Romanziere e drammaturgo, J. Hanley, ha dedicato la sua cospicua opera narrativa al tema del mare riservando attenzione agli emarginati.

Il drammaturgo irlandese

Fra i romanzi (Dublino 1901- Londra 1985) si ricordano Ragazzo (Boy, 1931), Mare vuoto (Hollow sea, 1938), Il porto chiuso (The closed harbour, 1952), Levine (1956), Un altro mondo (Another world, 1972), Un regno (A kingdome, 1978).

Chi è Hanley

Hanley è nato a Jervis Street, il 3 settembre 1901, figlio di Edward Hanley (morto nel 1937), un fuochista di navi. Scrittore irlandese di umili origini, marinaio, autodidatta, divenne infine giornalista. Esordì nella letteratura con il romanzo Drift (1930; Alla deriva), cui seguirono Boy (1931; Ragazzo), la trilogia composta da The Furys (1935; I Fury), Secret Journey (1936; Viaggio segreto) e Our Time is Gone (1940; Il nostro tempo è finito), l’autobiografico Broken Water (1937; Acqua spezzata) e i saggi di Don Quixote Drowned (1953; Don Chisciotte annegato).

Il talento

Il talento di James realistico dello scrittore si rivolge alla dura vita della gente semplice, descritta in uno stile aspro e ruvido. I suoi ultimi romanzi sono Another World (1972; Un altro mondo), A Dream Journey (1976; Un viaggio di sogno), A Kingdom (1978; Un regno).

Scopri le disponibilità e Acquista subito i libri!