Pet Passport

Secondo il regolamento UE n. 998/2003, dal 1 ottobre 2004, cani, gatti e furetti devono essere dotati di Pet Passport per andare in vacanza con il loro padrone.

Il Pet passport viene rilasciato dai Centri di Sanità Pubblica Veterinaria e pertanto l’animale deve essere identificato con tatuaggio leggibile o microchip.

I cani devono anche essere iscritti all’anagrafe regionale.
 

Come ottenere il Pet Passport

Pet PassportL’Europarlamento si è occupato di nuovo del provvedimento, denominato Pet Passport, riconfermando la necessità di ottemperare a tale obbligo e per ristabilire alcuni doveri. Nei Paesi UE (esclusi Gran Bretagna, Irlanda e Svezia che richiedono ulteriori garanzie sanitarie) il passaporto è valido per l’espatrio se nell’apposito spazio è certificata annualmente (o da almeno 21 giorni, in caso di prima vaccinazione) l’esecuzione della vaccinazione antirabbica.

L’Irlanda richiede altri test oltre al generico Pet Passport. In particolare i maggiori controlli sono racchiusi sotto un’unica formula: “transitional regime“. Di cosa si tratta? Dell’obbligo del test sierologico antirabbico (previsto anche da Malta, Svezia e Regno Unito), misure specifiche contro l’echinococcosi (previsto anche da Malta, Finlandia, Svezia e Regno Unito) e zecche (Irlanda, Malta e Regno Unito).
 

In Italia

Per ottenere il Pet Passport, il documento che permette di andare all’estero con il proprio animale, è necessario rivolgersi ai Servizi Veterinari della propria Azienda Sanitaria. Di fondamentale importanza il fatto che: cane, gatto o furetto sia identificabile tramite tatuaggio leggibile o microchip. Entrambi devono essere registrati all’anagrafe degli animali d’affezione.

Quando ci si reca presso i Servizi Veterinari per il Pet Passport è importante portare con sé l’animale, almeno in questo modo sarà possibile procedere con la verifica della leggibilità del microchip o tatuaggio, il certificato di applicazione e registrazione all’anagrafe e il libretto sanitario delle vaccinazioni.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
5/51 voto