La ricerca di un lavoro stagionale in Irlanda è probabilmente la tipologia lavorativa più ambita con contratti temporanei poco vincolanti.

Lavoro stagionale

L’approccio più richiesto per vivere un’esperienza di lavoro in Irlanda è senz’altro un’opportunità stagionale, temporanea e senza troppi vincoli. Si tratta perlopiù di un modo per migliorare la conoscenza della lingua inglese ed entrare in contatto con una realtà differente dalla propria quotidianità.

Il lavoro stagionale si concentra principalmente in un arco di tempo temporaneo che può coincidere non necessariamente con i mesi estivi. Ogni settore offre delle disponibilità lavorative con contratti di lavoro stagionale e con impegni che possono durare da qualche settimana a 6 mesi. È l’esempio del settore agricolo, turistico o alberghiero o nella ristorazione sempre soggetto al rimpiazzo costante di personale.

Non tutti sanno che l’Irlanda è tra i massimi produttori europei di zinco e piombo, settori dove lavorare con possibilità di cercare un lavoro anche nel campo di risorse minerarie che vanno dal carbone, al gas naturale fino alla torba. Nel settore primario sono gli allevamenti di bovini e ovini a dare una mano al lavoro stagionale e all’economia insieme all’industria lattiero-casearia.


Requisiti e vincoli

Paese che vai usanze che trovi, il solito detto per racchiudere  in altre parole che la ricerca di un lavoro stagionale in Irlanda può essere considerato il livello lavorativo di più facile approccio. Questo perché la maggior parte dei settori che operano in attività temporanee (a tempo limitato) solitamente si limitano alla ricerca di personale e trascurano requisiti non necessari. Nel settore agricolo la conoscenza della lingua non è una priorità, non lo è nemmeno se si è impegnati a rifare le camere di un albergo, tantomeno fare il lavapiatti in un ristorante. La cosa cambia quando nei settori turistico e alberghiero le mansioni entrano a contatto con i clienti. A quel punto diventa vincolante la conoscenza della lingua. Altro vincolo da prendere in considerazione è la permanenza superiore ai tre mesi: ciò richiede un visto turistico.


Regole normative sul lavoro stagionale

L’Inquadramento contrattuale per il lavoro stagionale rientra nel contratto di settore a tempo determinato. Pertanto obblighi e concessioni sono specificati nel contratto di lavoro e con essi anche tutte le informazioni necessarie per lo svolgimento delle mansioni richieste. Dunque occorre verificare il rispetto degli accordi verbali e individuare le voci sulle condizioni di retribuzione, l’assistenza sanitaria, l’assicurazione e le scadenze contrattuali. Pur non avendo una legislazione specifica l’Irlanda rimanda allo Statutory, una sorta di enorme database che raccoglie atti governativi che servono a regolare la moderna società irlandese dal 1922 ad oggi.

Agricoltura

Agricoltura

In una terra di patate e distese immense di aree verdi, l’agricoltura è un motore trainante del lavoro stagionale in Irlanda.
Settore turistico

Settore turistico

Il settore turistico è un pilastro dell'economia irlandese e offre lavoro a oltre 300 mila addetti, reclutati con contratti stagionali.
Settori alberghiero e ristorazione

Settori alberghiero e ristorazione

I settori più accomodanti per coloro che tentennano con l’inglese sono sicuramente la ristorazione e le opportunità di lavoro in alberghi.