C’è un filo che lega Usa e Irlanda e trova il clou nella festa St Patrick’s Day a New York: una delle parate più grandi al mondo.

St Patrick’s Day Usa

Premessa

San Patrizio è patrono di New York, anche per questo la parata newyorchese del St Patrick’s Day (www.nycstpatricksparade.org) è tra le maggiori feste al mondo. A sfilare ci sono statunitensi, ma soprattutto emigrati irlandesi probabilmente fino alla quarta generazione. Cosa spinge l’Irlanda agli Usa? Cosa lega Dublino al St Patrick’s Day statunitense, Dublino a Boston e Chicago? Radici, legami, un passato di sofferenza poi diventato successo. Sono le storie dei tanti arrivati negli Usa come schiavi, per cercare fortuna e successivamente per scappare dalla Grande Carestia. I primi St Patrick’s Day a New York erano piccole manifestazioni, organizzate per sentirsi a casa.

La New York St Patrick’s Day Parade è una delle più grandi tradizioni di NY City.

Addirittura nel 1960, i poliziotti che lavoravano nella Grande Mela erano per circa il 42%  immigrati irlandesi. E questo la dice lunga su quanto è stata apprezzata l’organizzazione delle tante sfilate del St Patrick’s Day a New York. Il 17 marzo, lungo la 5th Avenue, va in scena una delle più grandi e antiche parate dedicate alla festa di San Patrizio. Migliaia di persone prendono parte al St Patrick’s Day indossando abiti verdi e cappelli spassosi marciando dietro bande musicali che ossessivamente ripetono i motivi musicali più amati e attesi. La prima parata ci fu il 17 marzo 1762, quattordici anni prima della firma della Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti.

La prima parata a New York

Old Broadway, Usa

La prima parata a New York fu inscenata da una banda di ex-patrioti irlandesi e membri dell’esercito in servizio presso le colonie britanniche cittadine. Correva l’anno 1762 quando a Broadway indossare abiti verdi e parlare irlandese al di fuori di un contesto circoscritto era vietato. Per questo il senso di appartenenza e l’orgoglio irlandese fecero leva per dare origine a un piccolo sogno che ricreasse l’atmosfera dell’Irlanda. Un sentirsi a casa, poter indossare qualcosa di verde, parlare il dialetto irlandese, cantare le canzoni irlandesi accompagnate da flauti. Negli anni successivi la parata del St. Patrick’s Day continuò per 150 anni a essere guidata da un’unità militare: dai membri del reggimento della Guardia Nazionale, noto come il “Fighting 69” legati ad associazioni come la thirty-two Irish County Societies, scuole e università. Accade dopo la guerra del 1812, quando le società benefiche irlandesi iniziarono a prendersi cura dell’evento. A partire dal 1851 entrarono i marciatori del Reggimento 69 a guidare la Parata, tuttora primo gruppo a sfilare. Attualmente la St. Patrick’s Day Parade è sotto la guida della St. Patrick’s Day Parade, Inc.


Oggi, la St. Patrick’s Cathedral a New York

St Patrick s Cattedrale Di San Patrizio New York

Oggi, la St. Patrick’s Day Parade sfila ancora sulla 5th Avenue sotto la benedizione della Cattedrale di St. Patrick e dell’Arcivescovo newyorchese con qualche modifica del percorso originario. La sfilata inizia lungo 44th Street, passa per la 5th Avenue e prosegue fino a raggiungere la 79th Street. Tutt’intorno milioni di spettatori che si accalcano per assistere al grande evento. Nel 2011, la Parade ha celebrato il suo 250° anniversario scegliendo un Grand Marshal speciale: Mary Higgins Clark. La St. Patrick’s Cathedral si trova di fronte al Rockefeller Center e vanta un turismo quantificabile oltre 5 milioni l’anno. Facilmente riconoscibile dall’esterno la Cattedrale presenta due guglie alte poco più di 100 metri, con delle porte di ingresso realizzate in bronzo. All’interno spiccano i soffitti, la capienza di oltre duemila persone, le cappelle, l’altare di Mother Elizabeth Seton e le numerose opere d’arte conservate tra cui la famosa Pietà di Michelangelo. St. Patrick’s Cathedral è aperta tutti i giorni dalle ore 6.30 alle ore 20.45 con ingresso gratuito.


Curiosità e dediche speciali

La parata St. Patrick’s Day si tiene il 17 marzo, tranne quando il giorno cade di domenica ed è anticipato al sabato 16. Negli anni la grande marcia ha assunto varie forme assecondando il contesto attorno. In seguito agli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, l’anno successivo la St Patrick’s Parade è stata dedicata agli ‘Eroi del 9/11’: un omaggio alla polizia, ai vigili del fuoco, ai soccorritori e a tutti coloro che hanno perso la vita durante gli attentati. Durante il percorso i figuranti, rivolti verso le “Torri Gemelle”, hanno rispettato due minuti di silenzio. Un anno molto partecipato che vide una presenza di 300 mila marciatori e 3 milioni di spettatori alla presenza, prima volta nella storia, del Presidente dell’Irlanda.