Richard Brinsley Sheridan (Dublino 1751 – Londra 1816) dopo una fortunata carriera teatrale si è dedicato alla vita politica diventando parlamentare e segretario di stato.

Le commedie di Richard Brinsley Sheridan sono tra le più brillanti del secolo grazie ad un dialogo denso di satira contro il tempo coevo.



Questi alcuni dei titoli principali di Richard Brinsley Sheridan: I rivali (The rivals, 1775), La scuola delta maldicenza (The school for scandal, 1777), Il critico (The critic, 1779).

La biografia di Richard Brinsley Sheridan

Richard Brinsley Sheridan (Dublino, 30 ottobre 1751 – Londra, 7 luglio 1816) è stato un politico, commediografo e direttore teatrale irlandese. I suoi lavori hanno un impianto teatrale robusto, un dialogo avvincente, ritmo e situazioni serrate, anche se non scrisse molto. I personaggi sono perfettamente disegnati, e se non tutta l’opera di Sheridan ha lo stesso valore delle opere migliori, queste, The Rivals e The School for Scandal, reggono le scene ancora oggi.

Richard Brinsley Sheridan fu anche uno dei più importanti impresari della storia del teatro inglese; diresse il Theatre Royale Drury Lane dal 1776, dopo aver rilevato parte della cointeressenza di David Garrick, e ricostruì il teatro dotandolo di una sala che per l’epoca era di proporzioni gigantesche (poteva contenere 3600 posti). Il Theatre Royale Drury Lane fu poi distrutto, nel 1809, da un incendio, causando a Sheridan una perdita economica dalla quale non si riprese mai.

Il successo

Dopo una farsa, Jupiter, Richard Brinsley Sheridan scrisse, nel 1775, The Rivals che inizialmente fu un insuccesso; l’anno seguente, un approfondito rimaneggiamento della stessa commedia ottenne un successo trionfale. La prima commedia di cui diede rappresentazione al Drury Lane appena acquistato, fu A Trip to Scarborough (del 1777; Un viaggio a Scarborough), rifacimento di un lavoro di John Vanbrugh, che ebbe discrete accoglienze; The School for Scandal (del 1777; La scuola della maldicenza) assicurò a Sheridan il successo desiderato collocandolo fra gli autori preferiti dal pubblico inglese.
Buon successo ebbe anche Pizarro, del 1799, un adattamento da August von Kotzebue. Le opere principali di Richard Brinsley Sheridan sono state riprese dopo la Seconda guerra mondiale ottenendo, a distanza di quasi due secoli, buone accoglienze che ne testimoniano la vitalità.

Libri di Richard Brinsley Sheridan

Scopri i compnimenti di Richard Brinsley Sheridan e acquista subito i libri!

Scrittori irlandesi

C’è un lungo elenco di scrittori natii d’Irlanda. Alcuni hanno influenzato il Secolo, veri e propri personaggi irlandesi, altri contribuito a diffondere la cultura irlandese e le proprie idee. Tra loro si sono distinti particolarmente William Butler Yeats, considerato il poeta nazionale irlandese. In questa élite ci sono George B. Shaw, l’amato James Joyce, i nobel Samuel BeckettSeamus Heaney. Segnaliamo la popolarità di Oscar Wilde , del papà di Dracula Bram Stoker, di Clive Staples Lewis con le sue cronache di Narnia. Jonathan Swift, coi suoi viaggi di Gulliver; John M. Synge e Lady Isabella, Patrick Kavanagh, più recente Roddy Doyle.

Senza nulla togliere, e ci mancherebbe, ad Antoine Hamilton, come del resto Brendan Behan o Cecil Day Lewis e Charles R. Maturin. In questo interminabile elenco c’è Edna O’Brien, Edward Dunsany, ed Elizabeth Bowen. Gli irlandesi Flann O’BrienFrank O’Connor, George BerkeleyGeorge Farquhar, George MooreGerald Durrell. Continuiamo con Iris MurdochJames Hanley e John DenhamJoseph O’Connor, fratello della famosa cantante. Joyce CaryLawrence G. Durrell al pari di Liam O’FlahertyLouis Mac NeiceMorr O’Dalaigh, Oliver Goldsmith e Rebecca West. A chiudere l’elenco ci sono Richard Sheridan,  Richard Steele, Sean O’Casey, Sean O’Faolain e Thomas De Vere. E ancora Thomas KinsellaMayne Raid, Thomas MooreThomas Parnell.

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti