weekend dublino

Cercasi disperatmente week end a Dublino, ecco l'itinerario perfetto per trascorrere un fine settimana spensierato e senza fretta.

Trascorrere un weekend a Dublino all’insegna di buon musica, divertimento, eventi e spettacoli, spensieratezza e del buon cibo. Cedete al fascino della città e alle sue peculiarità, a cominciare dal fiume Liffey e dai ponti che lo attraversano.

Come il famoso ponte di Ha’penny, che sembra destinato a fare innamorare e consacrare promesse d’amore eterne. Iniziate il weekend scambiandovi un bacio, considerando che non potrete aggiungere lucchetti con i vostri nomi. Ci scusiamo con Federico Moccia.

Cedete a una passeggiata lungo le celebri vie capitoline, da Grafton alle vie commerciali Talbot e Henry. Scegliete un hotel, possibilmente in zone centrali, e godete dei numerosi caffè, locali e pub che da sempre contraddistinguono il centro urbano.

Giorno 1

Presentiamo un percorso facile da percorrere durante il rilassante weekend. Focalizziamo l’attenzione su tre giorni, che potrebbero alternativamente diventare due, spalmando la visita sulle principali attrazioni e soste presso carini e tradizionali locali.

Dopo la sistemazione in hotel, che dipenderà dall’orario di arrivo, potrete cominciare il fine settimana. La prima conoscenza la farete con il fiume Liffey e i suoi ponti. Fermatevi a scattare una foto al sopracitato Ha’Penny Bridge, diventato il ponte dell’amore per eccellenza.

Proseguite il vostro viaggio ammirando il Trinity College, complesso universitario in centro, la Old Library e la Long Room. Le trovate all’interno dell’università e contengono 250 mila volumi antichi. Il libro più prezioso – da non perdere – è il Book of Kells.

Se siete stanchi, fate una sosta e mangiate qualcosa in uno dei migliori ristoranti della zona. Se preferiste il pranzo al sacco, visitate il parco cittadino di St Stephen’s Green. Troverete molti residenti a farvi compagnia. Potrete scegliere questo cuore verde di Dublino anche per leggere un libro, magari di James Joyce.

Appena riprendete fiato, proseguite il vostro Itinerario con la visita della St Patrick Cathedral. A seguire passeggiate lungo Grafton Street, la via dello shopping, piena di negozi eleganti e di artisti di strada. Spostata da qualche anno, per conoscere la prostituta pescivendola, Molly Malone, dovrete raggiungere Suffolk St.

Al calar della sera, spostatevi nel quartiere notturno, la zona più in della capitale. Consigliamo di trascorrere una piacevole conclusione di giornata presso uno dei più ambiti locali: il Brazen Head oppure -tanto per ripiegare, si fa per dire – al James Toner.

Giorno 2

Riprendiamo il weekend con un’abbondante colazione irlandese. Il secondo giorno inizia dalla Galleria Nazionale, situato nel quartiere Liberties.

Tappa successiva comprende la visita della prigione di Kilmainham. Un vero e proprio museo celebrato anche dagli U2 che consigliamo di vedere.

Aggiungiamo un’altra attrazione da fine settimana da non perdere assolutamente: la celebre Guinness Storehouse, raggiungibile tramite Luas. Salite al settimo piano della fabbrica e affacciatevi al bar che offre la vista sui tetti delle abitazioni locali.

Per i beoni incalliti consigliamo di associare al week end un altro tour di tutto rispetto presso la Jameson Distillery. Potrete farcela, non gettate la spugna. Solo a questo punto, e non prima, concludete la giornata ascoltando musica dal vivo a Temple Bar.

Giorno 3

L’ultimo giorno del vostro rilassante weekend prevede un passaggio presso il celebre cimitero di Glasnevin. Ammirate le lapidi monumentali, fotografate personaggi noti e meno noti e ricordateli nella vostra memoria.

Spostatevi verso la zona di O’Connell Street e ammirate il lungo ‘spillone’, The Spire, e il General Post Office, uno degli edifici storici della capitale che racconta la rivolta di Pasqua del 1916. Aggiungete al vostro week end un po’ di sana storia irlandese condita con un pizzico di rivolta.

Visitate il Writers Museum, la Galleria Municipale d’arte moderna e il Museo d’Arte decorativa di Collins Barracks. Potrete intervallare le maratone culturali con delle brevi soste presso il Phoenix Park, un ottimo modo per rilassarsi durante il weekend.

Proposta di itinerario con orari

Rielaboriamo un Itinerario di 48 ore, con arrivo pomeridiano. La prima cosa che suggeriamo di fare per il vostro weekend è di fare un salto al Cobblestone pub.

  • Ore 17:00 – Ordina una pinta e inizia a familiarizzare con la gente del posto. I clienti abituali arrivano con i loro strumenti e sono pronti per una jam session. Tra una canzone e una Guinness godetevi un po’ di relax. Il vostro weekend abbia inizio.
  • Ore 18:30 – Carichi di musica e con tanta voglia di ballare, mangiate prima un po’ di carne. Recatevi al Bison Bar – il miglior BBQ in città, che serve solo carne 100% irlandese. Accostate delle patatine fritte alla carne e proseguite il vostro tour di 48 ore sorseggiando uno dei migliori whiskey sour, consigliato anche pre-pasto.
  • Ore 20:30 – Vi aspetta una visita al Whelan’s Bar, un’incredibile pub dall’acustica perfetta che fa musica dal vivo. In ogni angolo del bar troverete una energia musicale diversa, perciò, qualsiasi sia il tuo genere, saprai sempre esattamente dove andare.
  • Ore 23:00 – Quando scende la notte, quella vera, scegliete il Vintage Cocktail Club. Il locale è situato nel cuore cittadino, nella zona più frenetica. Farete un tuffo nel passato, agli anni ’20 del ‘900, il cui fascino e stile di vita si rispecchiano non solo nell’arredamento del locale, ma anche nei suoi drink.

48 ore – 1 giorno

  • Ore 10 – Iniziate il weekend con la visita alla National Gallery of Ireland, dove potrete ammirare meravigliose opere d’arte. Scegliete il Gallery Restaurant per fare la prima colazione. Trovate un atrio spettacolare, magicamente ravvivato da giochi di luce ed ombra.
  • Passeggiate fino alla più antica università d’Irlanda, il Trinity College. Ammirate la Old Library e pensate a tutti coloro che hanno studiato da queste parti. Solo per citarne alcuni: Oscar Wilde, Samuel Beckett e Oliver Goldsmith.
  • Ore 12:30 – Visitate il The Little Museum of Dublin le cui pareti sono tappezzate di poster, pagine di giornale e fotografie che raccontano 100 anni di storia della città. Al secondo piano, troverete una mostra permanente sugli U2.
  • Ore 13 – Uscendo dal museo, sulla destra c’è Hatch & Sons, tra i migliori posti dove mangiare nella capitale, è il luogo perfetto dove gustare autentico cibo irlandese.
  • Ore 14 – Visitate Ha’Penny Flea Market in Lower Liffey Street. Si tratta di un mercatino delle pulci . Dall’abbigliamento vintage ai gioielli fatti a mano, potrete deliziarvi con i dipinti di artisti locali.
  • Ore 15 – Riposatevi un po’. Prendete la LUAS – direzione nord – e fate una visita a Phoenix Park. Questo parco è il più grande della città e ospita anche lo Zoo. Si può girare a piedi, oppure in bici. Le noleggiano all’ingresso. Una volta dentro questo ‘cuore verde’ assaggiate un famoso dolcetto al Phoenix Café (An Fionn Uisce) – piccolo locale di forma ettagonale.
  • Ore 16 – Visitate la fabbrica Guinness. Salite con l’ascensore fino al Gravity Bar e ammirate la vista mozzafiato sulla città mentre bevete una stout.
  • Ore 18 – Fermatevi a mangiare qualcosa al Pig’s Ear. Troverete salmone irlandese, il caffè accompagnato da formaggi e cibo tradizionale.
  • Ore 19:30 – È ora di andare a teatro: nello Smock Alley Theatre. Aperto nel 1662 e ristrutturato nel 2012, è insieme il teatro più antico e più moderno. Il palcoscenico intimo crea un’atmosfera insolita, coinvolgente. Da provare.
  • Ore 22 – Spingetevi al Bernard Shaw. All’esterno del pub è parcheggiato un grande autobus azzurro dove potrete ordinare una birra e mangiare una pizza.

48 ore – 2 giorno

  • Ore 10 – Prendete la DART e raggiungete la costa. Troverete paesaggi meravigliosi e villaggi strepitosi, come Howth.
  • Ore 10:30 – Visitate Sandycove. Questo quartiere nella parte orientale della Dublin Bay è il luogo ideale per fare una passeggiata rigenerante sul lungomare. Non lontano da qui c’è la torre martello che ospita il James Joyce Museum.
  • 11:30 – Fate una passeggiata lungo la Killiney Hill con i suoi scenari meravigliosi. A nord vedrete la capitale, a sud Wicklow e, se la giornata è davvero limpida, ad est si arriva a scorgere il Galles.
  • 12:30 – Se avete fame, riprendete la DART in direzione città.
  • 13:30 – Potete fermarvi a Bunsen Burgers per assaggiare l’hamburger più buono del paese, oppure consultate la guida dei ristoranti.
  • Ore 14:15 – Fate shopping. Visitate The Designist, un negozio unico di idee regalo e oggetti per la casa che offre il meglio del design irlandese ed internazionale.
  • Ore 14:30 – Passeggiate lungo la George’s Street Arcade, il centro commerciale più antico d’Europa. Troverete piccoli negozi e bancarelle: impossibile non trovare il souvenir perfetto. Il mercato pullula di personaggi caratteristici, come l’artista locale Maurice Fitzgerald, che ha sempre una storia da raccontare. UN modo originale per concludere il weekend.