Arpa irlandese

Arpa irlandese, in gaelico “clarsach” ha origini medievali. Ricavata da un unico ceppo di legno, finemente intagliato, per secoli fu lo strumento che accompagnò i momenti di passatempo della nobiltà. Verso la fine del settecento, l’arpa celtica o meglio la sua immagine, assunse un valore simbolico, adottata come emblema dal movimento indipendentista United Irishmen.

La letteratura romantica e la riscoperta delle tradizioni gaeliche contribuirono in seguito a rafforzare il nesso simbolico tra l’arpa irlandese e le aspirazioni del patriottismo irlandese.

Anche nei tempi più recenti l’arpa continua ad avere una valenza simbolica, meno politica, è diventato infatti il logo della famosissima Guinness.

 

Alla scoperta dell’arpa irlandese

Arpa irlandese si differenzia dall’arpa classica usata nelle orchestre sinfoniche per vari motivi:

  • E’ più piccola rispetto all’arpa classica
  • L’arpa celtica non ha i pedali, ma ha le chiavi, chiamate lever, con cui si ottengono i semitoni (a differenza della grande arpa da concerto)
  • Le corde delle arpe celtiche antiche erano di budello di pecora, poi sono state introdotte anche corde metalliche (oggi anche di nylon o carbonio)

 

Storia

L’arpa celtica è uno strumento antico, uno strumento musicale cordofono a pizzico, dotato di 47 corde con un’estensione di sei ottave e mezza e intonato in do bemolle maggiore (gli altri suoni si possono ottenere grazie ai sette pedali), l’arpa irlandese è costituita da 1.415 pezzi differenti, tutti necessari alla sua fabbricazione.

La più antica arpa celtica arrivata a noi è quella del Re Brian Borù, conservata al Trinity College di Dublino, databile intorno al XIV secolo.

Suonata sicuramente dagli Egizi e dagli Assiri e probabilmente anche dal popolo ebraico, l’arpa fu riscoperta in Europa (in particolare in Irlanda e Inghilterra) nel IV secolo, divenendo molto in voga nel XIV. A partire dal 1607, dopo che Monteverdi la utilizzò nell’ “Orfeo”, l’arpa fu anche accolta nell’orchestra.

Dove acquistare un Arpa Celtica

I maggiori costruttori di arpe celtiche in Italia sono la Salvi Harps e la Camac Italia, mentre i produttori stranieri sono Dusty Strings, Lyon & Healy, Aoyama.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
5/51 voto