Il diciassette marzo è solo il clou della festa di San Patrizio nella capitale irlandese. Con questa piccola guida vogliamo raccontare cosa accade durante la settimana più pazza dell’anno. Vorremmo condividere il senso di tale ricorrenza, perché è così sentita e soprattutto quali sono le caratteristiche che contraddistinguono un evento celebrato in patria rispetto a quelli vissuti all’estero. Siete pronti a scoprire ogni verità sul St Patrick’s Day? Pronti a fare conoscenza con il Santo più amato al mondo. Ecco la guida definitiva di San Patrizio a Dublino: in cui tutto si tinge di verde dalle facce ai simboli iconici della città.

Nei giorni del St Patrick’s Day, giorno dedicato al Santo Patrono, la festa nazionale più importante dell’isola, Dublino come altre città irlandesi offre una serie di eventi che incantano il mondo interno. Grandi concerti, parate, fuochi d’artificio, carri tematici e svariate iniziative gastronomiche segnano un momento unico. Indelebile. Se la parola d’ordine è divertimento, sappiate che la ricorrenza ha una forte impronta cristiana. Ci sono momenti di riflessione, di preghiera, alternativi o, meglio dire, concomitanti ai cerimoniali laici del San Patrizio a Dublino.

L’intera città partecipa alla festa di San Patrizio a Dublino. Ci sono i tanti musei capitolini, che per l’occasione ospitano workshop gratuiti ed escursioni storiche accompagnate da tour nei luoghi celebri importanti con i quali il vescovo irlandese ha interagito durante il periodo della sua evangelizzazione. A cominciare dalla St Patrick’s Cathedral, per finire alla Guinness Storehouse. Ovviamente, il Santo patrono non si soffermava al Gravity Bar e il punto di arrivo di questa immediata parabola discendente è riservato a voi turisti. Concedeteci di scherzare un po’.

La guida definitiva

San Patrizio a Dublino

San Patrizio a Dublino richiama centinaia di migliaia di persone. Dunque, è chiaro che la gestione di questo afflusso di persone richiede l’allestimento di svariate location. Ci sono iniziative private che si sovrappongono a quelle pubbliche. Il mix di eventi offre una quantità impressionante di cose da fare a Dublino. Il tutto è accompagnato dai musicisti, artisti di strada e artigiani che stazionano nelle vie del centro storico e rendono affascinante l’atmosfera. Non resta che godersi la festa, magari indossando qualche gadget, forse anche una parrucca, decorarsi le unghie e truccarsi per il St Patricks Day.

La parata di San Patrizio a Dublino

La guida definitiva di San Patrizio a Dublino suggerisce di seguire il mastodontico evento della “St Patrick’s Day Parade”. Un lungo serpentone cui prendono parte centinaia di migliaia di persone, provenienti da ogni dove. Ammirate le esplosioni di colore e le scenografiche coreografie. I figuranti sfileranno davanti ai più importanti edifici cittadini.

Global Greening a Dublino

Ogni sera c’è il Greening the City. Prima di cena e per tutta la durata delle celebrazioni, l’imponente luminaria tingerà di verde gli angoli chiave del centro città. Questa importante tradizione del San Patrizio a Dublino è entrata ufficialmente nella guida definitiva. Succede anche in Italia e nel resto del mondo. Il Turismo Irlandese è riuscito a esportare la consuetudine a tutti gli edifici e siti storici del pianeta, promuovendo un’iniziativa a tutto tondo.

Sei nazioni di rugby

Concentrato nel mese di febbraio, e scavalla anche a marzo, il torneo di rugby Six Nations è un must. Partecipate a un evento, magari assistendo a Irlanda vs Italia all’Aviva Stadium di Dublino. 80 minuti di emozioni, cantando a squarciagola l’inno ufficiale della nazionale in maglia verde: Ireland’s Call.

Storia di San Patrizio

Il San Patrizio a Dublino è legato alla figura di Patrizio, figlio di una nobile famiglia romana. Calphurnius e Conchessa, i suoi genitori, lo chiamarono Maewyn Succat. L’uomo diventato Santo fu rapito dalla sua Scozia e quando divenne missionario decise di diffondere il Cristianesimo in Irlanda. La sua predicazione diviene da subito antidoto alle tradizioni celtiche pagane.

Cosa dovresti sapere

10 cose da sapere su St. Patrick

Una guida definitiva offre sempre almeno dieci curiosità o cose da sapere sul San Patrizio a Dublino. Snoccioliamo il primo numero: lo sapevi che il 17 marzo più di 70 milioni di persone si riunisce per celebrare negli irish pub?

  1. Anche se in Irlanda amano questa festa alla follia, il santo non era irlandese bensì gallese.
  2. Il suo vero nome non è Patrick: esistono oltre 100 variazioni del nome, sia al maschile che al femminile, ma gli storici sono concordi nel dire che il suo vero nome fosse Maewyn Succat.
  3. La leggende sul vescovo narrano di come abbia liberato l’Irlanda dai serpenti: un’impresa impossibile, visto che nell’Isola di smeraldo non erano presenti dei rettili.
  4. Sebbene il verde sia il colore del San Patrizio a Dublino, l’abbigliamento del vescovo tendeva sempre al blu. Il trifoglio come simbolo nazionale irlandese e gli accessori verdi sono una tradizione nata presumibilmente intorno al 1680.
  5. Capelli rossi = Irlanda. Niente di più scorretto! Il numero più alto di persone con i capelli rossi è in Scozia (13% rispetto al 10% degli irlandesi).
  6. Il giorno della festa nazionale si festeggia anche nell’isola di Montserrat, nei Caraibi. Molti dei circa 4 mila abitanti sono discendenti di emigrati irlandesi del diciassettesimo secolo.
  7. La famosa sfilata è una tradizione nata a Boston nel 1737 grazie agli immigrati irlandesi che avevano voglia di celebrare la propria patria, la propria cultura e l’orgoglio nazionale, anche se lontani da casa. Ora è un evento annuale che si tiene anche Dublino e New York.
  8. U2 e Irlanda: un binomio perfetto! In realtà, solo due membri della band sono effettivamente irlandesi. David Howell Evans (the Edge) è nato a Londra da genitori gallesi; Adam Clayton (il bassista) è nato nell’Oxfordshire in Inghilterra. Solo Bono e Larry Mullen Jr sono veramente nati in Irlanda.
  9. L’Isola non è il principale Paese consumatore di Guinness. In base ai dati mondiali il 30% viene consumato in Africa, dove sorgono 3 dei 5 birrifici di proprietà dell’azienda: 10 cose da sapere sul Saint Patricks Day che sicuramente non conoscevi.
  10. Non solo Bono degli U2: anche Zorro ha in sé lo spirito dell’Irlanda! William Lamport, cui il personaggio è ispirato, ha origini irlandesi. Proprio come Bram Stoker, autore di Dracula.
Dove mangiare a Dublino

Un menù specifico incanta il San Patrizio a Dublino: Irish Stew alla Guinness, Colcannon (sformato di patate e cavoli), pane nero alla soda, Irish Lamb Stew, Irish Guinness Beef Stew, fish pie, cottage pie e crumble di mele sono i piatti della tradizione irlandese. Ovviamente l’occasione concede delle ricette del Saint Patricks davvero speciali.

San Patrizio a Dublino significa festeggiare nei locali alla moda: sorseggiare birra non è abbastanza se non avviene nel posto giusto. Per questo dovrete selezionare il pub più adatto a festeggiare il vostro St Patrik.