Il Tin Whistle o Zufolo di latta

Il Tin Whistle, o Zufolo di latta, come viene descritto nella traduzione italiana, è spesso dato ai bambini come giocattolo. Solo gli irlandesi sono riusciti a farlo diventare un autentico strumento musicale, il cui utilizzo richiede grande abilità.

Il Tin Whistle è un flauto a fischietto, a sei fori, di origine inglese, largamente usato nella musica irlandese delle isole Britanniche e dell’Irlanda, appartenente alla stessa famiglia del flauto dolce. È anche lo strumento su cui si basa la musica tradizionale africana kwela. In Italia è chiamato anche flagioletto.

Il nome deriva dal materiale originariamente usato per la sua fabbricazione, la latta, e dalla collocazione popolare e ludica dello strumento.

Tin Whistle, Zufolo di latta

Attualmente gli strumenti hanno raggiunto una notevole perfezione tecnica. Ogni zufolo copre due ottave e ha una sua intonazione particolare. Quindi ogni suonatore ha a sua disposizione più di uno strumento e, per questa ragione, si dice spesso che suona i tin whistle, al plurale.

I modelli artigianali o semiartigianali professionali, sono di solito costruiti in ottone o alluminio, materiali facilmente lavorabili, di facile reperibilità e particolarmente adatti a sviluppare un volume sufficiente considerata anche la sezione maggiorata dello strumento. In tempi recenti si stanno nuovamente affermando strumenti in legno e qualche sporadico esperimento che utilizza materiali compositi.

Gli esemplari più comuni sono intonati in Re (avendo come nota più grave il Re4) hanno corpo metallico cilindirico o leggermente conico: quando presente, nei modelli più economici il fischietto di plastica è incollato ad una delle estremità, mentre quelli in latta presentano un inserto in legno che funge da imboccatura e sono quindi costruiti in un unico pezzo.

Scoprite gli altri strumenti musicali: Didgeridoo, Bouzouki, Low whistle, Arpa irlandese, bodhran

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti