Diageo

Diageo è un colosso mondiale sul mercato degli alcolici nato dalla fusione della britannica GrandMet e dell’irlandese Guinness Plc.

Correva l’anno 2012, quando con un nome di fantasia è stata creata la società di consulenza di branding Wolff Olins.

Diageo è composto dalla parola latina “dia”, vale a dire il giorno e la radice greca “geo”, che significa il mondo, ed è pensato in riferimento al piacere che ogni giorno possono dare i loro prodotti nel mondo.

 

Come nasce Diageo

Diageo è stata costituita nel 1997 dalla fusione di Guinness e Grand Metropolitan. Una fusione fortemente voluta dai dirigenti Anthony Greener e Philip Yea appartenenti al gruppo Guinness oltre a George Bull e John McGrath facenti capo al GrandMet. Greener è stato il primo presidente esecutivo. Fino al 2000, il colosso è stato di proprietà Pillsbury, prima di essere venduto a General Mills.

Nel 2002, Diageo vende la catena di fast food Burger King e nel 2011 viene acquisita la società di liquori turca Mey Icki. Nel 2012 c’è l’acquisizione di Ypioca, celebre marchio brasiliano. Qualche mese dopo, l’organizzazione annuncia un miliardo di investimento per la produzione di Scotch, costruendo una nuova distilleria.

Sempre nello stesso anno, il gruppo decide di acquisire una partecipazione del 53,4% nella società indiana United Spirits. Nel novembre 2014, il colosso ha ceduto Bushmills Irish whiskey in cambio della proprietà della tequila Don Julio. Tra il 2015 e il 2016, sono state vendute attività vinicole di Treasury Wine Estates e altri marchi, come Navarro Correas e Chalone Vineyard e Grand Marnier, che produceva un cognac e amaro.

 

Marche di bevande commercializzate

Ecco i marchi commercializzati da Diageo.

  • Birra: Guinness, Tusker, Smithwick, Harp Lager, Kilkenny, Kaliber (non alcoliche), Windhoek.
  • Scotch whisky: Johnnie Walker, Buchanan, Cardhu, Justerini & Brooks (J & B), Bell, Black & White, White Horse, Logan, Caol Ila, Vat 69, Oban, Talisker, Lagavulin, Glen Ord, Glenkinchie, Dalwhinnie, Cragganmore, Clynelish, Singleton, Haig, Reale Lochnagar, Glen Elgin, Knockando, il pizzico Dimple, re Giorgio IV.
  • Vodka: Smirnoff, Cîroc, silenzioso Sam, Popov, Ketel One.
  • Gin: Gordon, Tanqueray, Booth, Gin Nolet.
  • Rum: Captain Morgan, Bundaberg, Pampero, Cacique, Myers di, Zacapa.
  • Bourbon: Bulleit, IW Harper, Orphan Barrel.
  • Whiskey americano: di Seagram Seven Crown.
  • Whisky canadese: Crown Royal, di Seagram VO.
  • Tennessee whisky: George Dickel.
  • Tequila: Peligroso, Don Julio, DeLeon.
  • Grappe: Nero Haus, Rumple Minze.
  • Bàijiù: Shui Jing Fang, Nep moi.
  • Bevande miste: arcieri, Pimm, Jeremiah Weed, Smirnoff cocktail.
  • Liquori: Baileys, Sheridans, Yukon Jack, Godiva.
  • Raki: Yeni Raki, Tekirdag Rakısı, Kulup raki, Altinbas.

Diageo distribuisce anche Unicum, Zwack e Grand Marnier. Inoltre, il colosso vanta di essere il più grande produttore di whisky al mondo con distillerie di malto aperte al pubblico a Blair Athol, Glenkinchie, Dalwhinnie, Reale Lochnagar, Cragganmore, Cardhu, Glen Ord, Clynelish, Talisker, Oban , Caol Ila e Lagavulin. Altre distillerie non visitabili al pubblico includono Linkwood, Knockando, Auchroisk, Benrinnes, Cameron Bridge, Dailuaine, Dufftown, Cascade Hollow, Glen Elgin, Strathmill, Teaninich, Mannochmore, Mortlach, Glenlossie e Roseisle in Speyside.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
5/51 voto