Loughareema

Ai laghi irlandesi sono sempre associate leggende, fatti veri o verosimili e Loughareema non fa certo eccezione. Noto come The Vanishing Lake, il lago che scompare, è situato a poche miglia da Ballycastle, nella Contea di Antrim in Irlanda del Nord.

Delle volte c’è altre no, così il lago Loughareema appare come un’incognita per gli automobilisti e i visitatori. Se siete interessati a una visita o sarete costretti a passare da questi parti, non potrete non fare i conti con questo misterioso specchio d’acqua.

Non c’è bisogno di leggere nessun libro o fare chissà quale ricerca, per capire il fenomeno della sparizione del Loughareema . Tutto dipende dall’ostruzione di un canale naturale. L’acqua, infatti, si concentra al di sopra di un letto all’interno del quale vi è un una cavità che porta al canale. Quando esso è ostruito, l’acqua stagna, quando è libero dalla torba, il deflusso delle acque va a finire nelle condotte nel sottosuolo. Questo processo avviene talmente velocemente, che resterete stupiti nel caso aveste la fortuna di assistere a uno svuotamento. Quando il Loughareema non c’è e il canale si ostruisce, sono le piogge a riempirlo. Ma nonostante le varie problematiche legate alla presenza dell’acqua, le autorità locali non hanno esitato a costruire una strada che taglia gli specchi d’acqua in due parti.

 

La leggenda sul Loughareema

Una storia locale, che viene tramandata di generazione in generazione, afferma che, nel 1898, John Magee McNeille aveva un gran fretta di andare a Ballycastle. Il colonnello doveva prendere un treno. Il militare a bordo della sua carrozza, sbagliò a calcolare la profondità delle acque del lago Loughareema e ordinò al cocchiere di attraversarlo.

Quando la carrozza, trainata da due cavalli, si trovò al centro del Loughareema, l’acqua fredda toccò il ventre degli animali rendendoli nervosi. A quel punto, il cocchiere usò la frusta per convincere i cavalli a tornare indietro. Ma appena tentarono di girarsi, persero l’equilibrio e finirono in acqua. Con loro morirono annegati anche il cocchiere e il colonnello. Come se non bastasse, dovete sapere che quando il bacino è pieno, c’è un fantasma che infesta le rive del Loughareema. La tradizione popolare vuole che nelle notti in cui le acque raggiungono il livello massimo i fantasmi delle persone affogate infestino le sue coste. Naturalmente non abbiate paura.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
5/51 voto