Abbiamo ripercorso i luoghi visitati da San Patrizio durante la sua opera di evangelizzazione cercando di tracciare una sorta di itinerario privo di sequenza temporale.

Ci siamo messi sulle tracce del Santo, spesso venerato nelle chiese e cattedrali, cercando i luoghi dove sono avvenuti miracoli, dove si annidano le leggende più strane e dove consumate ore di preghiere.

Un viaggio nei luoghi iniziato in Scozia e concluso in Irlanda. Un itinerario che esplora la sua eredità, le sue tracce indelebili a testimonianza di un passaggio che ha lasciato il segno.

L’itinerario nei luoghi più importanti

I luoghi di San Patrizio

Patricius ha avuto modo di spostarsi in tutta l’Irlanda durante la sua opera di evangelizzazione. I suoi percorsi, che potreste far diventare itinerario, sono i luoghi che esalto le sue gesta. Amato in tutto il mondo, questo Santo protettore d’Irlanda è stato capace di scacciare i serpenti, simbolo dell’impurità, e di convertire interi popolo pagani. Con la sua forza e le sue abili dote ha dato adito a leggende straordinarie che ancora oggi non sono messe in dubbio. A lui si deve l’attuale Baia di Clew e le tante isole che la contraddistinguono.

Slemish

Le montagne di Slemish sono uno dei luoghi entrati a far parte della biografia di San Patrizio. Qui inizia l’adolescenza di un giovane ragazzo che non saprà e non sospetterà mai di diventare Santo. La montagna coincide con il suo rapimento, che lo vede condannato e dunque costretto a fare il pastore. Nella sofferenza conosce Dio, l’unico che riuscì a consolare la sua disperazione. Raggiungete questo punto di incontro con la divinità percorrendo un itinerario abbastanza rapido. La vetta del monte si raggiunge percorrendo meno di due chilometri.

Saul

La chiesa di Saul si trova nella contea di Down, in Irlanda del Nord, e custodisce anch’essa un momento importante del prelato. Dopo essere fuggito dalla schiavitù e dal paese, Patricius è richiamato in Irlanda da un sogno. La sua capacità nell’evangelizzare popoli di differenti credenze, lo spinsero a Saul dove stabilì un contatto duraturo nel tempo. Rimase legato a questo luogo fino alla sua morte. A testimonianza di quanto stiamo dicendo, basta guardare Slieve Patrick e scorgere la gigantesca statua che lo ritrae e la chiesa commemorativa con annessa una copia della torre circolare.

Lough Derg

Il Lough Derg è un lago, scoprire le orme del Santo significa ripercorrere un itinerario che attraversa anche questi luoghi. In particolare resterete stupiti dal Purgatorio che, secondo leggenda, è raggiungibile soltanto passando attraverso il pozzo di San Patrizio. Questo incantevole e meraviglio luogo si trova nella contea di Donegal. Le genti mormorano che nelle sue acque non vi siano più serpenti e che il prelato lo avrebbe fatto diventare rosso sangue.

Hill of Slane

La collina di Slane si trova nella contea di Meath ed è considerata uno dei luoghi cardine del vescovo perché si consumò un vero e proprio atto di conversione. Patrizio raggiunse la località allo scopo di convertire i pagani celtici e sfidare il Re Supremo Boru. Mentre i druidi stavano celebrando l’antica festa pagana di Beltaine, con il rituale falò sulla Hill of Tara, il prelato accese il fuoco pasquale sulla vicina Hill of Slane. L’intento era di dimostrare come il Dio cristiano fosse più potente di quello pagano.

Rocca di Cashel

Fra le attrazioni più amate d’Irlanda, presente in ogni itinerario locale, la Rock of Cashel è visitabile raggiungendo la contea di Tipperary. Oltre a essere un sito di importanza storica, il territorio racconta la fine del paganesimo con il battesimo di Aenghus, re del Munster. In mezzo alle pareti decadenti della cattedrale, cercate la croce risalente al 12° secolo. Su un lato è raffigurata la crocefissione di Cristo, mentre sull’altro c’è l’immagine di un vescovo che parrebbe essere proprio San Patrizio. Inoltre, a Clonmel, nelle vicinanze, dove si dice che in inverno non geli mai, il santo battezzava la gente del posto.

Croagh Patrick

Il Croagh Patrick è da collocare tra i più importanti luoghi del Mayo. Sulla vetta del monte, meta di pellegrinaggi, il vescovo digiunò per 40 giorni. Durante una sessione di preghiera, per scacciare le impurità, il Santo avrebbe gettato una campana dalla sommità del monte dando vita alla celebre Clew Bay. Non è un caso se, ogni anno, la località ospita l’annuale pellegrinaggio a piedi nudi che vede protagoniste circa 3 mila persone. La ricorrenza si chiama Reek Sunday e si tiene l’ultima domenica di luglio.

La tomba di San Patrizio, Down Cathedral

La Down Cathedral, situata nella contea di Down, è tra i luoghi che dovrete inserire in un eventuale itinerario alla scoperta di San Patrizio: qui riposano le sua spoglie mortali dal 461 dC. L’edificio si affaccia sulla città di Downpatrick e il punto esatto di sepoltura resta un mistero, anche se per convenzione c’è una grande pietra a indicarne la tomba, la Memorial Stone, scolpita nel granito locale proveniente dalle Mourne Mountains. Sempre in città, inoltre, troverete il Saint Patrick Centre (Si trova lungo Market Street) che offre delle esposizioni tematiche. Il museo ripercorre le tracce e i luoghi che riconducono al periodo paleocristiano e conserva collezioni d’arte e intricati oggetti in metallo di questo periodo, oltre a mostre interattive.

Le cattedrali di Armagh

Per omaggiare San Patrizio dovrete far visita alla città di Armagh e visitare le due Cattedrali. Da una parte c’è la Church of Ireland Cathedral, che sorge nel luogo che nel 445 dC ospitava una chiesa costruita dal vescovo, e dall’altra si erge la Roman Catholic Cathedral, che affonda le sue radici in epoca medievale.