Kilmainham Gaol

Kilmainham Gaol è stata una prigione ora diventata museo. Situata in un tranquillo quartiere emergente con ristoranti alla moda, un sobborgo di Dublino, l’attrazione turistica ha svolto un ruolo fondamentale nella storia irlandese. La località è stata teatro di imprigionamenti e delle volte anche di esecuzioni capitali di numerosi leader di ribellioni e rivoluzionari. Esecuzioni e arresti che sono diventate storie da raccontare in un film oppure in una canzone. Molte di queste opere artistiche hanno varcato i confini nazionali e raggiunto un pubblico ampio.

Con le loro creazioni gli artisti sono riusciti a trasformare un edificio da incubo, come Kilmainham Gaol è stato, in un importante centro della memoria. Nel 1982 è stata la rock band irlandese degli U2, Bono, a girare il videoclip del singolo ‘A celebration’. Nel 1993 l’edificio è stato protagonista nelle riprese del film Nel nome del Padre. L’attrazione è segnalata tra le 10 cose da vedere a Dublino.

Kilmainham Gaol fu costruita nel 1796 e per circa 140 anni ha ospitato personaggi di spicco, coinvolti nella campagna di promozione per l’indipendenza irlandese. Alcuni di loro sono deceduti tra queste mura oppure, come anticipavamo poc’anzi, giustiziati durante il periodo di detenzione. L’ultimo a morire nella prigione fu Éamon de Valera, politico, primo ministro e patriota irlandese.

 

Kilmainham Gaol: la storia

Kilmainham Gaol all’atto della realizzazione fu denominata la “Nuova Prigione”. Un nome che serviva a contraddistinguerla dal vecchio carcere sotterraneo, situato a circa cento metri di distanza. La prigione fu usata come centro detentivo per 140 anni. Al suo interno non era difficile trovare adulti e bambini. Molti, piccolissimi, furono arrestati per piccoli reati. Abbandonata nel 1924 dal governo del nuovo Stato Libero d’Irlanda, dopo una lunga ristrutturazione, la prigione è divenuta un museo.

Oggi l’edificio simboleggia la tradizione del nazionalismo militante e costituzionale dalla ribellione del 1798 alla guerra civile irlandese del 1922-23. Molti membri del movimento repubblicano irlandese durante la guerra anglo-irlandese (1919-21) furono anch’essi detenuti nel Kilmainham Gaol, sorvegliati dalle truppe britanniche. Non bisogna dimenticare, tuttavia, che, come carcere della contea, Kilmainham ospitava migliaia di uomini, donne e bambini comuni. I loro crimini variavano da piccoli reati come rubare il cibo a crimini più gravi come omicidio o stupro. I prigionieri di molte parti dell’Irlanda furono trattenuti per lunghi periodi in attesa di essere trasportati in Australia.

 

Biglietti e informazioni utili

Acquista i biglietti del Kilmainham Gaol e assicurati un tour di 3 ore di durata. In questo modo potrai saltare la fila per la biglietteria. Consigliamo tra le altre cose di indossare delle scarpe comode, poiché il tour include lunghi tratti a piedi su superfici irregolari, ciottoli, colline, pendenze, discese e scale. Nel dettaglio potrete:

  • Scoprire il luogo di esecuzione dei leader della Rivolta di Pasqua del 1916
  • Visita gli Irish National War Memorial Gardens
  • Scopri com’era la vita durante le numerose rivolte irlandesi
  • Ripercorri gli eventi storici che cambiarono il corso della storia irlandese

 

I prigionieri famosi

È lungo l’elenco dei prigionieri famosi che sono stati detenuti presso la prigione di Kilmainham Gaol. A cominciare da Henry Joy McCracken nel 1796. Nel 1803 fu l volta di Robert Emmet; Anne Devlin e Michael Dwyer. Nel 1848 finirono dietro le sbarre William Smith O’Brien e Thomas Francis Meagher. Il 1867 è caratterizzato dall’arresto di Jeremiah O’Donovan Rossa. Nel 1881 gli arresti sono numerosi. Tra gli altri ci sono Dr J. E. Kenny; Charles Stewart Parnell; William O’Brien; James Joseph O’Kelly.

L’anno dopo è incarcerato a Kilmainham Gaol Willie Redmond. L’anno successivo finiscono in prigione altri leader più o meno famosi come Joe Brady; Daniel Curley; Tim Kelly; Thomas Caffrey; Michael Fagan e Michael Davitt. Nel 1916, durante la rivoluzione di Pasqua, scattano le manette per Padraig Pearse; James Connolly; Countess Markievicz; il futuro premier Éamon de Valera; Joseph Plunkett; Michael O’Hanrahan; Edward Daly. Fu recluso anche il fratello minore di Padraig, Willie Pearse. Restò ignaro del fatto che il fratello sarebbe stato giustiziato nel 1916. Nel 1922 toccò a Grace Gifford.

 

“A celebration”, l’omaggio degli U2

Ristrutturato dopo essere stato abbandonato nel 1924, anche gli U2 hanno voluto omaggiare questo simbolo alla memoria. Nella Kilmainham Gaol, la band ha registrato il videoclip del brano “A celebration”. Come anticipato, nel 1993 l’edificio è stato anche concesso alle riprese del film ‘Nel nome del Padre’: un altro celebre capolavoro della filmografia nordirlandese, che ripercorre il conflitto armato tra i gruppi paramilitari e gli anni di tensioni sociali.

 

Dove si trova Kilmainham Gaol?

Scopriamo come arrivare a Kilmainham Gaol. L’attrazione si trova lungo Inchicore Road, nella zona 8 di Dublino: a 3,5 chilometri dal centro città. Kilmainham, un sobborgo situato a sud del fiume Liffey e a ovest del centro cittadino, si presenta come un tranquillo quartiere emergente con ristoranti alla moda, pub tradizionali e numerose attrazioni culturali popolari. Oltre alla prigione potrete visitare l’Irish Museum of Modern Art, ospitato in un grande ospedale del XVII secolo. Gli Irish National War Memorial Gardens, affacciati sul fiume, sono attraversati da sentieri sinuosi tra giardini paesaggistici e monumenti.

 

Orari di apertura

Il Kilmainham Gaol Museum è aperto tutto l’anno, tranne il 24, 25 e 26 dicembre. Il museo rispetta i seguenti orari di apertura.

  • Ottobre – marzo 9:30 – 17:30 (ultimo ingresso alle 16:15)
  • Aprile e maggio 9 – 18 (ultimo ingresso alle 16:45)
  • Giugno, luglio e agosto 9 – 19 (ultimo ingresso alle 17:45)
  • Settembre 9 – 18 (ultimo ingresso alle 16:45)
Hai trovato utile questo articolo?
5/53 voti