La birra irlandese è tra le bevande più antiche al mondo e non è un caso se la loro diffusione ha conquistato il mondo. Il segreto sta tutta nella qualità, mai svanita col passare del tempo. Così piccoli birrifici sono diventati industria e le birre irlandesi sono riuscite a collocarsi come prodotti eccellenti. Un po’ come accade per il vino in Italia.

Solitamente la birra irlandese è rappresentata dalla Guinness, la nera di Dublino, questo perché non si ha la percezione di quanto sia importante la produzione che avviene sull’isola. Sono molte le birre irlandesi che potrete scoprire, degustare farle vostre. Affezionarvi a loro. Non esistono solo le stout, ossia le nere. Ci sono anche le bionde e le rosse di diversa gradazione e compattezza.

Ciò non vuol dire che dovrete fare a meno di visitare la Guinness Storehouse, conosciuta come la fabbrica della Guinness. Lungi da noi. Sorseggiare una pinta di nera guardando i tetti di Dublino è cosa importante e irrinunciabile. Vogliamo dire soltanto che la birra irlandese è una cultura che celebra tante, ma proprio tante, birre irlandesi.

La birra irlandese: i marchi più noti

La birra irlandese è sinonimo di tradizione: un legame indissolubile tra il prodotto e la storia che lo lega a questa terra. Al pari della bandiera e dell’inno nazionale, che accompagna ogni momento di vita del popolo d’Irlanda, presentiamo un elenco delle birre irlandesi più conosciute e apprezzate in Irlanda, in Italia e nel resto del mondo.

Guinness

Arthur Guinness, a soli 34 anni, affittò il birrificio di St James’s Gate sottoscrivendo un contratto di 9 mila anni a 45 sterline al mese. La sua visione del futuro era più che azzeccata. La stout di Dublino, la birra irlandese per eminenza, stava per diventare una delle bevande più amate al mondo.

Harp Lager Sign

La Harp ed è considerata la bionda d’Irlanda, è una birra irlandese molto apprezzata e pluripremiata. È disponibile in patria in due versioni: Lager e Strong, rispettivamente con gradazioni di 4,3% e 6,3%. La Lager da esportazione è prodotto al 5%. Si tratta di una birra chiara del gruppo Guinness e ora di proprietà della multinazionale Diageo.

Beamish beer

La Beamish è prodotta a Cork, nel sud dell’Irlanda, e con il suo gusto secco si conferma una vera stout amara. Una reale alternativa alla celebre Guinness. Anche le techiche di spillatura sono molto simili alla birra irlandese per eccellenza. Peccato che l’edificio storico di produzione è ormai chiuso e si trova nel cuore della vecchia città medievale di Cork, proprio vicino alla Porta Sud. Per il resto la fabbricazione è limitata all’Irlanda..

Birra Murphy's

La Murphy’s è una birra irlandese prodotta a Cork, apprezzata dagli amatori, e si classifica come un’ottima stout. In Italia si trova facilmente, anche se pochi pub la commercializzano. La sua produzione risale fin dal 1856 nell’omonimo birrificio di Cork, nell’Irlanda meridionale.

Smithwick's!

Smithwick’s, la celebre birra irlandese rossa prodotta a Kilkenny, risale ai primi anni sessanta fino a metà degli anni ottanta. Si tratta di un blend popolare – probabilmente la seconda birra per popolarità in Irlanda dopo la Guinness – che ancora mantiene un alto numero di supporter. Diciamo che è tra le birre irlandesi più amate in patria.

Caffrey's

La Caffrey’s è una birra irlandese scura prodotta dall’industria della birra Thomas Caffrey Brewing Company a Belfast nell’Irlanda del Nord. È simile alle altre stout irlandesi, come la Guinness, Beamish o Murphy’s in quelle più famose. Poco acida e cremosa è disponibile in lattine di alluminio.

Le birre irlandesi

Birre irlandesi

Leggenda vuole che fosse proprio Colombano, nel VI secolo, a introdurre l’uso della distillazione per i super alcoolici e la bollitura per la birra. Così i centri monastici di tutta Europa diventarono così ritrovi devoti alla produzione di bevande. Anche in Irlanda. Con questo approccio presentiamo l’elenco completo delle birre irlandesi prodotte sull’isola e la gradazione alcoolica.

Se foste intenzionati a produrre la birra fatta in casa, consigliamo l’acquisto di un Kit di fermentazione. Provateci per gioco e magari la passione si trasformerà in mestiere!

BirraColoreStileGradi
Beamish stoutneroStout/Porter4,5%
Caffrey’s stoutneroStout/Porter4,7%
Caffrey’sambratoAle4.8%
O’Hara’S CurimchiaraIrish Wheat4.3%
O’Hara’S StoutneroStout/Porter4.3%
Moling’s Traditional Red AleambratoIrish Red Ale4.3%
D’Arcy’s Dublin StoutneroStout/Porter4.7%
Guinness DraughtneroStout/Porter4.2%
Guinness Extra Stout (Original)neroIrish Dry Stout5.6%
Guinness Foreign Extra StoutneroExport stout7.5%
Guinness Special ExportneroStout/Porter8%
Guinness The 1759 limitedambratoAle5%
Harp LagerchiaraLager5%
Harp StrongchiaraStrong Lager6,30%
McFarlandambratoAle5,6%
Murphy’sneroStout/Porter4%
Porterhouse oyster stoutneroStout/Porter4,6%
Porterhouse oyster redambratoRed ale4,2%
Porterhouse Wrasslers XxxxscuraStout5%
Kilkenny IrishambratoAles/Bitters4.2%
Kilkenny Strongrosso intensoIrish Red Ale6,4%
Smithwick’sambrataRed Irish Ale3,80%
La storia delle birre irlandesi

Conoscere la storia delle birre irlandesi è d’obbligo se si è degli intenditori di birra e in particolare della birra irlandese. Degustate i retroscena della Smithwicks prodotta a Kilkenny oppure della Beamish di Cork, passando per la famosa nera di Dublino firmata da Arthur.