Charles Robert Maturin (Dublino 1782-1824) ha ottenuto il primo grande successo con la tragedia Bertram (1816), ma ha anche scritto romanzi del terrore grazie ai quali ha ricevuto il soprannome “L’ultimo dei goti”.

Con Melmoth l’errante (Melmoth the wanderer, 1820), Charles Robert Maturin ha rinnovato tutti i precedenti modelli del genere per raffinatezza psicologica e intensità di effetti che trascendono i toni melodrammatici della tradizione “gotica”.



Scopriamo Charles Robert Maturin scrittore e drammaturgo irlandese, autore di romanzi e opere teatrali di ispirazione gotica.

La biografia di Charles Robert Maturin

Pastore protestante di origine irlandese, Charles Robert Maturin era originario di una famiglia di ugonotti e nacque a Dublino dove frequentò il Trinity College. Le sue prime tre opere, pubblicate sotto lo pseudonimo di Dennis Jasper Murphy, furono un completo fallimento di pubblico e di critica, ma attirarono l’attenzione di Sir Walter Scott che ne parlò a Lord Byron.

Dopo il successo ottenuto con Melmoth the Wanderer (1820), Charles Robert Maturin sposò Henrietta Kingsbury, diventando così pro-zio di Oscar Wilde. Il protagonista, una sorta di ebreo errante, è lo studente John Melmoth che vende la sua anima al demonio in cambio di altri cento anni di vita; durante questi cento anni, Melmoth va alla ricerca di qualcuno che possa liberarlo dal vincolo con Satana e i suoi viaggi sono il pretesto per aprire numerose altre parentesi e storie parallele.

Libri

Acquista i libri di Charles Robert Maturin.

Acquista subito i suoi libri

Scrittori irlandesi

C’è un lungo elenco di scrittori natii d’Irlanda. Alcuni hanno influenzato il Secolo, veri e propri personaggi irlandesi, altri contribuito a diffondere la cultura irlandese e le proprie idee. Tra loro si sono distinti particolarmente William Butler Yeats, considerato il poeta nazionale irlandese. In questa élite ci sono George B. Shaw, l’amato James Joyce, i nobel Samuel BeckettSeamus Heaney. Segnaliamo la popolarità di Oscar Wilde , del papà di Dracula Bram Stoker, di Clive Staples Lewis con le sue cronache di Narnia. Jonathan Swift, coi suoi viaggi di Gulliver; John M. Synge e Lady Isabella, Patrick Kavanagh, più recente Roddy Doyle.

Senza nulla togliere, e ci mancherebbe, ad Antoine Hamilton, come del resto Brendan Behan o Cecil Day Lewis e Charles R. Maturin. In questo interminabile elenco c’è Edna O’Brien, Edward Dunsany, ed Elizabeth Bowen. Gli irlandesi Flann O’BrienFrank O’Connor, George BerkeleyGeorge Farquhar, George MooreGerald Durrell. Continuiamo con Iris MurdochJames Hanley e John DenhamJoseph O’Connor, fratello della famosa cantante. Joyce CaryLawrence G. Durrell al pari di Liam O’FlahertyLouis Mac NeiceMorr O’Dalaigh, Oliver Goldsmith e Rebecca West. A chiudere l’elenco  ci sono Richard Sheridan,  Richard Steele, Sean O’Casey, Sean O’Faolain e Thomas De Vere. E ancora Thomas KinsellaMayne Raid, Thomas MooreThomas Parnell.

Hai trovato utile questo articolo?
5/51 voto