L’Irlanda è candidata a palcoscenico per assistere ai colorati fenomeni dell’aurora boreale, ecco cosa dovrete sapere, dove e quando andare.

Poter ammirare l’aurora boreale non è affatto semplice, può richiedere tempo e soprattutto potreste non ammirare il fenomeno nonostante il viaggio all’estero. Questo perché non è così semplice che si verifichino tutte le condizione che servono a garantire il grande palcoscenico naturale. Le condizioni solari favorevoli sono sicuramente un primo passo e si concretizzano con i cieli limpidi a nord e nessun inquinamento luminoso.

Gli esperti dell’isola ritengono che il punto migliore per assistere al fenomeno sia la penisola di Inishowen. Un paesaggio remoto e immacolato che vanta essere anche il punto più settentrionale dell’Irlanda. Conosciuto per i suoi cieli scuri, avrete modo di ammirare perfettamente il fenomeno e la bellezza di quanto dimostrano anche queste fotografie. Resterete a bocca aperta e il viaggio nonché l’attesa saranno ripagati. Ovviamente l’Irlanda non è sola in questa avventura e anche Islanda e Norvegia vantano diverse località dalle quali sono possibili gli avvistamenti.

Che cos’è l’aurora boreale?

L’aurora polare, chiamata aurora boreale o australe a seconda di dove si verifichi rispettivamente nell’emisfero nord o sud, è un fenomeno ottico che può essere ammirato dall’atmosfera terrestre. Tanto in Irlanda, quanto in Islanda e nel resto del mondo gli archi aurorali cono caratterizzati da bande luminose di un’ampia gamma di forme e colori rapidamente mutevoli nel tempo e nello spazio, tipicamente di colore rosso, verde e azzurro. Il fenomeno è causato dall’interazione di particelle cariche di protoni ed elettroni, di origine solare, con la ionosfera terrestre. A causa della geometria del campo magnetico terrestre, le aurore sono visibili in due ristrette fasce attorno ai poli magnetici della Terra, dette ovali aurorali. Per questo motivo, l’aurora polare è più visibile in zone meno vicine ai poli.

E se il risultato sembra sortire lo stesso effetto, in realtà la forma di un’aurora boreale può variare sensibilmente assumendo connotati diversi che vanno dai grandi archi ai raggi luminosi o con delle macchie a intermittenza di vari colori. Spesso le aurore sono raffigurate e identificate dal colore verde e ciò è vero soltanto in parte. Quello che influisce sulla ciclicità dell’attività solare, conseguenza del perdurare delle aurore attive fino a 3 anni, è il gas presente. Verde e blu sono i colori dominanti per via dell’ossigeno atomico negli strati bassi dell’atmosfera mentre nella parte superiore si può trovare il colore rosso.

Qual è il periodo migliore per l’aurora boreale?

Le aurore sono più intense e frequenti durante periodi di attività solare, periodi in cui il campo magnetico interplanetario può presentare notevoli variazioni in intensità e direzione, aumentando la possibilità di un accoppiamento con il campo magnetico terrestre. Fissata la nozione, il periodo migliore su quando e dove vedere l’Aurora boreale è tra febbraio e marzo e tra settembre e ottobre – più o meno – in coincidenza degli equinozi. Consigliamo di scegliere il periodo che va da febbraio a marzo, in concomitanza con la lunga notte polare, e anche un momento di meno afflusso turistico. L’orario migliore è tra le 18 e l’una prediligendo il range dalle 22 alle 23. Va ricordato che il fenomeno si manifesta almeno due giorni dei tre solitamente previsti dal calendario lunare, ciò aumenta lo possibilità di potervi assistere. Nelle ultime stagioni autunnali le aurore boreali si sono avvicendate anche in periodi di bassa stagione regalando qualcosa in più di quello che si si aspettava. Seguire le condizioni meteorologiche è un buon punto di partenza.

Dove assistere al fenomeno dell’aurora borealis

Solitamente l’isola d’Irlanda non rientra tra i paesi candidati a mostrare quanto sia bella la Aurora Boreale. Nella memoria collettiva si pensa erroneamente che si possa assistere allo spettacolo dei cieli esclusivamente nei luoghi più remoti, impervi e freddi del pianeta. In parte è così, e al pari della Groenlandia, Islanda, Finlandia, Isole Fær Øer, Alaska, Canada, Svezia e Norvegia. In effetti ci sono dei paesi che rispetto all’Isola di Smeraldo garantiscono una prospettiva perfetta per avvistare le aurore boreali, non a caso Landmannalaugar e la stessa Reykjavik sono mete popolarissime nel settore. La Norvegia vanta tre località come Kirkenes, Tromsø e Alta; la Finlandia con Inari e Ivalo; in Islanda il fenomeno vede in primo piano le località di Kalfafell e Sandgerdi mentre il Canada si difende con la meta turistica di Yellowknife.

In Irlanda le morbide colline e il clima mitigato si confermano inaspettatamente palcoscenico impareggiabile di giochi di luce. Abbiamo almeno 4 luoghi dove poter ammirare la magia. In tanti, negli ultimi anni nominano sempre più spesso la contea di Antrim e in particolare il tratto di costa tra le cittadine costiere di Portrush e Cushendun. Un punto molto a nord e più vicino al circolo polare artico che pur non garantendo sempre una buona riuscita di avvistamento è preso in considerazione. Area sicuramente seconda alla Penisola di Inishowen che si trova nel Donegal ed è al momento il posto migliore per assistere alle aurore boreali irlandesi.

Inishowen Peninsula, aurora boreale

Quando e dove scorgere l’aurora boreale? Ovviamente la risposta è nel Donegal dove troverete le condizioni perfette. Tra paesaggi meravigliosi, da poter ammirare dall’alto verso il basso, assistere con molta facilità ai giochi di luce. Il punto migliore per l’avvistamento è la penisola di Inishowen, la meno popolata della contea e, dunque, la meno illuminata da luci artificiali. Posizionatevi nei pressi delle baie di Kinnego, di Culdaff, di Tullagh e di Pollan.

Capo Malin è un altro posto dove assistere all’aurora boreale. Il quando e sempre legato ai mesi di cui parlavano precedentemente. Ossia in coincidenza degli equinozi che avvengono solitamente tra febbraio e marzo e in Autunno in Irlanda tra settembre e ottobre.

Dove vedere aurora boreale in Irlanda

Un altro punto di osservazione da prendere in considerazione è la Contea di Antrim, ubicata all’estremità nord-orientale dell’isola. Patria di uno dei più prestigiosi siti e tesori: le Giant’s Causeway, la località si presta a poter ammirare la meravigliosa Aurora Boreale.

Cliffs of Moher, Breanan Mor

Non è facile, anzi diremo che assolutamente difficile. Ma perché non provarci lo stesso? Nel caso foste nella Contea di Galway provate ad ammirare l’aurora boreale dalle meravigliose Cliffs of Moher.

In evidenza su aurora boreale

Il Solstizio d'inverno

Il Solstizio d'inverno
In astronomia il Solstizio d'inverno è il momento in cui il Sole giunge, nel suo moto apparente lungo l'eclittica, il punto di declinazione massima o minima. Il giorno più corto dell'anno.

Irlanda in inverno

Irlanda in inverno
Esperienze gelide e tanti luoghi da visitare in inverno in Irlanda, quando le temperature scendono e la neve cade.