erne sconfinando nella zona di Fermanagh.

Giorno 7: The Rosses e la penisola di Inishowen

Qualcuno sostiene che la bellezza sia racchiusa tutta qui e che i paesaggi e la costa siano selvaggi quanto un branco di animali allo stato brado. Con meno di 50 Km avrete la possibilità di vitare Tory Island e i centri Crolly e Gweedore (Gaoth Dobhair), oltre alla strada panoramica Inishowen 100 Drive e la più nota Malin Head.

Giorno 8: Glenties, Donegal Town e Ballyshannon

Le coste del selvaggio Donegal son incontaminate e particolarmente apprezzate dagli esperti della tavola. La natura incontaminata bagnata dall’Oceano Atlantico comprende delle mete imperdibili quali Donegal Town, Lough Eske, Slieve League, Horn Head, Glencolumbkille e Portnoo.

Giorno 9: Sligo e la contea omonima

Terra di W.B. Yeats, le cui spoglie sono custodite alle pendici delle Benbulben Mountains, da queste parti vale la pena soffermarsi nella città di Sligo, prima di muoversi verso Knocknarea, la tomba della regina Maeve, Carrowmore e Strandhill.

Giorno 10: Achill Island

Achill è raggiungibile da Sligo attraverso un meraviglioso percorso. Non c’è bisogna di imbarcarsi basta proseguire lungo la Atlantic Drive, parte dei 140 Km da percorrere. Nel mentre segnaliamo le spiagge di Trawmore e Keem Strand.

Giorno 11: Westport, Clifden

Il Connemara è tra le aree più belle d’Irlanda, con tante cose da vedere e aria buona da respirare. Tra le località da vedere, tutto entro i 100 Km, ci sono Wesport, Clew Bay e Croagh Patrick, il fiordo di Leenane, la dimora Kylemore Abbey, Renvyle Peninsula, Sky road e Clifden.

Giorno 12: Galway, Connemara

La città di Galway dovrà essere il vostro rifugio almeno per una notte per poi muovervi con più calma nella splendida cornice del Connemara. Oltre alla movida offerta da pub e ristoranti presenti a Galway, è consigliato approfittare per visitare Roundstone, le spiagge di Carraroe, Maam Cross, Cong e il Lough Corrib.

Giorno 13: Isole Aran

Imbarcandosi con un traghetto da Galway o Ros a’ Mhíl (Rossaveal) è possibile spostarsi sull’isola Inishmore, la più grande delle tre isole. Il giro, che può essere anche di due ore, potrebbe trasformarsi in qualcosa di diverso. Sul posto ci sono dei b&b dove poter trascorrere la notte, godersi una birra dopo la passeggiata lungo le scogliere che precipitano nell’Oceano. Ammirate i muri in pietra e le caratteristiche case bianche, dalle dimensioni ridotte, con i tetti in paglia.

Giorno 14: Cliffs Of Moher, Doolin

C’è un posto che vale davvero la pena vedere. Le scogliere di Moher sono la maggior attrazione d’Irlanda, qualcosa di unico nello scenario costiero da visitare a piedi e magari approfittare di una bella giornata per fare una camminata lungo i sentieri che si snodano nell’area. Doolin è una buona meta di passaggio per riposare la testa e allietare una giornata di stanchezza con della musica tradizionale. Nei dintorni ci sono ancora da ammirare Loop Head, Spanish Point e Turlough O’Brien (Toirdelbach Ua Briain). Consigliato anche il vicino Burren con i suoi meravigliosi posti come Black Head, Cathair Dhun Iorais e il Clare heritage Centre.

Giorno 15: Kilrush, Tralee, Dingle

La penisola di Dingle è raggiungibile facilmente attraverso il passaggio per la cittadina di Limerick. Altrimenti è possibile approfittare del collegamento marittimo scegliendo l’imbarco su un traghetto che parte da Kilrush e sbarca a Killimer Tarbert. Questo percorso via mare permetterà di risparmiare tempo e in qualche modo di evitare il giro dell’estuario dello Shannon. Nei pressi ci sono da vedere Adare, il Bunratty Castle ed Ennis.

Giorno 16: Dingle Peninsula

La penisola di Dingle merita sicuramente particolare attenzione, soprattutto perché vanta una natura incontaminata e un aspetto selvaggio che appassiona gli ambientalisti. Tra i posti da non perdere ci sono Inch, la Dingle Circular Way, Slea Head e il valico montano Conor Pass.

Giorno 17: Ring of Kerry

Tra tutti gli anelli, questo è quello più lungo e affascinante da vivere immersi a tanta bellezza. I panorami da queste parti sono meravigliosi e invitano tutti a godersi lo spettacolo. Fate una tappa a Killarney oppure in uno dei posti della zona come Kenmare, Portmagee o Cahersiveen. Tra le attrazioni ci sono Derrynane House, la casa del politico Daniel O’Connell, il Lough Currane e Rossbeigh Strand.

Giorno 18: Killarney National Park

Questo meraviglioso parco della contea di Kerry nasconde tanti scorsi meravigliosi. Un’oasi di pace da poter vivere con ogni mezzo. Consigliate delle passeggiate, ma anche escursioni in bicicletta e perché no in barca. Da vedere Ross Castle, Heights of Aghadoe, Gap of Dunloe, Muckross e Lady’s View.

Giorno 19: Bantry, Cork

Five Finger Strand

Godetevi la Five Finger Strand che si allunga sulla costa del West Cork e mostra tutta la sua bellezza. Tra i punti di interesse da vedere ci sono anche il Blarney Castle, che custodisce la pietra dell’eloquenza, la Old Head, Inchydoney, Kinsale, i variopinti villaggi di Courtmacsherry, Glandore, Union Hall e Castletownshend, ma anche Cobh e il Drombeg Stone Circle. Da prendere in considerazione anche la Beara Peninsula e Mizen. Tra i luoghi interessanti ci sono Eyeries, Ring of Beara, Healy Pass, Mizen Head, Barley Cove e Coastal Road.

Giorno 20: Cork, Cashel e Kilkenny

Tra le mete imperdibili c’è Kilkenny, città medievale e particolarmente amata in Irlanda. Sul percorso da vedere ci sono Rock of Cashel, il villaggio ecclesiastico Saint Mullin’s, le Blackstairs Mountains, il Duiske Abbey National Monument e la cittadina di Carlow.

Giorno 21: Kilkenny, Glendalough e Dublino

Il ritorno a Dublino può avvenire gradualmente. Si possono ancora visitare diversi posti incantevoli come le Wicklow Mountains, Glendalough, Sally Gap, il villaggio di Enniskerry e la località costiera Bray. Tra le città c’è anche Wexford e altri meravigliosi posti come Tara Hill, Enniscorthy, Curracloe Beach, Rosslare Strand e Hook Head.