Capodanno Celtico

Ogni anno a Milano si celebra il Samonios con un turbinio di musiche, balli, suggestioni e sapori durante gli spettacoli e le rievocazioni del Capodanno Celtico, con un fitto calendario d’iniziative culturali interdisciplinari – conferenze, laboratori, esposizione – volte a promuovere, attraverso una più efficace e divulgazione dei progressi della ricerca e delle nuove teorie scientifiche ed accademiche, la riscoperta di una parte ancora poco nota della storia della città, la storia della Milano e della Lombardia golasecchiana e lateniana.

Il successo di pubblico e la sua eterogeneità testimoniano un desiderio largamente condiviso di riscoprire le proprie radici ed è legato, alla scelta di veicolare il percorso conoscitivo in più sfere di fruizione, promuovendo in ognuna di esse, ove sia possibile, una fattiva partecipazione.

Capodanno Celtico Milano 2014

30 OTTOBRE 2014 dalle ore 17 alle ore 01,00
Legend Club Parco Nord (Area Espositiva Legend club)
Viale Enrico Fermi 98 – angolo via Sbarbaro (Milano)

Ritorna il Capodanno Celtico il prossimo 30 ottobre con un concerto a Milano. Negli ultimi anni il nome di questa festa è stato associato a momenti di ritrovo e discussione politica; tuttavia il Capodanno Celtico, o Samhain, è molto di più: una festa religiosa e soprattutto folkloristica festeggiata in occasione della notte in cui le tenebre e la luce si incontrano e si scambiano, una festa che in passato era talmente importante e diffusa, da aver dato vita allo stesso Halloween ed essere entrata nella tradizione cristiana attraverso la Festa di precetto Ognissanti.

Programma concerti 2014:
TOGA – USHAS – COMBINAZIONE – I COCiDA – FAONDAIL – SCINN MO’

Nelle serate 5-6-7 novembre si terrà L’estate di San Martino. L’estate di San Martino è una festa che appartiene alla nostra tradizione ed è da sempre legata in modo indissolubile alla vita delle nostre campagne: nata inizialmente come celebrazione di un evento cattolico si è poi trasformata in uno dei periodi più importanti per la scansione della vita sui campi: era il periodo in cui cominciavano le prime gelate, intervallate a brevi periodi di tepore (da cui il nome “estate”), il periodo in cui si assaggiavano le prime castagne e si aprivano le prime botti della vendemmia ed infine il periodo in cui venivano rinnovati i contratti agricoli.

Capodanno celtico: negli anni passati al Castello Sforzesco

La manifestazione, ormai entrata a pieno titolo nel circuito dei grandi festival celtici europei, è ormai una consolidata risorsa di clienti per tutte le strutture alberghiere della zona, nel cerchio senza tempo del Castello Sforzesco, il pubblico sempre più numeroso in un entusiasmante percorso tra antichi accampamenti, danze sfrenate, accese battaglie, sussurri d’arpe che incantano, artigiani e le più coinvolgenti voci del panorama celtico e folk nazionale ed internazionale, alla scoperta di un patrimonio che è parte irrinunciabile dell’identità culturale di Milano e della Lombardia.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
5/51 voto