La Pasqua in Irlanda è un evento religioso intriso di tradizioni la cui preparazione avviene sin dal primo giorno di Quaresima, ovvero nei quaranta giorni antecedenti la domenica pasquale.

Tradizioni pasquali irlandesi

Tradizioni pasquali

Le tradizioni di Pasqua in Irlanda passano attraverso svariati simboli come agnelli, fiori primaverili, uova e uccelli o pulcini. Queste giovanissime gallinelle, diventate popolari al pari dei coniglietti, le troviamo proposte un po’ ovunque come icone e simbolo dell’evento. Dalle decorazioni casalinghe ai biglietti di auguri, trovano spazio le forme di coniglio al cioccolato e uova colorate di tutti i tipi. La preparazione alla Pasqua in Irlanda prevede le pulizie di primavera, che serviranno a purificare la casa in vista della benedizione dal sacerdote locale. Inoltre, le tradizioni pasquali cominciano ben prima le festività. Già durante la Quaresima, i cattolici dovrebbero astenersi dal mangiare carne rossa, che andrebbe rimpiazzata col pesce. Una pratica largamente diffusa in Italia. Questa ritualità si estende alle zone rurali dell’Isola, come una cerimonia religiosa che perdura da centinaia di anni.

Da cosa deriva il termine Pasqua

La parola Pasqua, deriva da Eostre, che può riferirsi alla pagana dea Ostara. È una festa centrale e importante dell’anno liturgico cristiano perché tratta della risurrezione di Gesù dopo la sua crocifissione nel Venerdì.

Scopri come Augurare buona Pasqua in gaelico!

Storia, preparazione e usanze

Essendo l’Irlanda tra le Nazioni più cattoliche al mondo non è difficile trovare persone che praticano “fioretti”. Parliamo di piccole e grandi rinunce, che possono riguardare la privazione di cibo, sessioni di digiuno, o rinunce a fumare, a bere, o addirittura a guardare la tv. Si stima che il 90 per cento della popolazione irlandese partecipi o rispetti le tradizioni pasquali e le feste liturgiche più in generale.

Pasqua in Irlanda, Easter Ireland
  • Mercoledì delle ceneri

    Il Mercoledì delle Ceneri, ossia il mercoledì precedente la prima domenica di Quaresima, gli irlandesi partecipano alla benedizione e si recano a lavoro con la Croce di cenere tracciata sulla fronte. L’osservanza della Pasqua in Irlanda prevede che la cenere scivoli via naturalmente. Dunque, non è raro vederli andare in giro con la faccia marcata. Non spaventatevi se doveste incontrare persone che si aggirano per uffici statali, banche o per strada con il volto imbrattato di cenere.

  • Venerdì Santo: digiuno, morte, vita

    Durante il Good Friday non si praticano lavori all’aperto, ci si prepara spirito e corpo. Recarsi in Chiesa è d’obbligo, confessarsi è dovere e non ci si può esimere dal chiedere il perdono dei peccati. Ci si taglia i capelli e le unghie e, chi può, acquista un abito nuovo da indossare per la Messa. Le uova vengono presentate in famiglia durante il Venerdì Santo, per essere poi mangiate la Domenica. Possono essere dipinte con colori e disegni differenti, mentre ai più piccoli sono riservati composizioni al cioccolato.

    Secondo le tradizioni pasquali irlandesi, alcuni devoti praticano il digiuno fino a mezzogiorno, poi mangiano un pezzo di pane e tre sorsi d’acqua in onore della Santissima Trinità. Non tutti lo fanno, ma molti si tolgono le scarpe quando entrano in Chiesa. Si resta in silenzio dalle 12 alle 15, si visitano i cimiteri e i pozzi sacri dove l’acqua, nel giorno del Venerdì Santo, pare abbia proprietà curative. Qualcuno pianta una piccola quantità di semi come benedizione sul raccolto futuro. Un bambino in Irlanda nato di Venerdì Santo, e battezzato la Domenica di Pasqua, avrà il dono della guarigione. Coloro che muoiono il Venerdì Santo hanno il diritto di andare in cielo. Le uova di gallina raccolte in questo giorno sono contrassegnate da una croce.

  • Sabato Santo

    Il Sabato Santo è un giorno dedicato alla riflessione e di preparazione alla Veglia pasquale, che secondo le tradizioni pasquali inizia alle 22. Durante la giornata nulla toglie di partecipare a qualche cerimonia liturgica e procurarsi dell’acqua benedetta. Alcuni fedeli ne bevono tre sorsi.

  • Domenica di Pasqua

    Tanto per cominciare, la domenica di Pasqua in Irlanda potreste svegliarvi molto presto e andare con la vostra famiglia a fare un giro in collina ad assistere ai colori dell’alba. I cattolici interpretano questa luce come la Resurrezione del Salvatore dalla sua tomba. Detto ciò, diciamo pure che in questo giorno di festa tutta la famiglia indossa abiti nuovi e si va in Chiesa per assistere alla Messa. Le ragazze possono indossare nastri per capelli verdi, un vestito giallo e le scarpe bianche. Sono colori che indicano purezza e un nuovo inizio di vita, proprio come nella Resurrezione. Le uova colorate – e magari benedette – possono essere date in dono alle persone care. Poi, ci si riunisce in famiglia attorno a una zuppa di porri e agnello arrosto, prosciutto, porzioni di patate, ortaggi, carni, ripiene, pane e tutto ciò che costituisce una buona festa irlandese. Soltanto a pranzo concluso, i bambini possono scartare pezzi di cioccolato. Gli adulti, invece, prima di accaparrarsi la torta dovranno organizzare un ballo per stabilire a chi toccherà il pezzo più grande. Il miglior ballerino otterrà il premio.

IL TUTORIAL

Come colorare le uova di Pasqua?

Nei giorni che interessano le tradizioni pasquali, le uova in generale sono molto ambite e oltre a finire sulla tavola, sode e benedette, sono contese dai bambini durante la caccia all’uovo di Pasqua. Una volta simbolo di fertilità pagana, ai giorni nostri assumono un carattere ludico o nutritivo. Si possono colorare e perfino nascondere in giardino per poi cercarle nel giorno più importante: ovvero la Domenica di Pasqua.

Competizioni e festival

In alcune zone della Repubblica d’Irlanda, soprattutto in Irlanda del Nord, nei giorni delle tradizioni pasquali sono organizzate delle vere e proprie competizioni. Una delle sfide più divertenti è quella di rotolare tenendo delle uova appoggiate su un cucchiaio stretto tra i denti. State attenti a non fare la frittata. In particolare il giorno di Pasqua si tengono numerosi festival come il Fairyhouse, una delle più prestigiose corse di cavalli, il Food Galway Festival e l’attesissimo Racing Home Easter Festival, che si svolge a Cork.

Pasqua 1916, Dublino

La rivolta del 1916, in inglese Easter Rising, in gaelico Éirí Amach na Cásca, fu una ribellione avvenuta in Irlanda durante la settimana di Pasqua del 1916. I militari irlandesi, cercarono di ottenere con la forza l’indipendenza dal Regno Unito, durante una rappresaglia che durò dal 24 al 30 aprile 1916.