Il gaelico è la lingua della tradizione irlandese, che ancora oggi è studiata nelle scuole e parlata correntemente in alcune zone d’Irlanda dette Gaeltacht. Non dovrebbe sorprendervi sapere che l’isola è di fatto un paese bilingue dal lontano 1921, dall’anno precedente alla proclamazione di Repubblica indipendente (Éire). Le lingue ufficiali dell’Isola di Smeraldo sono l’irlandese e l’inglese.

Non tutti, però, parlano irlandese. Il gaelico sta finendo nel dimenticatoio, nonostante lo sforzo delle istituzioni di preservarla. Di recente l’idioma è finito sotto l’attenzione dell’Unione europea che ha avviato, sostenuta dal governo di Dublino, una serie di provvedimenti per sopprimere i nomi inglesi di alcune località. Le zone Gaeltacht sono più orientato al gaelico che all’inglese.

Ma a cosa si riferisce il gaelico? La risposta è abbastanza semplice e quasi ovvia. Alle popolazioni celtiche dei Gaeli, presenti dai secoli VII e VI aC in Scozia, Irlanda, Galles, nell’isola di Man e nelle Ebridi. In particolare l’antica lingua raccoglie un gruppo di lingue della famiglia celtica che comprende l’irlandese e i residui di antiche lingue celtiche parlate in Scozia e il mannese, la lingua dell’isola di Man (Una dipendenza della Corona Britannica a governo autonomo, situata nel Mar d’Irlanda tra l’Inghilterra e l’Irlanda).

L’antica lingua parlata in Irlanda

lingua irlandese, gaelico zone Gaeltacht

Sull’esordio dell’irlandese in Irlanda ci sono tantissimi dubbi. Sebbene sia chiaro a tutti che l’irlandese sia una lingua celtica, non è altrettanto comprensibile la sua ascesa sull’isola. Secondo gli storici sin dal IV secolo, ossia dalle iscrizioni in alfabeto ogamico, in Irlanda si parlava già. Il periodo linguistico è definito irlandese arcaico.

Insomma pur non avendo alcuna testimonianza diretta, l’irlandese avrebbe soppiantato le lingue parlate precedentemente in Irlanda. Con l’arrivo del Cristianesimo, tra il IV e V secolo, il gaelico sarebbe rimasta l’unica. Soltanto con l’arrivo dei Vichinghi, la lingua celtica dovette fare i conti con altre lingue. A incidere sul linguaggio ci saranno anche i Normanni (1169). L’Irlanda assunse il nome di primo neo-irlandese detto anche irlandese classico.

I normanni non conquisteranno mai l’intera Isola, Molte zone rimasero indipendenti. L’inglese si era affermato a Dublino e a Wexford. Persino con gli statuti di Kilkenny (Una serie di trentacinque articoli emanati a Kilkenny nel 1367, con l’intento di frenare l’allarmante declino della dominazione Hiberno-Normanna sull’Irlanda), che vietavano ai coloni di origine inglese di usare l’irlandese, la situazione rimase a lungo tempo immutata. Così anche durante il XVI e il XVII secolo, il popolo continuava a parlare irlandese. Il declino si ebbe quando furono cacciati i nobili gaelici nel 1607 (il periodo è identificato con il Flight of the Earls) che privò i legami del gaelico con le classi elevate. Così ebbe inizio il neoirlandese o irlandese moderno.

Nel tardo XVIII secolo, con la Carestia, l’irlandese divenne, almeno nell’immaginario collettivo, la lingua dei poveri, dei contadini, dei pescatori, dei vagabondi. A questo punto è l’inglese a minacciare l’irlandese. Una tendenza inarrestabile nonostante le iniziative di tutela del gaelico attuate alla fine del XIX secolo. Con l’indipendenza dell’Irlanda nel 1922, si cercò di salvaguardare l’irlandese.

Dove si parla irlandese?

Voli per Galway

Nei circa 2300 villaggi della zona conosciuta come Gaeltacht, con una presenza di gaelic speakers pari all’80%, il nome inglese sarà rimpiazzato esclusivamente dall’irlandese. La zona in questione comprende le contee di Galway, Kerry, Donegal e Mayo (nell’ovest) e quelle di Cork e Waterford (sud) e Meath, a nord della capitale. Nel resto del paese invece, i nomi gaelici coabiteranno con quelli in inglese.

A presentare queste misure è stato il ministro per la lingua gaelica, Eamon O Cuiv. Secondo una stima, circa 1,4 milioni di irlandesi, uno su quattro, dicono di conoscere l’irlandese (il dato si riferisce al 2002 ndr) e un quarto afferma di farne un uso quotidiano. Per quanto riguarda invece gli organi di stampa, capita raramente di ascoltare qualche espressione in gaelico, la maggior parte del tempo radio, televisione e giornali prediligono l’inglese. Le istituzioni statali e pubbliche hanno denominazioni esclusivamente nell’antica gaelica e prevalgono sulla forma espressa in inglese.

Al di fuori delle aree Gaeltachtai, c’è stato un incremento in seguito all’apertura delle Gaelscoileanna: istituzioni scolastiche di primo e di secondo livello dove le lezioni vengono impartite esclusivamente in irlandese. A questo si aggiunge la strategia del governo volta ad aumentare i parlanti di irlandese entro il 2030.

Cosa vuole dire Gaelico?

Così recita il Dizionario

Gaelico, lingua gaelica e croce

[dall’ingl. Gaelic, der. di Gael «gaelico», che a sua volta è dal gaelico gāidheal] (pl. m. -ci). – 1. Relativo o appartenente ai Gaeli, abitanti celtici della Scozia: la lingua di Scozia, importata dall’Irlanda (circa 5° sec. d. C.), sviluppatasi in seguito in lingua letteraria e oggi ristretta ad alcune regioni delle Highlands (cioè delle montagne, o «alte terre», scozzesi). 2. In antropologia fisica, sottorazza g., una delle varietà regionali atlantiche o occidentali della razza mediterranea, rappresentata principalmente nell’Irlanda occid. e merid., nelle alte terre scozzesi occid., nel Galles, e caratterizzata da pigmentazioni scure del capello e talora dell’occhio, da prevalente platicefalia e da alta statura.

Praticare l’irlandese

A scuola di gaelico

Lingua gaelica e il gaelico
  • Il nome del paese in irlandese è Éire (Ireland)
  • Il parlamento: An Oireachtas
  • Il senato: Seanad Éireann
  • La camera bassa: Dáil Éireann
  • Primo ministro: An Taoiseach
  • Vice primo ministro: An Tánaiste
  • Deputato: Teachta Dála
  • Polizia: Garda Síochána
  • Posta si scrive An Post
  • Società degli autobus pubblici: Bus Éireann
  • Società delle ferrovie: Iarnród Éireann
  • Stazione radiotelevisiva: Raidió Telefís Éireann (RTÉ, “Radio Televisione d’Irlanda”)

Sapresti dire Buona Pasqua in gaelico?