I The Dubliners iniziarono a suonare per diletto nell’O’Donoghue pub nel 1962, da allora la loro strada è una lunga ascesa di successi. Sono tutti morti.

Ai Dubliners va l’enorme merito di avere portato le ballad al di fuori del mondo (peraltro naturale) dei pub e dei folk club, riuscendo a proporle a livello planetario, con la dignità attribuita alla migliore musica popolare. Un moda di esportare la cultura nel pianeta terra. E ci riuscirono.

Le origini dei Dubliners

I Dubliners si chiamavano The Ronnie Drew Ballad Group e il nucleo iniziale consisteva allora in Ronnie Drew, Ciarán Bourke, Barney McKenna e Luke Kelly. A questi musicisti si unirono in seguito Bob Lynch e John Sheahan, e tutto ebbe inizio da lì: il gruppo iniziò a suonare stabilmente all’Abbey Tavern di Howth, e il pubblico amò fin dall’inizio questi corposi musicisti.

Con il crescere della notorietà, i Dubliners dovettero cercare un nome più ammiccante e in onore al libro di James Joyce dedicato alla loro città scelsero “The Dubliners” il successo eclatante e immediato li trovò ingenuamente “impreparati”, ma in breve tempo riuscirono ad adattarsi alle regole della condizione di folk band di successo.

Membri del gruppo (Sono tutti morti)

Tutti i membri dei Dubliners, del gruppo originale sono morti, l’ultimo Barney McKenna. Oltre ad una serie di variazioni e rimaneggiamenti nella formazione, ma continuano a mantenere una freschezza e una integrità difficile da immaginare in musicisti di questa età: girano ancora il mondo suonando nei più grandi auditorium, e il loro successo continua, incurante del tempo e delle mode che cambiano.

Storia breve dei Dubliners

Bisogna tornare al 1962 per comprendere come si siano formati i Dubliners. La loro storia comincia in un pub dublinese e man mano prende forma. Il nome iniziale della band scompare ben presto e i suoi membri scelgono un nome più appropriato. Sarà Drew a scegliere Dubliners perché proprio in quel periodo Kelly stava leggendo The Dubliners di James Joyce. Un nome nuovo che garantì un grande successo. Il loro esordio avvenne due anni dopo. Correva l’anno 1964 e l’album portava il nome omonimo del gruppo. Consulta le fotografie di JJ Clarke.

Dubliners dal vivo

Il video performance LIVE.

In evidenza

Canzoni irlandesi

Canzoni irlandesi
Le canzoni irlandesi raccontano tradizioni, passioni nel cantare, pratica diffusa nei pub, storia, eventi speciali e avventure e sventure del popolo d'Irlanda.

Il pub irlandese

Il pub irlandese
Il pub irlandese negli anni è divenuto uno dei simboli d'Irlanda, tanto che gli irish pub di tutto il mondo costituiscono marchio di fabbrica degli irlandesi.

The Irish Rover

The Irish Rover
The Irish Rover è una canzone popolare nella cultura della musica tradizionale e la più conosciuta all'estero, tanto da spingere diversi artisti a cantarla.

The Wild Rover

The Wild Rover
The Wild Rover è più di una canzone, un inno storico del folclore irlandese annotata in documenti scritti già alla fine del sedicesimo secolo.