Triple Crown, rugby

Nel rugby a 15 la Triple Crown (o triplice corona) è un riconoscimento simbolico, sancito da una specie di coppa, messo annualmente in palio tra le quattro nazionali delle Isole Britanniche di Galles, Inghilterra, Irlanda e Scozia nel corso dei tornei del Sei Nazioni maschile e femminile.

La Triple Crown viene conferita alla squadra che, nel corso di una singola edizione del torneo, batte le altre tre. Inizialmente il premio coincideva con il Grande Slam (la vittoria in tutti gli incontri di un’edizione del torneo), poi successivamente i due titoli sono stati differenziati.

Origine del termine
L’origine della denominazione Triple Crown è incerta. Il nome potrebbe derivare dalla triplice corona di Giacomo I Stuart, primo sovrano a unificare tutte le Corone del Regno Unito nel 1603, quelle d’Inghilterra, Scozia e Irlanda. Nell’omonima tragedia di Shakespeare, Macbeth, parlando del trono di re Giacomo, si riferisce a esso come «triplo scettro» (4° atto, 1ª scena).

Il quotidiano dublinese Irish Times, il 12 marzo 1894, scrisse a seguito del vittorioso incontro dell’Irlanda ai danni del Galles: «Dopo anni di quella che pareva una lotta senza speranza, l’Irlanda è riuscita nell’impresa di guadagnarsi la triplice corona del rugby. Per la prima volta negli annali del torneo, gli irlandesi hanno dimostrato al di là di ogni dubbio il loro diritto a proclamarsi meritatamente e innegabilmente campioni tra le Nazioni … Hurrà per Hibernia!».

Trofeo
Nel 1975 Dave Merrington, un minatore in pensione di Durham (nord dell’Inghilterra), ebbe l’idea di modellare con il suo temperino un pezzo di carbone estratto dalla miniera di Haig in Cumbria per trarne un trofeo da offrire alla squadra che si aggiudicasse il premio. Esso rappresenta una corona che poggia su un piedistallo quadrangolare, su ciascuna delle cui facce è rappresentato un simbolo distintivo di ognuna delle Nazioni britanniche: una rosa per l’Inghilterra, un trifoglio per l’Irlanda, un cardo per la Scozia e le piume dell’emblema del Principe del Galles. Nonostante una campagna mediatica per farlo adottare come riconoscimento, le quattro federazioni britanniche rifiutarono di usarlo, e attualmente il manufatto è esposto al museo del rugby di Twickenham.
Di conseguenza, non essendo previsto alcun riconoscimento tangibile, il riconoscimento si guadagnò il soprannome di Trofeo invisibile. Tuttavia, nel 2006, la Royal Bank of Scotland, principale sponsor del Sei Nazioni, commissionò un trofeo apposito, che per la prima volta fu assegnato nell’edizione di quell’anno: il riconoscimento consiste in un piatto d’argento e la Nazionale ad aggiudicarselo per prima fu l’Irlanda, che lo mantenne anche per l’edizione successiva.

Triple Crown, rugby

L’Inghilterra è la squadra che ha vinto più volte la corona.