La musica è un cimelio da conservare nel cuore durante e dopo un viaggio in Irlanda: un tesoro da riporre nella valigia.

Irish folk music

L’Irlanda vuol dire ritmo, danza, ballate e sonorità popolari: bastano pochi strumenti per dare vita a una musica irresistibile. Dai sofisticati U2 ai più semplici gruppi, la musica tradizionale è come il blues: un giro musicale che dovrebbero conoscere tutti.

Musica inconfondibile

One, two, three, l’attacco, il ritmo, lento o veloce, la musica popolare irlandese è facilmente identificabile. Non serve essere presenti al Fleadh Cheoil na hÉireann (fleadhcheoil.ie), il Festival per eccellenza della musica tradizionale con 400 mila partecipanti l’anno, ma ascoltare attentamente. Basta un Feadóg, detto fischietto o tin whistle, basta un organetto, un tamburello perché l’arpa è di per sé inconfondibile, popolare e identificabile. Dai Celti la musica tradizionale ha girato il mondo segnando storie di emigrazione, ballate nostalgiche o energiche, rispolverando persino la musica classica. L’irish music è un must di arrangiamenti arricchita da influenze europee e statunitensi. Agli strumenti musicali sopracitati si aggiunsero violino, il flauto irlandese, il tin whistle, gli uilleann e il bodhrán.

Raggle Taggle Gypsy/Tabhair dom do laimh – Planxty 1973

La musica dei Planxty si è costruita intorno alle figure di Christy Moore, cantautore con 40 album pubblicati, e il musicista Andy Irvine. Sono stati loro a dare sfogo a un mix di canzoni e melodie che hanno avuto la fortuna di sbarcare in tanti paesi nel mondo.

La voce roca di Ronnie Drew ha portato i Dubliners sul tetto del mondo. Tra le band più famose della musica tradizionale, la formazione ha avuto studi classici con Drew, Luke Kelly e Ciarán Bourke entrambi al microfono, il violinista John Sheehan e il suonatore di banjo Barney McKenna.

Frankie Kennedy e Mairéad Ní Mhaonaigh: due storie un incontro che ha regalato tante emozioni nella musica tradizionale dell’Irlanda e una romantica storia d’amore. I due si sposarono e fondarono gli Altan, suonando la musica del nativo Donegal di Ní Mhaonaigh. Il gruppo di musica tradizionale ha suonato con Dolly Parton, Allison Krauss e Bonnie Raitt.

Sharon Shannon

Sharon Shannon ha sempre respirato la musica, essendo nata da una famiglia di musicisti. La sua ascesa è consacrato dall’incontro nel 1991 con i “Waterboys”, nei quali entra a far parte come fisarmonicista e violinista. La popolarità dell’album del gruppo la rendono una vera e propria celebrità. Musicista e attivista, l’artista segnerà un nuovo traguardo nel 2007 con il successo di The Galway Girl.

Lunasa

Anche i Lúnasa hanno segnato la musica tradizionale in Irlanda con un insieme di suoni della tradizione: violini, flauti e uilleann, suonati rispettivamente da Seán Smyth, Kevin Crawford e Cillian Vallely. Un insieme di atmosfere jazz e rock che li hanno portati ovunque nel mondo.

The Bothy Band

La Bothy Band è sempre stata sinonimo di tradizione con un folk piuttosto spinto interpretato da Matt Molloy (membro dei Chieftains), Donal Lunny e Tríona Ní Dhomhnaill. La band ha riscosso grande successo negli anni ’70, prima di sciogliersi nel 1979, cercando di mischiare nuove sonorità agli strumenti irlandesi: il bouzouki greco divenne anch’esso protagonista.

Dervish

I Dervish si sono formati nel 1989 nella contea di Sligo e conservano lo spirito folk irlandese. Fondamentale il ruolo di Cathy Jordan, la cantante e percussionista che con il suo carisma ha saputo traghettare i Dervish in sonorità veloci e ricche di ritmo.