Leopold Bloom

Ecco il significato del Bloomsday, la commemorazione che annualmente si tiene il 16 giugno e ripercorrere la vita di James Joyce attraverso l’opera somma: l’Ulisse.

Da Dublino ad altre parti del mondo, le celebrazioni si rincorrono. La festività rievoca gli eventi dell’Ulisse, il romanzo più celebre dello scrittore irlandese, che si svolge in una sola giornata, il 16 giugno 1904, nella capitale irlandese.

Scopriamo il significato del Bloomsday.

 

Il vero significato del Bloomsday

Festa laica in Irlanda, il nome Bloomsday deriva dal cognome del protagonista del romanzo, Leopold Bloom. Per capire il significato del Bloomsday, occorre comprendere che il 16 giugno è il giorno in cui Joyce e, quella che sarà la sua compagna per tutta la vita, Nora Barnacle, si dettero il primo appuntamento. Un incontro che si consumò con una passeggiata verso il villaggio di Ringsend.

Nasce così il significato del Bloomsday, la cui prima edizione si è svolta nel 1950, in occasione del trentennale della pubblicazione dell’Ulisse. Ad opera di alcuni scrittori, che per celebrare tale ricorrenza ripercorsero le peregrinazioni di Leopold Bloom attraverso la città. Una volta Joyce disse di avere volutamente scritto un romanzo incomprensibile:

“Ho voluto ironizzare sui professori dato che sono ossessionati dai significati delle cose. Nell’Ulisse ho inserito talmente tanti enigmi che saranno impegnati per secoli a discutere sul loro significato preciso”.

Significato del Bloomsday, riferimenti nella cultura di massa

  • Il primo a spiegare il significato del Bloomsday è il film “Per favore, non toccate le vecchiette” di Mel Brooks, il personaggio interpretato da Gene Wilder si chiama Leo Bloom in onore del personaggio di Joyce. Nel musical tratto dal film, nella scena che si svolge di sera alla Bethesda Fountain in Central Park, Leo chiede: “Quando sarà il Bloomsday?”. Nella scena iniziale, nella quale Bloom incontra per la prima volta Max Bialstock, il calendario appeso al muro dell’ufficio indica la data del 16 giugno.
  • Il gruppo musicale di San Francisco, col nome omonimo, è stato fondato da estimatori di Joyce che incorporano il tema dell’epica nell’ordinario nelle loro canzoni.
  • Nel film Slacker di Richard Linklater viene letto un estratto dell’Ulisse in una scena del film, mentre un altro film del regista, “Prima dell’alba”, si svolge il 16 giugno.
  • Il primo verso della canzone degli U2 Breathe, dall’album “No Line on the Horizon”, contiene la menzione del 16 giugno (16th of June, 9:05).
  • Nella puntata dei Simpsons dove la famiglia va in Irlanda, si vedono delle persone che leggono l’Ulisse in occasione della ricorrenza e ne spiegano il significato del Bloomsday.

 

Altre risorse