The Script

I The Script sono un gruppo pop irlandese che si è formato a Dublino nel 2001. Dopo la gavetta a livello nazionale, il loro sound ha oltrepassato i confini fino a conquistare il mondo. Fanno parte della band: Danny O’Donoghue (voce, pianoforte, tastiere, basso, sintetizzatore), Mark Sheehan (chitarra) e Glen Power (batteria).

Il trio irlandese è legato al nome The Script. Con una musica che vanta quel tipo di ingegnosi espedienti artistici in grado di stravolgere qualsiasi pregiudizio, questa formazione è in grado di produrre dell’ottimo soul celtico. Assolutamente nuovo, che riesce a combinare in modo suggestivo il flusso lirico tipico dell’hip hop con la musicalità del pop. A questo bisogna aggiungere la produzione R’n’B d’avanguardia con genuine dinamiche rock, la costruzione classica della canzone con l’esposizione realistica del nostro tempo.

La band The Script possiede tutto il sentimento e la passione che ci si potrebbe aspettare da un gruppo del genere. Le loro melodie sono un’alternanza di ritmi sincopati e il gruppo rispecchia, in qualche modo, l’anima irlandese e le sue bellezze. In altre parole, oseremo dire, risplende di una modernità autentica e universale.

 

Chi sono i The Script?

Come abbiamo già accennato poc’anzi, il trio dei The script è rappresentato da tre membri. A cominciare da Danny O’Donaghue: capelli corvini, di bell’aspetto e grande sensibilità. Si tratta di un tastierista che vanta la flessibilità vocale e la competenza tecnica di una leggenda americana del soul. “La verità è che ho trascorso gran parte della mia infanzia a cantare mentre gli altri pensavano a giocare a football e a mettersi nei guai”, sottolinea Danny.

Mark Sheehan è un genio della produzione e abile chitarrista. Questo giovane dalla testa rasata dice di sé: “Non sto cercando di idealizzare la nostra storia, il quartiere in cui siamo cresciuti era un posto immondo, furti di auto all’ordine del giorno e le solite porcherie. Ma la musica mi ha aiutato a capire che potevo liberarmi da quello schifo. So che può sembrare un luogo comune ma per me la musica è stata la via di salvezza”.

Glen Power è, invece, il taciturno batterista con capacità da multi-strumentista. Lo chiamano il bianco più funky di tutta Dublino. “Mia madre mi ha sempre insegnato che nella vita bisogna andare alla ricerca di qualcosa in cui si è bravi. Io ho scoperto la mia vocazione il giorno in cui ho preso in mano le bacchette”.

 

Storia

Cerchiamo di ripercorrere la formazione dei The Script. Danny e Mark nascono come produttori e lavorano con Dallas Austin e Teddy Reilly. Dopo una lunga permanenza negli Stati Uniti, i due giovani decidono di fare ritorno nella madrepatria. In questo momento reclutano Glen, che si unirà alla band come terzo e ultimo membro del gruppo.

Ad aprile 2008 viene pubblicato We Cry, il singolo di debutto del gruppo. Il brano è subito apprezzato e si guadagna una programmazione radiofonica massiccia. Arrivano riconoscimenti su riconoscimenti dalle radio britanniche e irlandesi. A cominciare da BBC Radio 1, RTÉ 2FM e Today FM. A questo punto il gioco è fatto. I brani entrano in classifica e scalano la vetta. We Cry è la chiave di accesso per varcare i confini del Regno Unito, e permette al loro singolo successivo, The Man Who Can’t Be Moved, di ricevere la stessa accoglienza. Esce a settembre 2008, un mese dopo l’album di debutto The Script, e ne traina le vendite posizionandosi al secondo posto nelle classifiche britanniche, irlandesi, e danesi.

A novembre 2008 la band pubblica il suo terzo singolo, Breakeven, che ottiene un buon successo nella classifica dei singoli irlandesi. A luglio 2010 la band annuncia il suo secondo album, Science & Faith; il suo primo singolo viene estratto ad agosto 2010, seguito dall’album completo a settembre. Alla fine di novembre 2011, dopo aver finito il loro Science & Faith Tour, i The Script rivelano quindi di essere al lavoro su un terzo album: il suo nome, #3, viene poi svelato il 2 giugno 2012 tramite un messaggio sull’account ufficiale Twitter del gruppo. L’uscita avviene a settembre 2012, preceduta dalla pubblicazione del singolo Hall of Fame.

Il 18 luglio 2014 la band annuncia il titolo e la copertina del suo quarto album, No Sound Without Silence, pubblicato il 15 settembre 2014. In questa occasione vengono anche annunciati i nomi dei singoli che saranno estratti dall’album: Superheroes, No Good in Goodbye e Man on a Wire. Il 14 luglio 2017 esce il singolo Rain, che anticipa l’uscita il 1 settembre 2017 dell’album Freedom Child.

 

Discografia

Gli artisti irlandesi hanno prodotto cinque album durante la loro carriera e ricevuto numerosi riconoscimenti. Tralasciando quest’ultimi, perché sempre in costante mutamento, riportiamo di seguito l’elenco dei dischi prodotti dai The Script. Per maggiori informazioni sui tour del gruppo e i prossimi concerti, magari verranno prossimamente in Italia, rimandiamo all’account ufficiale Twitter del gruppo.

  • 2008 – The Script
  • 2010 – Science & Faith
  • 2012 – #3
  • 2014 – No Sound Without Silence
  • 2017 – Freedom Child

Nonostante sia trascorso un po’ di tempo, occorre aspettare il 16 marzo 2018 per ascoltare una nuova produzione. In particolare, la band ha pubblicato una cover dal vivo del brano “Crazy World” di Aslan con Christy Dignam, il cantante solista di Aslan. Il 17 marzo 2018, durante un concerto a Bruxelles, la band ha offerto a tutto il pubblico un drink per celebrare il giorno di San Patrizio. Le ottomila bevande sono state sufficienti per stabilire un nuovo record mondiale. Letteralmente geniali.

Hai trovato utile questo articolo?
5/51 voto