L’elenco delle Squadre e degli Stadi del 6 Nazioni per conoscere impianti sportivi e team di rugby protagonisti del campionato europeo.

Come insegna la storia del 6 Nazioni, individuare le sei squadre ufficiali significa fare un passo indietro e tornare nel lontano 1910. Il torneo fu sospeso soltanto durante gli anni della Prima Guerra Mondiale, ma riprese subito dopo il 1920. L’ingresso della Francia portò il numero di nazioni a cinque, il Cinque Nazioni, nonostante la ferma contrarietà della Scozia. Il monopolio delle nazionali britanniche si ruppe definitivamente e nemmeno le durissime reazioni tra le tifoserie francesi e scozzesi, fino all’ammonimento per i galletti richiamati per indisciplina, riuscirono a placare gli animi.

Fu il tempo il miglior complice. Nel 1931 la Francia fu estromessa dal torneo e riammessa nel 1939. I giocatori poterono tornare in campo soltanto alla fine della Seconda Guerra Mondiale tra il 1940 e il 1947. L’Italia entrò ufficialmente nel torneo nel 2000, anche se l’approvazione risaliva al 1998. Nacque così il Sei Nazioni.

Le Squadre

Le regole del Sei Nazioni

Ogni squadra gioca contro ogni altra un solo incontro e vengono assegnati dei punti in caso di vittoria oppure dei bonus. Vince il torneo chi fa più punti e in caso di parità chi ha la miglior differenza di punteggio. La squadra vincitrice si aggiudica il “Trofeo delle Sei Nazioni”. Il team che si impone su tutte le altre squadre del 6 Nazioni vince il Grande Slam. La vittoria di una squadra delle Isole Britanniche (ovvero, escludendo Francia ed Italia) su tutte le altre tre porta alla conquista della Triple Crown. La squadra che si classifica per ultima, si aggiudica un demerito: il Cucchiaio di legno! Le squadre attualmente ammesse a partecipare al torneo sono: