Damien Rice

Damien Rice, (Celbridge, 7 dicembre 1973), è un artista internazionale riuscito a varcare i confini irlandesi con il suo sound inconfondibile e che da sempre lo contraddistingue. Il cantautore originario della contea di Kildare viene spesso in Italia. Nei suoi tour europei, Damien Rice è già passato a Roma, Firenze, Ferrara e Grado.

Nomade per passione, Damien Rice è divenuto famoso alle cronache per il romantico quanto struggente album «O». Qualche anno dopo ha proseguito la sua produzione con un nuovo lavoro che ha chiamato «9». Torniamo a «O», l’album di debutto e di successo. Era il 2002 quando il disco gli concede una finestra internazionale. Si tratta di un album magnifico che lo consacra ben presto a diventare un cantautore navigato. Lo dicono le vendite e la classifica UK Top Album Chart: ottanta settimane in elenco e oltre 2 milioni di copie vendute in tutto il mondo.

Diventato subito un cult e ben accolto dalla critica, il cantautore irlandese Damien Rice è paragonato ai grandi musicisti irlandesi. I critici gli fanno tracciare la storia moderna della musica irlandese, quasi al pari di Van Morrison. Insomma, Damien non è più lo sfigato che suona nella sua cameretta. Oramai è un musicista affermato che può presentare al mondo le sue composizioni.

 

Damien Rice il cantautore della contea di Kildare

Damien Rice suona chitarra, piano, basso, clarinetto e percussioni. La sua personalità trasparente emana la genuinità tipica degli irlandesi e ha già avuto modo di esibirsi in America. Durante le tappe negli States è stato accompagnato dalla band di Chris Martin, così come nei maggiori festival europei come quello di Glastonbury facendo ascoltare i suoi capolavori. Come il brano «Eskimo», un romanzo d’amore e d’amicizia, che assume un tono operistico grazie alla presenza del soprano.

Dal vivo il songwriter si esibisce affiancato da Tom Osander (percussioni), Vyvienne Long (viola) e Shane Fitzsimons (basso). Da sottolineare la voce di Lisa Hanningan, dal 2007 solista, che in alcuni brani doppia quella del musicista. Un connubio, quest’ultimo, che purtroppo è finito. Da qualche anno, infatti, le strade di Damien Rice e di Lisa si sono separate. Lei ha preferito intraprendere la carriera solista.

 

Album di debutto «O»

L’album di debutto ufficiale del cantante irlandese Damien Rice, pubblicato il 1º febbraio 2002 in Irlanda e in Regno Unito dalla 14th Floor, è «O», preceduto dal singolo The Blower’s Daughter. Dedicato all’amico morto nel 2001 Mic Cristopher, il disco è un chiaro riferimento al romanzo Histoire d’O, citato nella canzone “Amie”. I brani sono davvero speciali e vengono scelti come colonna sonora di molte serie televisive.

A cominciare da “Cannonball” e “The Blower’s Daughter” in The L Word, “Delicate” in Lost, Dr. House – Medical Division, Dawson’s Creek, Alias, Misfits e CSI: Miami, “Cold Water” in E.R. – Medici in prima linea e nel film Stay – Nel labirinto della mente e “Cannonball” in The O.C.. Nel 2004 “The Blower’s Daughter” e le note al pianoforte di “Cold Water” fanno da colonna sonora al film Closer di Mike Nichols. “The Blower’s Daughter” è stata utilizzata nel film di Nanni Moretti ‘Il Caimano’ (2006).

 

L’album «9» di Damien Rice

Il secondo disco di Damien Rice «9», uscito nel 2006 è stato molto apprezzato dalla critica. Damien Rice ha ricevuto il premio come miglior artista internazionale ai Brit Award. C’è un aneddoto legato a questo lavoro. Nel 2008, l’irlandese a bordo della sua Mini Cooper, in compagnia dei suoi amici Ryan e Mia, è partito da Dublino alla volta di Barcellona per assistere al concerto dei Radiohead. La sua idea era quella di realizzare dieci pezzi in dieci giorni. Nessuno sa se è riuscito nell’impresa, ad ogni modo l’album è stato prodotto e pubblicato. In questo periodo della sua vita, Damien Rice ha vissuto in Italia. Per due mesi il musicista ha alloggiato presso una fattoria a Pontassieve: “mancavano luce e telefono, scappavo da me stesso”, ha raccontato in seguito. Nel 2012 si è esibito al Parco della Musica di Roma, Firenze, Ferrara e Grado.

Nel 2012 esegue e registra una cover del brano One degli U2, che entra a far parte della colonna sonora del film The Impossible di Juan Antonio Bayona. Il 4 settembre 2014 annuncia ufficialmente, tramite il suo account Twitter, l’uscita del suo terzo album My Favourite Faded Fantasy.

 

«My Favourite Faded Fantasy»

Si tratta del terzo album in studio di Damien Rice pubblicato in tutto il mondo il 4 novembre 2014, ad otto anni dal suo precedente: 9. Otto pezzi per cinquanta minuti di musica registrata tra l’Islanda e Los Angeles (Usa) in compagnia del grande produttore Rick Rubin. Non molto apprezzato dalla critica, ci piace segnalare due brani di My Favourite Faded Fantasy che sicuramente sono riusciti a fare la differenza. E sono: “The Greatest Bastard” e “I Don’t Want To Change You”. Per maggiori informazioni sull’album e sugli spostamenti di Damien Rice invitiamo a visitare il suo sito ufficiale.

 

Le tracce

  • My Favourite Faded Fantasy – 6:12
  • It Takes a Lot To Know a Man – 9:33
  • The Greatest Bastard – 5:04
  • I Don’t Want To Change You – 5:26
  • Colour me In – 5:18
  • The Box – 4:27
  • Trusty and True – 8:09
  • Long Long Way – 6:21

 

Singoli

Ecco i singoli di Damien Rice.

  • The Blower’s Daughter, settembre 2001
  • Cannonball, maggio 2002
  • Volcano, ottobre 2002
  • Woman Like A Man, marzo 2003
  • Lonelily, aprile 2004
  • Lonely Soldier (con Christy Moore), giugno 2004
  • Unplayed Piano, giugno 2005
  • 9 Crimes, novembre 2006
  • Rootless Tree, febbraio 2007
  • Dogs, marzo 2007
  • Cannonball, settembre 2011
  • I Don’t Want to Change You, settembre 2014
Hai trovato utile questo articolo?
5/51 voto