Sligo è un'importante città d’Irlanda, un crocevia strategico per il Nord dell'Isola. Si dice: "Se vai nel Donegal devi passare per Sligo".

Sligo town

Sligo Town è un’ottima meta turistica e un passaggio cruciale per il Donegal: oltre alla campagna offre mare, montagne e laghi. A Sligo Town e dintorni è possibile fare lunghe passeggiate, spingersi fino alle pendici del monte Benbulben, oppure ammirare girare in tondo il Lough Gill, ancora la Sligo Bay che si affaccia sull’Oceano Atlantico.

Sligo deriva dalla parola gaelica Sligeach, che letteralmente significa “posto pieno di conchiglie”. Il nomignolo è affibbiato al fiume che passa nella cittadina prima di finire nell’Oceano, l’attuale Garavogue, emissario del Lough Gill, proprio perché ricco di conchiglie e di molluschi marini portati dalle correnti oceaniche nell’estuario della foce.

La visita

Sligo è una città da vivere e visitare. Inizi con una sosta alle rovine dell’abbazia domenicana del XIII secolo (1252): la Sligo Abbey (Convent of the Holy Cross), prima di raggiungere la famosa statua di Yeats all’angolo tra Markiewicz e Hyde Bridge. Per conoscere qualcosa di profondamente antico, si consiglia la visita a Michael Quirke, uno scultore che lavora il legno su Wine Street. A Sligo tutto parla di William Butler Yeats, il poeta nazionale per intenderci, celebrato in ogni forma.

Nel centro di Sligo Town c’è la Cathedral of the Immaculate Conception, ovvero la Cattedrale cattolica dedicata all’Immacolata Concezione, risalente al 1874. Edificata inizialmente su un’area protestante, fate caso alle porte che non sono rivolte verso la città. La cattedrale, luogo di culto, vanta ben 69 vetrate e 9 potenti campane che non sono suonate per paura di danneggiare il campanile.

Prosegui la visita di Sligo ammirando il City hall, il municipio per l’esattezza, costruito nel 1865 in perfetto stile rinascimentale italiano. Tra gli eventi che ogni anno si tengono in questa città, segnaliamo l’Arts Festival, una settimana di musica dove protagonisti saranno tutti i generi musicali e diverse esposizioni artistiche.

Nei dintorni

Da non perdere nei dintorni di Sligo Town sia le tombe megalitiche di Carrowmore, a pagamento, sia Standhill, una stazione balneare comprendente anche un campo da golf. Sempre nelle vicinanzetroverete la tomba della regina Maeve. Dovrete recarvi in cima alla montagna di Standhill, dove probabilmente una leggenda svelerà che probabilmente i resti della reale non vi sono mai stati custoditi.

Ancora da visitare c’è il cimitero di Drumcliff che ospita appunto la tomba di Yeats. Si trova sulla sinistra, nei pressi dell’ingresso al camposanto. L’epitaffio recita “Cast a cold eye on life, on death. Horseman pass bye W. B. Yeats 1865-1939”. Vicino a Drumcliff ci sono le Glencar Lake, famoso per le cascate. Nel caso non foste esausti, dirigetevi a Cliffony a vedere la Caim di Creevykeel, una tomba neolitica che vanta appena cinquemila anni. Meravigliosa la zona lungo il Lough Gill, da visitare sia a piedi sia in bicicletta, e il Parke’s Castle, un maniero fortificato.