Lawrence George Durrell (Darjeeling, India, 1912 – Sommieres, Provenza, 1990) è stato uno scrittore e poeta britannico. Fratello di Gerald Durrell, venne educato in Inghilterra, trascorse gli anni della seconda guerra mondiale nel Medio Oriente come addetto al servizio informazioni britannico e, in seguito, a Belgrado e a Cipro.

Nella serie di romanzi ambientati nella terra dei faraoni e che costituiscono «il quartetto di Alessandria», Lawrence George Durrell ha raccontato un’unica storia d’amore, di politica e di perversione. Quattro punti di vista diversi, per dimostrare che la realtà è relativa e che nessuno può pienamente comprenderla se non abbandonando i suoi vestiti di mero osservatore.



La tetralogia alessandrina cattura il lettore in un’atmosfera sensuale e crudele sullo sfondo di una società in disfacimento. Tra le altre opere, sempre esotiche, di Lawrence George Durrell ci sono Carosello siciliano (Sicilian carousel, 1977), Le isole greche (The Greek Islands,1978) e Constance: pratiche solitarie (Constance, 1983). Grande cultura e assoluta precisione linguistico-espressiva animano i suoi versi (Poesie, Collected poems, 1968). Alla fine degli anni ’80 del secolo scorso sono poi state pubblicate alcune sue lettere a Henry Miller.

 

Biografia di Lawrence George Durrell

Fratello di Gerald Durrell, Lawrence George Durrell trascorse gli anni della Seconda Guerra Mondiale nel Medio Oriente prestando servizio come addetto alle informazioni britanniche e, in seguito, a Belgrado e a Cipro. Frutto di queste esperienze sono: Il libro nero (1938), lodato da Thomas Stearns Eliot per la sua originalità, La cella di Prospero (1945), Riflessioni su una Venere marina (1953), Limoni amari (1957), dove l’autore alterna ricordi personali agli eventi di tensione presenti a Cipro nel secondo dopoguerra, e la sua opera maggiore, una serie di romanzi detta «Il Quartetto di Alessandria», composto da quattro romanzi (Justine, 1957; Balthazar, 1958; Mountolive, 1958; Clea, 1960) ambientati in Egitto.

Lawrence George Durrell ha indagato sia la vita amorosa dell’uomo contemporaneo in funzione del motivo antipuritano ricorrente nelle sue opere. Questo è avvenuto nella modalità di formazione della personalità degli artisti. La tetralogia alessandrina ha portato un’innovazione tecnica ai limiti del virtuosismo, catturando il lettore in un’atmosfera sensuale e crudele sullo sfondo di una società in disfacimento. Inferiori le prove narrative Tunc (1968) e Nunquam (1970). Tra le altre opere, Monsieur, o Il principe delle tenebre (Monsieur, or the Prince of Darkness; 1974, vincitore del James Tait Black Memorial Prize), Carosello siciliano (Sicilian carousel, 1977), Le isole greche (The Greek islands, 1978) Constance: pratiche solitarie (Constance, 1982).

Raffinata cultura e vivida concretezza espressiva si trovano nei suoi versi di Lawrence George Durrell in Poesie (Collected poems, 1968), che furono anche le opere che lo resero noto intorno agli anni quaranta, e tra i quali si annoverarono: Paese privato (1943) e Apparenza di presunzione (1948). Del 1988 è la pubblicazione degli scambi epistolari con l’amico Henry Miller, I fuorilegge della parola. Lettere 1935-1980 (The Durrell-Miller letters 1935-1980). Nel 1992 è uscita in Italia l’autobiografia La grotta di Prospero.

 



Libri

Acquista subito i libri di Lawrence George Durrell.

Scrittori irlandesi

C’è un lungo elenco di scrittori natii d’Irlanda. Alcuni hanno influenzato il Secolo, veri e propri personaggi irlandesi, altri contribuito a diffondere la cultura irlandese e le proprie idee. Tra loro si sono distinti particolarmente William Butler Yeats, considerato il poeta nazionale irlandese. In questa élite ci sono George B. Shaw, l’amato James Joyce, i nobel Samuel BeckettSeamus Heaney. Segnaliamo la popolarità di Oscar Wilde , del papà di Dracula Bram Stoker, di Clive Staples Lewis con le sue cronache di Narnia. Jonathan Swift, coi suoi viaggi di Gulliver; John M. Synge e Lady Isabella, Patrick Kavanagh, più recente Roddy Doyle.

Senza nulla togliere, e ci mancherebbe, ad Antoine Hamilton, come del resto Brendan Behan o Cecil Day Lewis e Charles R. Maturin. In questo interminabile elenco c’è Edna O’Brien, Edward Dunsany, ed Elizabeth Bowen. Gli irlandesi Flann O’BrienFrank O’Connor, George BerkeleyGeorge Farquhar, George Moore e Gerald Durrell. Continuiamo con Iris MurdochJames Hanley e John DenhamJoseph O’Connor, fratello della famosa cantante. Joyce CaryLawrence G. Durrell al pari di Liam O’FlahertyLouis Mac NeiceMorr O’Dalaigh, Oliver Goldsmith e Rebecca West. A chiudere l’elenco  ci sono Richard Sheridan,  Richard Steele, Sean O’Casey, Sean O’Faolain e Thomas De Vere. E ancora Thomas KinsellaMayne Raid, Thomas MooreThomas Parnell.

Hai trovato utile questo articolo?
5/51 voto