Itinerario Irlanda del Nordbrh1028, Pixabay

Immergetevi nell’itinerario Irlanda del Nord, un percorso molto amato dai turisti che consente di conoscere due centri urbani: Belfast e Derry, e tanti altri favolosi luoghi che si snodano lungo la Causeway Coastal Route, un percorso di oltre 300 chilometri nascosto tra valli rurali e villaggi.

Durante l’Itinerario Irlanda del nord non perdetevi la Contea di Antrim, le colonne basaltiche, i ponti di corda, gli strapiombi da brivido e le spiagge bianche.

Questo percorso è un viaggio di cinque giorni, che potrebbero diventare anche sei nel caso voleste prendervela con più calma e fare delle soste più lunghe.

Giorno 1. La città di Belfast

L’itinerario inizia da Belfast, città ricca di storia e di monumenti. Potrete dedicare la giornata alla visita del centro cittadino. Fino ai primi del ‘600, non era altro che un villaggio di nessuna importanza. Successivamente, la città fu concessa a sir Arthur Chichester, attivo colonizzatore del Devon inglese che attirò molti suoi compatrioti e ugonotti francesi. Da allora divenne centro sempre più importante fino al decollo definitivo durante la rivoluzione industriale. Il cuore urbano si sviluppa intorno a Donegal Square e al Parco delle Rimembranze.

Continuando l’itinerario verso ovest si snoda il quartiere ‘britannico’ con Great Victoria Street, il teatro vittoriano e Shaftsbury Square. Le due sono unite dal Golden Mile, la zona dei pub e dei ristoranti. Vi segnaliamo, all’angolo sud del Palazzo di Giustizia, May Street: dove all’angolo con Alfred Street, sorge la chiesa cattolica di San Malachia, sicuramente uno degli edifici georgiani più belli di Belfast. Da vedere, durante il soggiorno i murales ancora presenti nei quartieri cattolici e protestanti.

 

Giorno 2. Da Belfast a Cushendall

85 km da percorrere in 1 ora e 46 minuti a 50 km/h.
Da Belfast puntate in direzione dell’autostrada M2. A Newtownabbey occorre proseguire verso la città costiera di Carrickfergus, dove potrete fermarvi per ammirare il castello normanno del XII secolo. Proseguendo arriverete a Islandmagee, nei pressi dello straordinario percorso Gobbins Walk, recentemente riaperto. Il percorso prosegue verso Larne, nella contea di Antrim, da dove troverete l’accesso alle celebri Glens of Antrim: nove valli scavate da ghiacciai, villaggi costieri e altopiani di foreste di conifere, paludi e cascate.

Proseguendo verso la Coastal Route potrete raggiungere il villaggio costiero di Ballygally, c’è un antico castello che sembra sia abitato da un fantasma. A breve distanza, troverete il paesino di Glenarm che ospita l’omonimo castello, dimora dei conti di Antrim da 400 anni, visitabile da maggio a settembre. Salendo ancora lungo la costa, incontrerete Carnlough, che vanta un porto pittoresco. Nel caso voleste dormire qui, scoprite gli alloggi della zona. Se, invece, siete ancora in grado di proseguire lungo l’Itinerario cercate di fare una sosta al villaggio di Waterfoot ai piedi di Glenariff dove potrete fare una passeggiata lungo la spiaggia, prima di raggiungere il villaggio di Cushendall.

 

Cosa fare e visitare

  • Da vedere a Islandmagee: il Gobbins Walk, il drammatico percorso lungo la scogliera, recentemente riaperto. Occorre prenotare.
  • Da vedere a Cushendall: la Curfew Tower, una torre in arenaria rossa a quattro piani costruita nella città, per imprigionare fannulloni e rivoltosi.
  • Fermatevi in un Hotel a Cushendall

 

Giorno 3. Da Cushendall a Ballycastle

45 km da percorrere in 56 minuti a 50 km/h.
Visitate il Glenariff Forest Park, avete quattro percorsi da poter scegliere. Se siete dei fanatici della serie de Il Trono di spade, fate una sosta alle Cushendun Caves, vicino al pittoresco villaggio di Cushendun, proprio dove Melisandre partorisce “l’ombra” davanti allo sguardo sgomento di Davos. Nei dintorni, altri posti sono legati alla serie televisiva prodotta dalla HBO e sono Murlough Bay e la splendida vista da Torr Head. Proseguendo troverete Ballycastle e il lago che scompare a Loughareema. Fate una gita a piedi o in bicicletta nel Ballypatrick Forest Park, da dove potrete ammirare il mare di Moyle verso Rathlin Island.

 

Cosa visitare e fare

  • Da non perdere assolutamente nei dintorni di Ballycastle: Dark Hedges, la celebre strada delimitata da faggi intrecciati divenuta famosa grazie alla serie televisiva “Il Trono di Spade”.
  • Visitate Rathin Island, un’isola abitata. I traghetti partono da Ballycastle e impiegano 25 minuti per compiere la traversata di circa 10 chilometri.
  • Fate una sosta in un Hotel a Ballycastle

 

Giorno 4. Da Ballycastle a Portrush

35 km da percorrere in 44 minuti a 50 km/h.
Lasciate Ballycastle e raggiungete Portaneevey, dove potrete visitare il piccolo porto. Poi, armatevi di coraggio e arrivate a Larrybane, punto di partenza del ponte di corda che collega la terraferma alla piccola isola di Carrick-a-Rede.

Proseguite in direzione ovest fino ad arrivare alle celebri e meravigliose Giant’s, sito consacrato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Dopo una visita al Selciato del Gigante, e dopo le foto di rito, puntate verso Bushmills. Patria del whiskey, visitate la più antica distilleria del paese. Dal villaggio, potrete proseguire il viaggio verso il Dunluce Castle, situato lungo la costa in cima a una scogliera. Al tramonto – il momento più bello per la visita – scattate un po’ di foto prima di terminare la giornata nella cittadina di Portrush, famosa per le sue spiagge dorate, come quella di Whiterocks.

Visite da fare

  • Da non perdere assolutamente a Larrybane: Carrick-a-Rede, il celebre ponte di corda lungo 18 metri che attraversa il selvaggio mare della costa di Antrim. Sconsigliato a chi soffre di vertigini.
  • Da vedere le Giant’s Causeway, 40 mila colonne esagonali formate, forse, da un’intensa attività vulcanica risalente a milioni di anni fa.
  • Non perdete Bushmills, il villaggio che ospita l’omonima distilleria: la Old Bushmills Distillery e scoprite che oltre alla birra, nel paese si producono degli ottimi alcolici.
  • Visitate il Dunluce Castle, le cui rovine risalgono al XIV secolo. I minori, sotto i sedici anni, possono visitare il Castello solo se accompagnati da un adulto.
  • Dormite in un Hotel a Portrush

 

Giorno 5. Da Portrush a Londonderry

70 km da percorrere in 1 ora e 26 minuti a 50 km/h.
Durante il vostro ultimo giorno, visitate la cittadina costiera di Portstewart. Si tratta di una località molto frequentata dai surfisti. È possibile fare una passeggiate lungo la Nun’s Walk e ammirare uno straordinario panorama. Proseguite verso la città universitaria di Coleraine. Qui troverete il Mountsandel Fort, un sito mesolitico risalente a 9 mila anni fa. Sulla strada costiera andate in direzione ovest verso Castlerock e visitate il Mussenden Temple, arroccato in posizione precaria in cima a una scogliera. Sotto le spiagge di Downhill e Benone.

 

Tornate verso Limavady e fermatevi alla Roe Valley Arts and Culture Centre, dove potrete fare una passeggiata nel bosco. Gli amanti della pesca potranno divertirsi a cercare delle trote. Ripartite e raggiungete la città di Derry, indicata sulle mappe con il nome di Londonderry. Visitate le antiche mura e i cannoni e ammirate i murales.

Da fare e visitare

  • A Coleraine, visitate il Mountsandel Fort.
  • Da non perdere assolutamente: il Mussenden Temple.
  • Visitate l’antica Derry, una delle poche città interamente fortificate rimaste in Europa, che ospita pub, negozi, teatri, ristoranti e attrazioni di ogni genere.
  • Hotel a Derry

 

L’Itinerario nel Nord del paese è concluso.

Nel caso aveste tempo, proseguite il viaggio lungo la Wild Atlantic Way, la route 66 dell’Isola.

Hai trovato utile questo articolo?
5/513 voti