Sudafricani e All Blacks in compagnia di alcune squadri europee come Inghilterra, Galles e Irlanda si contendono solitamente i primi posti del ranking mondiale di rugby. Seguono l’Australia che va a comporre un altro gruppetto di testa con la Scozia e anche la Francia.

L’Italia, purtroppo, non riesce a entrare nella top 10 del ranking mondiale di rugby, continuando così a lottare con squadre di livello inferiore tra la 14° e la 15° posizione. Ci sono ogni tanto dei sbalzi che purtroppo non supportato a lungo termine. Tra le squadre appaiate con gli azzurri, sono in classifica le Fiji, le Tonga, le Samoa. Gli incontri più importanti durante il Sei Nazioni sono una delle poche possibilità di scalare la classifica.

Ricordiamo lo sbalzo in avanti della formazione Giappone, che dopo il recente mondiale ha scalato il rugby ranking mondiale assestandosi tra le prime dieci. Detto ciò per tornare al Six Nations, e in particolare alle imprese della nazionale irlandese, ricordiamo la loro laurea nel campionato europeo nelle edizioni 2015 e 2018, con un testimone raccolto dagli inglesi nell’edizione 2016 e 2017. I Dragoni Rossi, invece, si sono aggiudicati la contesa 2019.

Ranking mondiale di rugby

Rugby Ranking mondiale

La Classifica del Ranking mondiale di rugby maschile è aggiornata in tempo reale e sincronizzata con la federazione mondiale World Rugby (l’organismo che amministra il rugby sia a 15 sia a 7 nel mondo). In questo modo avrete la possibilità di scoprire la posizione delle 105 squadre che compongono il lungo elenco, il loro ranking e l’eventuale andamento verso il basso o verso l’alto in base ai recenti match disputati. Specifichiamo di nuovo che la data che vedrete a seguire riguarda l’ultima modifica ufficiale.

Rugby. Ranking mondiale

La classifica è aggiornata automaticamente in base alle modifiche del World Rugby Rankings!