Conosciamo la geografia d’Irlanda, isola nell’Oceano Atlantico settentrionale suddivisa in 4 province: Leinster, Munster, Connaught e Ulster.

Localizzata nell’Europa nord-occidentale, situata ad ovest della Gran Bretagna, dalla quale è separata dal Mar d’Irlanda, mentre il mare che la separa dal resto d’Europa è il Mare Celtico, l’Irlanda fa parte dell’Arcipelago britannico ed è spesso soprannominata the Emerald isle. Un nome che le è stato attribuito per le sue vaste midland collinari, caratteristica della sua geografia, nelle quali domina incontrastato il colore verde. Viceversa, la costa occidentale è caratterizzata dall’influsso dell’Oceano, da frastagliatissime e impervie scogliere.

Geografia

Le Slieve League descrivono perfettamente la geografia dell’isola. Le pareti della scogliera sono un chiaro esempio di roccia primordiale, ovvero la roccia più vecchia d’Irlanda: databile 1,7 miliardi di anni fa è stata rinvenuta su Inishtrahull, un isolotto a largo del Donegal. In altre parti di questo territorio, i geologi hanno trovato rocce nate come depositi glaciali. Questo a dimostrazione del fatto che l’Irlanda fosse interamente coinvolta in una massa di ghiaccio durante il periodo in questione. Al termine del Precambriano, circa 600 milioni di anni fa, la terraferma di quel che sarebbe divenuto l’Irlanda, era divisa in due dall’Oceano Giapeto, più o meno situata dove è posizionato oggi il Sudafrica e, quasi certamente, al di sotto del livello del mare come testimoniano molti fossili ritrovati a Bray Head, nel Wicklow.