Sean O’Faolain è autore di saggi, racconti e romanzi trattando temi quali la guerra di indipendenza irlandese e l’evolversi della società e del costume.

Tra i saggi (Biografia di De Valera, Lifestory of De Valera, 1933; Estate in Italia, A summer in Italy, 1949); Tra racconti e romanzi (Un nido per gli umili, A nest of simple folk, 1933; Il caldo del sole, The heat of the sun, 1966). Temi principali della narrativa di Sean O’Faolain (Cork 1900 – Dublino 1991) sono la guerra d’indipendenza irlandese e l’evolversi della società e del costume del suo paese.

La produzione successiva di Sean O’Faolain è costituita da racconti raccolti in “Gli alberi parlanti” (The talking trees, 1970), “Affari esteri” (Foreign affairs, 1976) e “Storie scelte” (Selected stories, 1978).

La biografia di Sean O’Faolain

Poco dopo l’ingresso a University College, il saggista Sean O’Faolain è entrato a far parte dei volontari irlandesi. Ha combattuto nella Guerra d’Indipendenza. Dopo la perdita repubblicana, ha conseguito la laurea presso la National University of Ireland e dalla Harvard University dove ha studiato per 3 anni. Era un membro del Commonwealth dal 1926 al 1928; Ed era un Harvard Fellow dal 1928 al 1929.

Sean O’Faolain ha scritto le sue prime storie negli anni ’20, completando infine 90 storie in un periodo di 60 anni. Dal 1929 al 1933 insegna presso l’università cattolica, St Mary’s College, presso la Strawberry Hill di Middlesex, Inghilterra, durante il quale scrisse i primi due libri.

Il suo primo libro, “Midsummer Night Madness”, è stato pubblicato nel 1932: era una raccolta di storie basate in parte sulle esperienze della guerra civile. Poi tornò alla sua nativa Irlanda. Sean O’Faolain ha pubblicato romanzi; storie brevi; biografie; Libri di viaggio; traduzioni; Critica letteraria, tra cui uno dei rari studi di tutta la lunghezza del racconto: The Short Story (1948). Ha anche scritto una storia culturale, The Irish , nel 1947.

Sean O’Faolain serve come direttore del Consiglio dell’Arte d’Irlanda dal 1956 al 1959 e dal 1940 al 1990 è stato fondatore e redattore del periodico irlandese The Bell. L’elenco dei contributori di The Bell includeva molti degli scrittori più importanti dell’Irlanda, tra i quali Patrick Kavanagh, Patrick Swift, Flann O’Brien, Frank O’Connor e Brendan Behan. Le sue raccolte raccolte sono state pubblicate nel 1983. Egli è morto il 20 aprile 1991 a Dublino.

In evidenza

Clive Staples Lewis

Clive Staples Lewis
Clive Staples Lewis  è sicuramente uno dei maggiori studiosi del medioevo e del rinascimento inglese, cui ha dedicato alcuni saggi ammirevoli.

Gli United Irishmen

Gli United Irishmen
La Società degli Irlandesi Uniti, o United Irishmen, in gaelico Cumann na nÉireannach Aontaithe, sono stati un'organizzazione politica intenta a porre fine al dominio britannico in Irlanda.

Scrittori irlandesi

Scrittori irlandesi
L'Irlanda terra di letteratura ricca di scrittori irlandesi attuali e secolari capaci di influenzare con la scrittura il mondo letterario.

Sean O'Casey

Sean O'Casey
Sean O'Casey è stato uno scrittore che lavorò come operaio e partecipò attivamente al movimento di rinascita e alla guerra civile del 1922.