Limerick

Limerick è una delle grandi città della Repubblica d’Irlanda caratterizzata dalla Cattedrale medievale e dal duecentesco King John’s Castle.

Limerick, in gaelico Luimneach, che significa palude deserta, è situata nella parte sud-occidentale dell’Irlanda a ridosso della foce del fiume Shannon. La città è capoluogo dell’omonima contea, nella provincia storica di Munster, terza città della Repubblica, e ospita poco più di 50 mila abitanti.

Costruita a scacchiera e abitata da giovani studenti e da turisti, Limerick si presenta con una spiccata vita sociale. L’area si colloca come un attivo porto commerciale, sede di industrie alimentari, meccaniche, elettrotecniche, calzaturiere, dell’abbigliamento, del mobile, del tabacco e del cemento. Non felicemente stereotipata come città dei coltelli, il capoluogo può fregiarsi di un’antica tradizione sportiva: il rugby e lo hurling.

Limerick è celebre perché ospita la Cattedrale medievale di Santa Maria e St John’s Square, affiancata dalle residenze georgiane e dal noto castello, affacciato sul fiume, considerato uno dei luoghi simbolo cittadini. Fondata dai Vichinghi verso il X secolo, dopo la battaglia di Clontarf, la città fu distrutta dalle truppe di Brian Boru. Ricostruita, il centro urbano diventò residenza dei re di Munster prima di cadere in mano agli Anglo-Normanni. L’anima cittadina raccoglie così due città, una inglese e l’altra irlandese che si svilupparono l’una accanto all’altra.

La storia della città

Limerick

Dopo il periodo vichingo, Limerick non trovò pace e fu assediata varie volte durante il XVII secolo. Nel 1642 gli Irlandesi Confederati s’impossessarono del castello liberandolo dalle truppe inglesi. La città fu assediata dalle armate di Oliver Cromwell comandate da Henry Ireton nel 1651. I Confederati appoggiavano le pretese al trono di Carlo II, e gli assedianti lottarono per una repubblica parlamentare. Purtroppo la popolazione dovette fare i conti con carestia e peste che portarono alla morte di cinquemila residenti prima che Irishtown cadde sotto i bombardamenti.

Nel 1690, Limerick fu ancora assediata. Questa volta toccò a Guglielmo d’Orange. Patrick Sarsfield, capo della guarnigione giacobita, mise a segno un attacco a sorpresa e il nemico fu costretto a ritirarsi. Un anno dopo, però, la città si arrese in seguito alla firma della pace, violata poi nel 1692 dal Parlamento. Ricominciarono così le confische di beni e le persecuzioni. Fino all’inizio del XX secolo Limerick si segnalò per il suo spirito ribelle, come testimonia lo sciopero generale del 1919 contro la dominazione inglese. Limerick è oggi formata da tre quartieri storici: Irishtown, Englishtown e Newton Pery.

I tre quartieri storici di Limerick

Contea di Limerick

Il centro cittadino è diviso nelle due antiche e tradizionali zone di “English Town” nella parte terminale meridionale di Kings Island, che include il castello, ed “Irish Town” che include le antiche strade sulla sponda meridionale del fiume, alle quali si aggiunge il centro economico chiamato “Newtown Perry”. L’ultima zona fu costruita nel tardo XVIII secolo, prima dell’Act of Union. Le aree suburbane, dove vive oggi la maggior parte della popolazione, sono cresciute partendo dal centro lungo le strade principali per Ennis, Dublino e Cork. Sebbene ci siano state molte demolizioni, l’architettura georgiana è evidente nella Newtown Perry.

Cosa vedere a Limerick

Limerick è un viaggio attraverso le sue bellezze, a cominciare dal celebre John’s Castle situato nella “English Town”. Si tratta di un’impressionante fortezza anglo-normanna del XII secolo dove si incontra il periodo vichingo, la storia locale, le macchine da guerra presenti nel cortile e una torre dedicata al re Giovanni. Nei sotterranei sono ospitate le fondamenta di tre case pre-normane. Un’altra bellezza da ammirare, nella English Town, è la St Mary Cathedral. Aperto tutti i giorni, a pagamento, l’Hunt Museum è uno dei musei più prestigiosi d’Irlanda e propone una bellissima collezione di gioielli e d’arte che vanno dall’età della pietra fino al XX secolo. Situato nella storica Custom House del XVIII secolo, lungo Rutland Street, la costruzione conserva un’importante collezione di circa 2000 opere artistiche e antichità, tra le quali le fatiche di John e Gertrude Hunt. Opere principali sono la Antrim Cross del IX secolo, uno schizzo di Pablo Picasso e un cavallo di bronzo, attribuito a Leonardo da Vinci.

King John’s Castle, il castello di Limerick

King John’s Castle, Limerick

King John’s Castle si trova su King’s Island, l’Isola del Re, nel cuore della città medievale di Limerick, e risale a oltre 800 anni fa. La visita alla roccaforte è un viaggio nel passato attraverso la tecnologia. I bambini, in particolare, adoreranno l’incredibile gamma di animazioni generate al computer e le ricostruzioni storiche attraverso delle proiezioni spettrali. Ancora più suggestivi i giochi medievali ai quali poter partecipare nel cortile del castello: il tris, il lancio del ferro di cavallo, la sega medievale e molto ancora sono una parte dei divertimento assicurato. Le aperture del King John’s Castle rispettano i seguenti orari nei mesi autunnali e invernali: dalle 9.30 alle 17, mentre in primavera ed estate la chiusura è posticipata alle 18.

Saint Mary’s Cathedral

Orari di apertura: Lunedì – Sabato 11 – 16. Ingresso a pagamento

Saint Mary's Cathedral

Fondata nel 1168, la Saint Mary’s Cathedral si trova nel cuore della città medievale di Limerick e quotidianamente è possibile partecipare alla funzione religiosa secondo la tradizione anglicana. Saint Mary’s è la cattedrale più antica della Wild Atlantic Way, un vero e proprio tesoro dell’arte religiosa irlandese. Dalle personalità sepolte alla Lady Chapel, resterete affascinati da questa incantevole cattedrale.

The Hunt Museum

The Hunt Museum, Limerick

Hunt Museum, in gaelico Iarsmalann Hunt, custodisce opere di noti artisti del calibro di Pablo Picasso, Jack B. Yeats e Sybil Connolly nonché l’opera di Leonardo da Vinci. Il museo è situato nel cuore cittadino della città di Limerick e vanta numerose collezioni nonché numerose attività: un tour intorno al museo, arti e mestieri, attività per bambini, campeggi, incontri, conferenze, seminari, ricevimenti e cene. Originariamente situate presso l’università di Limerick, le collezioni sono state trasferite nel 1997 in questo edificio che attualmente è identificato come la “Casa georgiana delle dogane”, struttura progettata da un architetto italiano, Davis Ducart, dunque con lo stile made in Italy. Al suo interno troverete oltre duemila manufatti. I pezzi più antichi risalgono all’età della pietra e dell’antico Egitto: la collezione comprende la croce di Antrim (un bronzo del nono secolo), abiti di designer irlandese Sybil Connolly, disegni di Picasso e un cavallo di bronzo (attribuito al nostro magnifico Leonardo da Vinci). Dello stesso tenore e bellezza è il palazzo Customs House. che ospita l’Hunt Museum, in perfetto stile palladiano.

Irishtown

Irishtown

Tra le cose da vedere segnaliamo il Milk Market (Mungret Street), situato nel quartiere medievale Irishtown dove rimane ben poco dello storico tessuto urbano nonostante sia una delle aree più antiche della città. La costruzione di Newtown Pery ha portato a nuovi orizzonti. Le abitazioni furono convertite in case popolari e affittate ai residenti più poveri della città. Le strutture erano così fatiscenti che in molti vivevano nelle baraccopoli, in particolare nei vicoli delle strade principali. A partire dal ventesimo secolo, i bassifondi furono eliminati e la zona di si sbriciolò letteralmente fino alla sua ricostruzione che avvenne agli inizi degli anni Novanta. Altro simbolo cittadino è l’Università risalente al 1972. Vanta di essere la prima università irlandese istituita dalla fondazione della Repubblica d’Irlanda (Eire).

Eventi a Limerick

Il vostro soggiorno a Limerick potrebbe coincidere con uno degli appuntamenti annuali cittadini. Prendete in considerazione le serate organizzate dal Jazz Festival oppure il Culture Night. Due eventi importanti per la città. E sempre in tema di musica vogliamo svelare una curiosità che riguarda questo posto. La cantante Dolores O’Riordan (Ballybricken, 6 settembre 1971 – Londra, 15 gennaio 2018), autrice e chitarrista dei The Cranberries, recentemente scomparsa, è nata qui. Dopo aver lasciato (non ufficialmente) la formazione per intraprendere la carriera da solista nel 2003, è tornata nel gruppo nel 2009. Fino al triste epilogo: la morte improvvisa.

Dove dormire a Limerick

Limerick assicura un ottimo patrimonio di hotel, bed&breakfast e ostelli dove poter dormire. Ovviamente è sempre consigliato prenotare in anticipo scegliendo la struttura più adatta in base alle vostre esigenze e alle recensioni dei clienti. Consigliamo:

  • The Old Quarter Townhouse
  • George Limerick Hotel
  • Radisson BLU Hotel and Spa, Limerick
  • Maldron Hotel & Leisure Centre Limerick
  • Limerick City Hotel

Prenota ora!

Dove mangiare a Limerick

Ci sono moltissimi ristoranti e pub dove poter consumare dei pasti, molti propongono la cucina internazionale e ovviamente i tipici piatti irlandesi. Le specialità di Limerick potrete trovarle al

  • Coqbull,
  • The Cornstore
  • Hook & Ladder Sarsfield Street
  • Freddy’s Bistro
  • Katie Dalys Heritage Pub & Kitchen
  • The East Room
  • Hi Way Restaurant

Come raggiungere la città

Da Dublino potrete raggiungere Limerick via bus o in treno. Il viaggio in auto è molto comodo e ci si impiega circa due ore (fate riferimento all’autostrada M7). Da Cork è la stessa cosa, la distanza è inferiore. In questo caso fate riferimento alla N20. L’Aeroporto di Shannon, pur trovandosi a meno di 25 chilometri, non è uno scalo raggiungibile dall’Italia.

Meteo a Limerick

LIMERICK WEATHER

Cosa vedere nei dintorni di Limerick

Limerick si trova sulla costa Ovest della Repubblica di Irlanda, a metà strada tra le città di Cork e di Galway e non molto lontana alle celebri attrazioni come il Killarney National Park, le Cliffs of Moher, le Isole Aran e la Rocca di Cashel. Da segnalare a breve distanza il Bunratty Castle, uno splendido castello, situato a soli 15 chilometri a ovest dal centro cittadino, capace di stupire con i banchetti dei soldati e la Great Hall, la più bella sala della fortezza, e gli appartamenti del Conte. Meraviglioso anche il parco annesso alla fortificazione oltre al villaggio di contadini ricostruito.