Shane Patrick Lysaght MacGowan, frontman dei Pogues, è il genio della musica irlandese capace di fondere il folk tradizionale con il punk.

Crock of gold Shane McGowan

Come Gesù, Shane MacGowan nasce a Pembury, nel Regno Unito, il giorno di Natale del 1957. Nelle vene, però, scorre sangue dell’Irlanda rurale, figlio di una cantante e ballerina di musica tradizionale e di un padre impegnato in diocesi. La sua vita in una fattoria si chiude a sei anni, dopo il trasferimento nella grande città dell’Inghilterra, Londra. È qui che gli occhi e le orecchie di MacGowan  ascoltano nel 1976 i Sex Pistols. Il passo in un movimento punk è rapido, così come fu rapida la formazioni di un gruppo: The Nipple Erectors. Quei giovani sapevano fare musica e presto fecero da supporto ai Clash e ai Jam. Qualche anno più tardi la conoscenza di Spider Stacy e Jem Finer portarono alla futura band The Pogues – che cambiò diversi nomi tra i quali anche quello di Pogue Mahone (storpiatura dell’espressione gaelica póg mo thóin che significa “baciami il sedere”). Tutto rosa e fiori se non fosse per l’esistenza tormentata dall’alcol e dei continui ritardi alle prove e ai concerti. Un comportamento autodistruttivo ma alla fine indomito è ancora qui.

Crock of Gold – A Few Rounds with Shane MacGowan

Crock of Gold di Julien Temple è il film documentario sulla vita del frontman dei Pogues che ripercorre la vita gioventù cantautore irlandese con immagini inedite ottenute grazie alla collaborazione di alcuni familiari del cantante. Alcol, droghe, una vita sempre al massimo racchiusa in splendida musica senza interruzioni.

Composizioni

Tra le migliori composizioni di Shane MacGowan c’è sicuramente Fairytale of New York, definita una delle più belle canzoni di Natale di sempre. Il brano natalizio non è solo, anzi ben accompagnato da canzoni quali “A Pair of Brown Eyes”,  “Fairytale of New York” “Haunted”, “That Woman’s Got me Drinking”, “The Minstrel Boy” e “I Put a Spell on You”.