Alla scoperta della pesca in Irlanda in mare aperto. Le tecniche e cosa pescare a riva oppure noleggiando una barca.

Pesca in mare aperto

Le calde acque dell’Irlanda della deriva del Nord Atlantico solcano le coste, restituendo un clima più mite di quanto indicherebbe la posizione geografica. Il risultato è una miscela di specie di pesci d’acqua calda e fredda, in grado di entusiasmare gli esperti e il pescatore occasionale. La pesca in mare in Irlanda si sviluppa lungo le coste meridionali e occidentali.

Pescare in mare aperto

Una forma socievole di pesca in Irlanda è noleggiare delle barche in gruppo. Si tratta di un tipo di pesca popolare in gran parte della costa irlandese e nelle zone di Rosses Point a Sligo, Belmullet a Mayo, Kinsale a Cork, Fenit a Kerry e Bundoran in Donegal. Cosa potrete raccogliere in Irlanda durante la battuta di pesca in mare aperto? Merluzzo nero (pollock), merluzzo o grongo oppure lo sgombro, che nuota più vicino alla superficie. Potreste persino farvi cucinare il pescato del giorno da un ristoratore locale.

Specie

Merluzzo, razza e spigola sono esempi di pescato derivanti appunto dalla pesca in mare. A queste specie di pesci si possono aggiungere altre specie da sempre considerate secondarie come l’orata, il triotto e il persico rispetto al salmone presente nelle acque dolci.

Tipologie di disciplina in mare

Ecco alcune tecniche di pesca in Irlanda:

  • Shore Angling (pesca a spinning, a mosca, di fondo) è praticabile in mare in Irlanda da spiagge, rocce, estuari, banchine e pontili.
  • Inshore Angling (traino e spinning) si fa in Irlanda trainati dalle barche self drive di piccole dimensioni fino a 6 metri di lunghezza.
  • Sea Angling Offshore o profonda (d’altura) si può fare con un noleggio di barche da 9 metri e in grado di trasportare 12 passeggeri fino a 32 km in mare aperto. Una tecnica per dare la caccia agli squali, per la quale il paese è diventato famoso a livello mondiale.