I funerali di Best a Belfast. Il video del "funerale più grande dopo quello di Lady D". Circa 500 mila persone lo hanno omaggiato.

Sotto il cielo di Belfast oltre cinquecentomila persone hanno omaggiato il feretro dell’ex campione George Best. Il mondo intero si è stretto a salutare George Best, che ha regalato tante emozioni, in campo e fuori dal rettangolo di gioco. La sua città, gremita, ha seguito il corteo funebre di George Best. Chi non ha potuto lo ha fatto attraverso la televisione. I funerali di George Best sono stati il riconoscimento per chi come lui ha donato qualcosa di speciale.

Le esequie di George Best sono state trasportate dalla tenuta di Creghag, dove vive la sua famiglia, al palazzo di Stormont: la sede del Parlamento nazionale dell’Irlanda del Nord. Per i Funerali di George Best a Belfast è stata scelta la location più importante. Il massimo riconoscimento.

Oltre alla folla accalcata per l’ultimo addio, ai funerali di George Best erano presenti numerose celebrità. C’era l’ultima fidanzata Ros Hollidge, le ex mogli Angie e Alex, il medico che operò George Best, il professor Roger Williams, che ha ricordato l’impegno del giocatore per la sua fondazione omonima contro la dipendenza dall’alcol.

I funerali

Anche il mondo del calcio ha onorato il campione George Best. Sven Goran Eriksson, Alex Ferguson e tanti ex nazionali dell’Irlanda del Nord hanno voluto essere presenti ai funerali di George Best. Alla cerimonia funebre, che si è svolta regolarmente, è seguita il rito della sepoltura. George Best è stato sepolto accanto alla madre, nel cimitero di Roselawn nella città di Belfast.

Sung by Brain Kennady at Best Funneral

Qualche giorno prima che si svolgessero i funerali di George Best, il tabloid britannico The Sun già annunciava una mole di gente non indifferente. Così è stato. “Quello di George Best sarà il funerale più grande dopo quello di Lady D, con una partecipazione massiccia di 500 mila persone”. In effetti, dopo i funerali della Principessa conosciuta anche come Lady Diana, il Regno Unito in massa ha commemorato le doti calcistiche del suo beniamino George Best in grande stile britannico.