Night Clubs a Dublino

A una certa ora, come si dice ironicamente, potrete fare un salto ai Night Clubs a Dublino. Si tratta di locali notturni che permettono agli insonni di divertirsi ancora un po’. Fino all’alba? A differenza dei pub a Dublino, questa tipologia di locali non ha vincoli di orario. Quindi, tirare fino a mattina è possibile. Eccome.

I Night Clubs sono dei veri e propri locali notturni, disco club e quant’altro: ritrovi per chi ama la danza, ballare o scatenarsi qualsivoglia nel centro della capitale e nelle zone limitrofe. Ci sono un’ampia gamma di locali, per tutti i gusti, che offre svariate atmosfere musicali. Potreste variare partecipando dalle pompose serate studentesche alle energiche notti di techno internazionale oppure di band indie.

Cerchiamo di dare delle informazioni utili. La vita notturna a Dublino inizia presto: solitamente alle 18. Come accennavamo poc’anzi, i pub, primo approccio alla serata, restano aperti fino alle 23 o 23,30. Dopo quell’orario entrano in scena i Night Clubs con orari che si estendono fino alle 2:30 e altri club, date uno sguardo a quelli su Leeson Street, che rimangono svegli fino alle 5. Non dovrete fare molta strada per cercarli. La maggior parte di questi posti si trovano nei quartieri centrali: Dame Street e George’s Street, Temple Bar, Harcourt Street e Camden Street.

Night Clubs a Dublino: i migliori locali notturni

Nel centro storico potrete fare un salto al The Twisted Pepper. Si trova al civico 54 di Middle Abbey Street. Nelle vicinanze c’è il The Workman’s Club, al 10 di Wellington Quay, Temple Bar, che presenta sempre numerosi eventi. Il The Grand Social è un più che rispettato posto che vale la pena visitare. Lo trovate al 35 di Liffey Street Lower, North City. Segue il The Academy, al 57 Middle Abbey St, con la sua musica LIVE.

Continuiamo a vagare tra i Night Clubs di Dublino scoprendo il Button Factory, sempre a Temple Bar, fino ad arrivare al Krystle, Harcourt St a Saint Kevin’s. Sulla stessa via, al civico 29-30, c’è il Copper Face Jacks aperto, tra l’altro, sette giorni su sette. Ancora in zona su Fleet Street segnaliamo l’Alchemy Club & Venue e il Buskers.

I Night Clubs non sono certo finiti. Da segnalare ci sono il Cafe en Seine al civico 40 di Dawson Street, il The Church Cafe, Junction of Mary St & Jervis St. Centralissimo, lungo Anglesea Street, c’è Club M. Lungo 33 Harcourt Street trovate l’Everleigh Garden. Al civico 6-8 di Wicklow Street si nasconde il Madison Night Clubs.

Tra i locali gay non possiamo non citare il The George al civico 89 di South Great Georges Street. L’elenco prosegue con il The Wright Venue a South Quarter Airside Business Park Swords. Il 4 Dame Lane, situato sull’omonima via. Andrew’s Lane Theatre su St Andrew’s Lane al civico nove. Il Break for the Border situato lungo Lower Stephens Street. Il Club Nassau al 47 di Kildare Street. E ancora Copper Alley ubicato al The Arlington Hotel e il Dakota Bar posizionato al civico 2 di South William Street.

Il Fitzsimon’s Bar si trova la 21-22 di Wellington Quay, mentre al numero 8 di Lower Leeson Street si trova il The Sugar Club. Il Tonic Bar si trova al 5 di Temple Road, al Blackrock Village.

Hai trovato utile questo articolo?
5/53 voti