Il livello di criminalità in Irlanda è moderato con scarse possibilità di vandalismi e furti, soprattutto di auto. Tutte le informazioni!

Il livello di criminalità in Irlanda è moderato episodi di microcriminalità, urti e scippi a danni di turisti e scarse possibilità di furti d’auto. Si può viaggiare in sicurezza anche da soli.

Nelle maggiori città irlandesi possono accadere episodi di microcriminalità, con furti e scippi nei confronti dei turisti, in particolare occorre fare attenzione nel centro di Dublino, nei quartieri degradati, e all’interno di locali affollati. Il rischio terrorismo è globale, dunque, nessun Paese può considerarsi esente da fenomeni del genere. In buona sostanza, l’isola è un posto tranquillo seppur consigliamo le piccole accortezze da seguire come in ogni altra città nel mondo. In particolare Dublino non presenta criticità, così come Belfast e Cork e paradossalmente il livello di criminalità più alto d’Irlanda si registra a Drogheda, una zona di confine con il Nord Irlanda. Prestare attenzione nei weekend alcolici e durante le visite alle Cliffs of Moher e alle Isole di Aran, in quanto luoghi caratterizzati da scogliere alte e scivolose.

Criminalità e sicurezza

Criminalità in Irlanda

Ebbene ricordare che il tasso di criminalità in Irlanda è tra i più bassi d’Europa. E se il fenomeno, seppur moderato, riguarda le grandi città e qualche cittadina di media grandezze, ci sentiamo di escludere a priori piccoli paesini rurali e remoti dell’isola. La tipologia di criminalità che può riguardare i turisti è la paura del furto dell’automobile, la percentuale è molto bassa, oppure degli oggetti lasciati nell’auto, opzione moderata, al pari di essere attaccati o insultati. Ovviamente, stando in un paese estero comportatevi utilizzando buon senso. Non raccogliete litigi altrui ed evitate gente ubriaca in orario poco consoni. Cercate sempre di restare nelle zone centrali e magari evitare zone periferiche e poco illuminate nelle ore notturne.

Droga, reati sessuali, arresto

La normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggere o pesanti) prevede pene detentive anche per quantità minime a uso personale. Sugli abusi sessuali o violenze contro i minori sono previste severe pene detentive per gli abusi sessuali e le violenze contro i minori. Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti anche al loro rientro in Italia sulla base delle leggi vigenti. In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l’Ambasciata d’Italia a Dublino per la necessaria assistenza.

Pericoli a Dublino

Porto di Dublino

A Dublino temete gli knackers, i giovanotti della periferia e delle volte anche identificati come i travellers, ed evitate di entrarci in contatto. Nel caso non rispondete alle provocazioni. Li potreste trovare in centro soprattutto nei fine settimana e non sarà difficile identificarli visto che preferiscono un abbigliamento abbastanza stereotipato: tuta da ginnastica col cappuccio alzato, bigiotteria varia e gel sui capelli. Per il resto consigliamo di tenere sempre sotto controllo gli effetti personali, di conservare con cura in un luogo sicuro biglietti di viaggio e documenti (passaporto o carta d’identità), scegliendo persino di circolare con una fotocopia da esibire in caso di necessità. Fate attenzione nei fine settimana, quando il consumo di bevande alcoliche è più elevato.

Criminalità a Belfast

Belfast Continental Christmas Market

Dimenticate la Belfast di venti anni fa, la città è completamente cambiata ed è diventata il centro di riferimento dell’Irlanda del Nord. I Troubles, ovvero le tensioni che causarono tremila morti, sono praticamente scomparse e piccole reminiscenze fanno parte di alcune persone che ancora cercano atti di violenza in nome di rancori superati. Dunque anche in questo caso ci sentiamo di rassicurare i turisti e di non temere alcunché. Restano valide le regole di sempre, non lasciare i bagagli in vista e proteggere i propri averi magari utilizzando tasche sicure.

Città irlandesi più o meno sicure

Vogliamo affrontare il tema della criminalità in Irlanda mostrando le città tendenzialmente più pericolose e al contempo con un tasso di sicurezza che fa ben sperare. Come anticipavamo poc’anzi, Drogheda ha un tasso di crimine superiore al 57% bilanciato da un tasso di sicurezza del 42%. Segue la capitale d’Irlanda Dublino con un tasso di criminalità del 49,75% e una percentuale di sicurezza di oltre il 50%. Scendendo la classifica ci sono Limerick (41% di criminalità e 58% di sicurezza), Cork (42% e 58%) e Galway con 29% di tasso di criminalità cui segue un rassicurante dato sulla sicurezza del 70%.

La mafia irlandese

Non è mai nominata, eppure esiste la mafia irlandese che in lingua inglese è definita Irish Mob. Queste organizzazioni criminali operano nelle principali città in Irlanda, così come in Inghilterra e in Scozia. Radicate e ben collaudate si muovono nell’ombra a Londra, Birmingham, Liverpool, Manchester, Newcastle, Dublino, Edimburgo, e Glasgow. Omonime bande si trovano negli Usa e sono riconducibili a emigranti irlandesi. In particolare si registrano dei fenomeni nelle città di Boston, New York, San Francisco, New Orleans, Cleveland, Philadelphia, Providence, Kansas City, St. Louis, Atlantic City, e Chicago. Ovviamente, non temete tale criminalità in Irlanda poiché non avrete modo di incontrarla durante il vostro viaggio.